LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Vivere in stile Bevagna. La bellezza ha vinto sul sisma
Alessandro Luongo
Corriere della Sera 6/1/2018

Il paese studiato dai sociologi: unidentità a misura duomo

La trasmissione Alle falde del Kilimangiaro di Rai3 ha individuato Bevagna come Borgo dei borghi 2018 per la regione Umbria. E il sociologo Giuseppe De Rita, che qui ha soggiornato diverse volte, ha coniato il termine bevagnizzazione . Una condizione di vita a misura duomo semplice e genuina spiega il sindaco del paese, Annarita Falsacappa che segna un distacco dalla frenesia quotidiana e proietta tutti in un concetto di bello fatto di arte, cultura, storia e tradizioni.

Il villaggio medievale (5.000 abitanti), Bandiera arancione Touring Club Italiano, si trova nella valle sotto il Monte Subasio, a 23 chilometri da Assisi e a 35 dal capoluogo perugino ed è bagnato da due fiumi affluenti del Tevere: il Clitunno e il Teverone (che poi diventa Timia). Di qui il nome Bevania, terra di mezzo.

Intorno ci sono quattro castelli (Castelbuono, Gaglioli, Limigiano, Torre del Colle) e la Via Flaminia, con molte tracce dellepoca romana anche nella splendida piazza principale, dedicata a Filippo Silvestri (un entomologo nato qui). Chi passeggia sulla scalinata del Teatro romano aggiunge la prima cittadina respira unatmosfera antica di libertà, che rimanda a prima dellUnità dItalia.

Un luogo ricco di storia, che nel 2016 ha registrato un calo dei turisti del 50 per cento per via dellonda mediatica negativa del terremoto. Ma il sisma qui ha causato solo crepe marginali a due edifici, messi subito in sicurezza. Bevagna ha così necessità di ripartire.

Rafforzando e valorizzando le proprie tradizioni. Dal suo evento più importante, che richiama un afflusso di visitatori crescenti, il Mercato delle Gaite (sta per quartieri , quattro: San Pietro, Santa Maria, San Giorgio, San Giovanni), che si tiene ogni anno per dieci giorni a giugno. Una rievocazione storica (1250- 1350) degli antichi mestieri medievali allinterno delle botteghe dei vicoli del centro storico. Come il mastro cartaio Francesco Proietti, che ricava ancora oggi la sua carta bambagina dalla polpa degli stracci di canapa, lino e cotone. E ci mostra le realizzazioni che vendo soprattutto agli artisti, puntualizza. A pochi passi, in via della Rocca, la bottega dellartigiana Rita Trabalza, è dedicata al ciclo di produzione della seta (dallallevamento dei bachi sulle foglie di gelso alla lavorazione dei bozzoli), ed è aperta tutto lanno per visite didattiche.

Il Mercato delle Gaite nasce nel 1989 dalle ceneri della sagra della porchetta sulla base di uno studio di antichi testi di archivio. Da allora la cittadina agricola ha modificato il suo assetto in turistico. E oggi conta su 849 posti letto globali (dalla casa vacanze Il Clitunno allAntico Borgo Carceri, allHotel Palazzo Brunamonti in centro, e il Turris Collis, ostello diffuso a Torre del Colle).

Le sorprese non sono finite. Gli ambulacri di un anfiteatro romano del I secolo ospitano il ristorante Redibis, sito Patrimonio Unesco, unico in Italia nel genere, di circa 280 metri quadrati. A gestirlo ci pensa Hakam Buti, giordano di origine, ma umbro convinto. Ristorazione alta, attenta alle intolleranze alimentari e ai prodotti locali anche in via di estinzione, come il pisello selvatico roveja.

Il rilancio di Bevagna punta inoltre sui fondi europei per sviluppare una sentieristica che colleghi i quattro castelli allaltra forte attrazione, il Carapace, una avveniristica cantina-scultura, opera di Arnaldo Pomodoro, di proprietà delle Tenute Lunelli , e ad altri siti interessanti. Entro il 2020 sarà inoltre valorizzata la pista ciclabile che unisce Assisi a Spoleto tramite il borgo, e che non riporta ancora nella segnaletica il suo nome.

Questo villaggio umbro merita di riconquistare i vecchi turisti e attrarne nuovi. Grazie a Diego Maria Tasselli, ad esempio, nel suo factory shop nel cuore del paese, è diventato un punto di riferimento della cachemire experience (visite guidate in laboratorio, da aprile a ottobre). Un esempio di turismo industriale significativo da parte dellunica azienda di produzione della lana pregiata nel borgo, e fra le prime in Umbria dal 1970.



news

15-07-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 luglio 2018

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

Archivio news