LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

" Che errore quella regata alla Reggia e il Calcio Napoli al Mann"
04 gennaio 2018 LA REPUBBLICA




Settanta intellettuali firmano il "Manifesto per la tutela" Criticano le scelte di Felicori e Giulierini e attaccano la riforma Franceschini

Gridano alla scandalo i settanta firmatari del "manifesto per la tutela" e contro la riforma Franceschini. Ex soprintendenti, docenti universitari ed esponenti del mondo dei beni culturali hanno elaborato un documento in vista delle elezioni del 4 marzo e scelgono - tra l'altro - di segnalare alcune iniziative ospitate a Napoli e Caserta per indicare - secondo loro - la situazione di "caos e paralisi creata dalla riforma Franceschini che separa la valorizzazione (nel senso di monetizzazione) dalla tutela privilegiando la prima a discapito della seconda".

Ed ecco i casi campani messi sotto accusa dai firmatari: "Si organizzano gare di canottaggio nella vasca della Reggia di Caserta o si propagandano al suo interno prodotti tipici della zona e intanto la vasca risulta ingombra di rifiuti e l'intonaco cade a pezzi in una sala importante. Mentre, tanto per corroborare i vantati incrementi degli ingressi, si organizza al grande Museo archeologico nazionale di Napoli una mostra sul Napoli Calcio con magliette, ricordi e gadget di Maradona".

Inoltre - denunciano i firmatari - "non si tiene in alcun conto il pesante conflitto di interessi sancito dall'Anac per un concorso tecnico- scientifico a Pompei, creando così un grave precedente".

Ed ancora: " Si declama a ogni passo la bellezza dei paesaggi italiani, sempre più aggrediti da speculatori e abusivi, e per contro si lascia che la stragrande maggioranza delle Regioni (17 su 20) non predisponga, d'intesa col ministero, e poi approvi, i Piani paesaggistici previsti dal Codice per il paesaggio del 2007".

Tra i firmatari e promotori del documento anti- riforma ci sono Adriano La Regina, già soprintendente Archeologia Roma e accademico dei Lincei, Fausto Zevi, già soprintendente archeologico Napoli e Caserta, docente alla Sapienza e accademico dei Lincei, Pietro Giovanni Guzzo, archeologo, già soprintendente in Puglia, a Bologna e a Pompei e accademico dei Lincei, Desideria Pasolini dall'Onda, fondatrice di Italia Nostra, Vittorio Emiliani e Tomaso Montanari, ordinario di storia dell'arte moderna, alla Federico II e presidente di Libertà e Giustizia. Gli autori del Manifesto chiedono di ricostruire "la rete dissestata della tutela" facendo prevalere " l'interesse pubblico sugli appetiti privati, premiando i capaci e meritevoli, riempiendo i vuoti negli organici dei beni culturali, evitando la chiusura per "vecchiezza" di archivi e biblioteche dove l'età media del personale supera i 60- 65 anni e i trentenni rappresentano lo 0,6- 1,6 per cento degli addetti".

Dal ministero dei Beni culturali fanno sapere che si tratta di un attacco a Franceschini che sabato terrà una conferenza stampa per presentare i dati dei visitatori nei musei statali italiani nel 2017, segnando nuovamente cifre record. I direttori dei musei campani preferiscono non entrare nella polemica. Sarà il ministro a rispondere, se lo riterrà dicono.



news

25-05-2020
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 25 maggio 2020

06-05-2020
Due articoli da "Mi riconosci? sono un professionista dei beni culturali"

05-05-2020
Confiscabile il bene culturale detenuto allestero anche se in presunta buona fede

30-04-2020
In margine a un intervento di Vincenzo Trione sul distanziamento nei musei

26-04-2020
Vi segnaliamo: Il caso del Sacramentario di Frontale: commento alla sentenza della Corte di Cassazione

25-04-2020
Turismo di prossimità, strada possibile per conoscere il nostro patrimonio

24-04-2020
Un programma per la cultura: un documento per la ripresa

22-04-2020
Il 18 maggio per la Giornata internazionale dei musei notizie dall'ICOM

15-04-2020
Inchiesta: Cultura e lavoro ai tempi di COVID-19

15-04-2020
Museums will move on: message from ICOM President Suay Aksoy

08-04-2020
Al via il progetto di formazione a distanza per il personale MiBACT e per i professionisti della cultura

06-04-2020
Lettera - mozione in vista della riunione dell'Eurogruppo del 7 aprile - ADESIONI

30-03-2020
Da "Finestre sull'arte" intervista a Eike Schmidt

30-03-2020
I danni del terremoto ai musei di Zagabria

29-03-2020
Le iniziative digitali dei musei, siti archeologici, biblioteche, archivi, teatri, cinema e musica.

21-03-2020
Comunicato della Consulta di Topografia Antica sulla tutela degli archeologi nei cantieri

16-03-2020
Lombardia: emergenza Covid-19. Lettera dell'API (Archeologi del Pubblico Impiego)

12-03-2020
Arte al tempo del COVID-19. Fra le varie iniziative online vi segnaliamo...

06-03-2020
Sul Giornale dell'Arte vi segnaliamo...

06-02-2020
I musei incassano, i lavoratori restano precari: la protesta dei Cobas

31-01-2020
Nona edizione di Visioni d'Arte, rassegna promossa dall'Associazione Silvia Dell'Orso

06-01-2020
Da Finestre sull'arte: Trump minaccia di colpire 52 obiettivi in Iran, tra cui siti culturali. Ma attaccare la cultura è crimine di guerra

06-01-2020
Dalla stampa estera di ieri: minacce di Trump contro siti culturali iraniani

20-12-2019
Riorganizzazione Mibact, Casini: non è ennesimo Lego, ma manutenzione amministrativa in continuità

04-12-2019
Libero riuso delle riproduzioni di beni culturali: articolo di Daniele Manacorda sul "Giornale dell'arte"

14-11-2019
Cosa succederà alla Biblioteca Guarneriana di S. Daniele del Friuli? Un appello dei cittadini al sindaco

04-10-2019
Unicredit mette all'asta da Christie's capolavori della sua collezione

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

Archivio news