LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Parco dello Stelvio, la legge è pronta. Gli ambientalisti: ci tolgono la voce
Francesco Clementi
Corriere dell'Alto Adige 7/1/2018

Comitato di gestione, su nove membri uno solo sarà espressione degli ecologisti
Politi avverte: Competenza alle Province, non si perda la visione unitaria

BOLZANO. Stelvio, si cambia. Dopo aver portato a casa la storica norma dattuazione, la giunta Kompatscher il mese scorso ha dato il primo ok al disegno di legge sul futuro assetto del Parco. Nei giorni scorsi il testo è stato depositato nella segreteria del consiglio provinciale: a breve la discussione in commissione e poi in aula, mentre si attende il parere del Consorzio dei Comuni. Anche il fronte ecologista sta studiando il disegno di legge: le prime perplessità riguardano la composizione del comitato di gestione, dove solo un membro su nove sarà espressione degli ambientalisti. Fondamentale sarà mantenere una visione dinsieme coerente anche dopo il passaggio di competenze dallo Stato alle Province avverte Alessia Politi di Legambiente.
Gli strumenti
Il disegno di legge traduce in 19 articoli concreti lintesa raggiunta fra Ministero dellambiente, Province di Bolzano e Trento e Regione Lombardia sulla redistribuzione delle funzioni statali e dei relativi oneri finanziari per la gestione del parco. La predisposizione del piano del parco ha assicurato più volte lassessore Richard Theiner - avverrà con il coinvolgimento dei Comuni, della popolazione e dei vari gruppi dinteresse. È un compito assai difficile, ma faremo di tutto sia per proteggere lambiente, sia per far sì che la gente trovi da lavorare e vivere nellarea.
Per curare la porzione altoatesina dello Stelvio, la Provincia intende affidarsi a tre strumenti: il piano e il regolamento del parco, nonché il comitato di gestione. I due documenti saranno redatti dalla Provincia secondo un processo partecipato e saranno approvati secondo le linee guida e gli indirizzi del Comitato di coordinamento ed indirizzo. Previsto anche un parere vincolante del Ministero dellambiente, che verificherà la coerenza con gli indirizzi comuni per garantire lunitarietà del parco. Tramite il piano, il territorio sarà suddiviso in zone a secondo del diverso grado di protezione (A, B, C e D, dove la A sarà quella con la maggior tutela). Il regolamento del parco andrà invece a valorizzare le attività sociali, economiche e tradizionali delle popolazioni residenti, definendo la gradazione dei divieti e la loro localizzazione.
Lorgano dindirizzo
Il nuovo comitato di gestione come è specificato nel disegno di legge funzionerà da organo di consulenza per la Provincia di Bolzano e potrà esprimere pareri sul piano, sul regolamento, sul programma annuale di gestione predisposto dallUfficio del Parco nazionale dello Stelvio e sulla perimetrazione. Potrà inoltre formulare indirizzi su temi riferiti alla gestione e proporre progetti per attuare gli indirizzi e gli obiettivi indicati dal piano.
Membri del comitato di gestione saranno il direttore dellUfficio parco, tre rappresentanti dei Comuni, un esperto di scienze naturali, un rappresentante ciascuno delle associazioni degli agricoltori, degli ambientalisti, delle associazioni turistiche e delle amministrazioni separate esistenti nei comuni del parco.
Le riserve
Fatti i conti, gli ambientalisti avranno a disposizione solo un membro su nove di un comitato che, in ogni caso, avrà una mera funzione di consulenza nei confronti dellamministrazione provinciale. Questo non faciliterà di certo il lavoro osserva Politi di Legambiente . Difficile, per una persona sola, vigilare sullintera gestione. Le associazioni stanno studiando il testo in vista del passaggio in aula. In generale prosegue Politi sarà fondamentale evitare incongruenze nella gestione dopo la ripartizione delle deleghe fra gli enti locali. Va salvaguardata una visione ambientale dinsieme: gli ecologisti di tutta Italia ci osservano.



news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news