LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

La mia slowfashion (con biglietti omaggio per mostre e musei). La stilista Lavinia Biagiotti e il terzo viaggio
Flavia Fiorentino
Corriere della Sera 6/1/2018

Mai pensato di vendere soltanto vestiti

Sto attraversando il dolore con lamore. Quella spinta di energia verso la vita, il bello, il nuovo. Quellattaccamento ai piccoli gesti quotidiani che mi ha trasmesso mia madre.

A sette mesi dalla scomparsa di Laura Biagiotti, la figlia Lavinia, 39 anni, da venti a fianco della stilista che ha scritto insieme a Missoni, Krizia, Armani, la storia del made in Italy, affronta questa nuova sfida con grinta, coraggio e creatività.

Lavoro 12 ore al giorno, conosco il tirarsi su le maniche racconta tenendo stretta tra le mani lagenda di Laura, che dal 26 maggio ha continuato a scrivere lei, ogni giorno, come faceva la mamma perché ogni giorno, mi diceva, si riparte da un foglio bianco.

Così, tutte le mattine, al Castello Marco Simone, un edificio dellXI secolo, headquarter dellazienda alle porte di Roma, Laura e Lavinia si ritrovavano per prendere decisioni veloci alla guida di unazienda (settanta collezioni lanno tra abbigliamento e accessori) tutta al femminile, di cui Lavinia, adesso, ha assunto la carica di presidente e ceo, mentre nel board, come vicepresidente, è arrivato Michele Norsa, per anni ad di Ferragamo e del Gruppo Valentino. Ma Lavinia è anche consigliere della Camera nazionale della moda, vicepresidente dellAuditorium di Roma, membro della Consulta Femminile del Pontificio Consiglio della Cultura del Vaticano e conta altri importanti incarichi.

Nel lavoro sento mamma sempre vicina, portare avanti la nostra visione del futuro è per me una straordinaria opportunità ma anche una grande responsabilità. Pochi giorni dopo la sua morte ho assunto tre sarte, mi ha aiutato a elaborare il lutto. E ne assumeremo altre: donne che lavorano per le donne. Non abbiamo mai pensato di vendere soltanto vestiti aggiunge nelle nostre creazioni cè sempre un riferimento allarte, alla letteratura, pensiamo che i vestiti siano dei compagni di viaggio, degli amici fidati. Quando mio padre è mancato, così allimprovviso, non potevo vedere lei senza di lui. Mi ero nutrita dell amore, della stima reciproca che cera tra loro. Ma quel mio primo viaggio, noi tre insieme, era finito. Così a 19 anni, anche se avevo tanti progetti per i miei studi, ho sentito che dovevo colmare quel vuoto accanto alla mamma. La seguivo nelle sfilate ed è cominciato il mio secondo viaggio: noi due insieme, nel lavoro e nella vita, un rapporto quasi simbiotico, di intensa complicità. Era un continuo che ne pensi?, dalla scelta di un tessuto ai piani dinvestimento. Negli ultimi tempi io più madre, lei più figlia. Ora comincia il mio terzo viaggio, da sola a portare avanti, non solo lazienda, ma anche i valori che ho ereditato. Le parole amate da mamma erano: bellezza, felicità, così come impegno. Non sopportava il termine fashion victim , la moda è gioia, ripeteva. E non gradiva il broncio delle modelle. Spesso entrava nel backstage delle sfilate con un cartello dovera scritto smile!.

Oggi Lavinia, circondata dallamore dei suoi collaboratori che le hanno regalato anche un roseto, in omaggio ai fiori preferiti dalla mamma, sta percorrendo questo nuovo cammino con ottimismo e determinazione.

Due nuovi profumi, Roma Rosa e Roma Cedro appena usciti, grande successo a ottobre con la sua prima sfilata senza Laura e a metà dicembre linaugurazione a Roma, in via Belsiana, di una boutique su tre piani dove segni, simboli e significati raccontano la storia del brand: la scala riproduce le scanalature di una colonna, il bianco Biagiotti cita i travertini romani, il rosso si ispira alle lacche cinesi mentre la stilista che per prima sfilò nella Cina comunista e poi in Russia, sorride elegante e sicura dai dipinti di René Gruau.

Ho immaginato quegli spazi per recuperare una diversa dimensione del tempo allinsegna dello slowfashion spiega Lavinia Biagiotti Cigna cè un ampio atelier per le prove e una zona dedicata al restauro di capi di altre stagioni che si possono ancora valorizzare. Ogni domenica, organizzeremo corsi di lavoro a maglia gratuiti e i nostri buoni-omaggio saranno biglietti per musei e mostre darte.



news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news