LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

De Finis "Resto anche direttore del Maam Arrivo al Macro e scombussolerò il sistema dell'arte"
Alessandra Paolini
23 dicembre 2017 LA REPUBBLICA




Il Maam è il " mio primo figlio" e non lo mollo. Giorgio de Finis, classe 66, è appena stato nominato dal vicesindaco Luca Bergamo direttore del Macro. Il museo di via Nizza da ora in poi non sarà più una struttura espositiva nel senso più classico, ma un qualcosa di "fluido". Un luogo ospitale, una piazza dove si potrà stare, invece che visitare. Così de Finis ha spiegato la sua missione piuttosto sui generis. Come sui generis è il suo curriculum: antropologo, artista, regista, filmaker.

Come riuscirà a conciliare i due incarichi?

Sarò al Maam ogni sabato, giorno di apertura al pubblico. Sì, perché la storia del Maam, che sta per Museo dell'Altro e dell'Altrove di Metropoliz, è anch'essa bizzarra. All'ex mattatoio della Fiorucci al civico 913 di via Prenestina, dove un tempo entravano maiali e uscivano salami, dal 2009 vivono abusivamente 200 persone. Un'occupazione, miscuglio di genti, che man mano è diventata l'anima di un via vai fatto di street artist, di opere e performance. Un laboratorio di esperienze artistiche, di vita e di lotta per la casa raccontato anche dal New York Times .

L'amministrazione grillina è contro "scroccopoli" e si batte perché le case occupate vadano ai veri assegnatari. Pensa che ora gli abusivi dell'ex mattatoio saranno mandati via?

Inutile dire che al Maam, dove abitano 60 famiglie con una settantina di figli, si vive da sempre con la spada di Damocle dello sgombero. Al momento c'è un procedimento giudiziario in corso perché la Salini, proprietaria dell'immobile, lo rivuole... Vediamo in futuro cosa accadrà.

L'assessore Bergamo, che è stato tra i suoi maggiori sponsor, si è detto sempre contrario al Pantheon a pagamento e il Campidoglio introdurrà il Mic, un biglietto da 5 euro che darà la possibilità ai romani di entrare in tutti i musei per un anno. Lei è d'accordo?

Assolutamente sì, anche il Macro sarà gratuito. Se non fosse che poi non quadrano i bilanci e si fallisce, io darei la possibilità a tutti di non pagare persino i mezzi pubblici.

Lei e Bergamo siete amici?

Ci conosciamo dai tempi del Mamiani, ma lui è più grande di me, io ero un "quartino", lui già uno studente dell'ultimo anno tra i più attivi del liceo. Mi ha invitato a Bruxelles quando era segretario generale di Culture Action Europe per parlare dell'esperimento Maam. E al Maam è venuto a fare una visita appena eletto assessore in Campidoglio.

Parliamo del Macro, un "luogo dove stare e non da visitare".

Mi piacerebbe "scombussolare" certe regole del sistema arte. Vorrei che il Macro diventasse un posto dove si possono vedere gli artisti all'opera, video istallazioni che cambiano di continuo, una "piazza" dove si chiacchiera con le persone incontrate là: insomma uno spazio in cui l'adesione tra la gente e l'arte, è assolutamente spontanea.



news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news