LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma e gli antichi vizi: la città chiude durante le feste
Maurizio Caprara
Corriere della Sera-Roma, 05/01/2018

Dal Colosseo al Pantheon, dai musei agli uffici, dal trasporto pubblico a negozi: tra Natale e lEpifania troppe chiusure e riduzioni di servizi



Nella Capitale del Paese che alcuni amano descrivere in ginocchio a causa di una crisi tutta dovuta alla cancelliera tedesca Angela Merkel e a nessuna disfunzione del sistema locale - non pesano assolutamente, per carità - due volte lanno si celebra una ricorrenza: la fine del mondo. Si tratta di fini del mondo a salve, non sia mai si faccia qualcosa sul serio. A parte gli allagamenti da arca di Noé e i danni alle cose, però, gli effetti sono gli stessi. Prima in agosto, poi tra fine dicembre e inizio gennaio chiudono per un paio di settimane o più numerosi studi di professionisti, punti di vendita dei fornitori di vari materiali, uffici e negozi. La pulizia delle strade, laddove esiste, in determinati quartieri viene ridotta al minimo. È festa, no?

Natale, Capodanno ed Epifania risultano un triangolo del sonno. Torpore, saracinesche abbassate, centralini sostituiti da voci registrate. Per chi subisce le conseguenze di un riposo altrui allergico a turni e programmazione, invece, fatica in abbondanza. Per numerosi cittadini che non partono da Roma a causa di mancanza di soldi, ragioni di salute o lavoro, oppure perché non ne hanno voglia, alcuni servizi diventano inaccessibili o accessibili soltanto al prezzo di lunghe attese. Tra Natale e Capodanno, aspettare un taxi alla stazione Termini ha comportato per tanti un dispendio di tempo superiore alla durata di un viaggio in treno ad alta velocità da Firenze a Roma. Come avviene da anni, Comune e sindacati hanno concordato una riduzione del numero di tassisti in servizio sotto le feste. Forse sarebbe stata più adatta a capitali con autobus e metropolitane allaltezza dei rispettivi bacini di utenza.

I disagi di queste fini del mondo a salve non riguardano esclusivamente gli abitanti di Roma. Se il Palazzo delle Esposizioni e le Scuderie del Quirinale il primo gennaio sono stati visitabili dalle 16 alle 20, e il Maxxi dalle 11 alle 19, ha senso che il Colosseo sia rimasto chiuso? Sbarrato anche il Pantheon. È vero che il Colosseo chiude appena due giorni lanno e che quello era un lunedì, per altre strutture riposo settimanale. In un periodo di notevole presenza di turisti, tuttavia, era opportuno nella prima giornata del 2018 impedire le visite ai musei comunali, salvo in via eccezionale i bellissimi Capitolini e larea archeologica del Circo Massimo?

Nessuna volontà di imporre rinunce assolute a meritate ferie, di ricorrere a stakanovismo sfrenato. Semplicemente, sarebbe il caso di convincersi che le crisi e le difficoltà economiche si superano se ci si impegna a superarle e se si cambia qualcosa in meccanismi datati. Il Bioparco è stato aperto tutti i giorni tranne a Natale. I suoi lavoratori, che hanno reso un servizio alla città, sono da temere come bestie feroci?



news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news