LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Torino-Gam, un museo non si esaurisce con le mostre
Alessandro Martini
http://torino.corriere.it/cultura/18_gennaio_02/gam-museo-non-si-esaurisce-le-mostre-dd1ccdde-efad-1

Alla soddisfazione recentemente espressa dallAmministrazione comunale per larticolo del Corriere Torino che inserisce la mostra su Renato Guttuso della Gam (7 febbraio-3 giugno) tra le più attese del 2018 corrispondono, sui social media e non solo, le critiche di chi non apprezza e contesta loperato recente della Giunta, soprattutto alla luce dellannunciata riduzione del personale nella Fondazione Torino Musei (di cui il Comune è socio unico) e alla prevista riduzione dellattività della Biblioteca darte della stessa Gam.
Proviamo a proporre qualche considerazione, di carattere sia generale sia specifico.
Una prima, relativa alla mostra in oggetto (sarà curata dallex direttore della stessa Gam, lottimo Piergiovanni Castagnoli): probabilmente soltanto qualche anno fa, in un panorama espositivo cittadino più ricco dellattuale, una mostra su Guttuso alla Gam sarebbe stata, oltre che improbabile, forse anche fuori dal podio delle mostre dellanno. Ma ciò che preme, in unottica più generale, è altro. A fronte dei legittimi orgoglio e soddisfazione per le proposte espositive di un museo pubblico, da annoverarsi tra le attività fondamentali di ogni istituzione museale (soprattutto quando prodotte internamente, grazie alle competenze dello staff museale), è necessario ricordare che un museo, oggi più di ieri, non si esaurisce nelle mostre che allestisce ma è anche e soprattutto un organismo complesso, in cui la ricerca, lo studio, lapprofondimento e la didattica collaborano in maniera inscindibile allattività conservativa e a quella espositiva. In altre parole, più specifiche e nette: con ogni probabilità ed evidenza nessun museo del mondo, serio e autorevole, oggi sceglierebbe di privarsi della propria biblioteca darte.

Nessuno penserebbe di esternalizzare la propria storica collezione di volumi e riviste a un ente terzo (sia esso una biblioteca civica, statale o universitaria, come pure è stato ipotizzato). Daltra parte, dellintimo rapporto tra esposizione e ricerca, tra museo e biblioteca, era ben cosciente già Vittorio Viale, direttore dei musei civici torinesi dal 1930 al 1965 e, soprattutto, straordinario operatore culturale nellItalia della Ricostruzione e del Boom economico. Fu lui a volere per Torino la nuova Galleria civica. Fu lui a volerla allinterno di un nuovo edificio, appositamente progettato (dagli allora giovani architetti Carlo Bassi e Goffredo Boschetti) e realizzato a seguito delle distruzioni della seconda guerra mondiale e grazie a un grande concorso nazionale, bandito nel 1951. Fu lui, infine, a inaugurarla nel 1959 con spazi per le mostre permanenti e temporanee e, soprattutto, con grandi ambienti per gli archivi, la fototeca, i laboratori di restauro e (appunto) la biblioteca. Accanto a Viale, attivi e legittimamente orgogliosi per limpegno profuso, erano allora schierati il sindaco democristiano Amedeo Peyron (e, prima di lui, il comunista Domenico Coggiola) e lassessore comunale allIstruzione e alle Belle Arti Maria Tettamanzi. E oggi? Sarebbe bello e utile (e forse semplicemente giusto) che lattuale amministrazione mostrasse, rispetto a questi temi, la medesima consapevolezza, lo stesso impegno e, possibilmente, una capacità di visione altrettanto articolata e lungimirante.



news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news