LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Colosseo, c'è il pienone nell'arena e nei musei sempre più visitatori Di che cosa stiamo parlando
Alessandra Paolini
07 gennaio 2018 LA REPUBBLICA



Il ministero dei Beni Culturali ha reso noti i numeri sull'affluenza dei visitatori nei musei e nei siti archeologici dell'Italia. E il 2017 si chiude con cifre record. Superata la soglia dei 50 milioni di ingressi e incassi che sfiorano i 200 milioni di euro, con un incremento rispetto al 2016 di circa 5 milioni di visitatori e di 20 milioni di euro. Il Colosseo è al primo posto della top ten con più di 7 milioni di persone che si sono messe in fila per ammirare il monumento simbolo di Roma.

Il record di 7 milioni nel 2017: + 12% in 4 anni Record alla Galleria nazionale (+54%) Incassi alle stelle

Sette milioni e più in fila davanti alla maestosità dell'anfiteatro Flavio. Turisti, romani, studenti, scolari: cappello in testa e bottiglietta in mano in coda sotto il sole di un'estate rovente. O coperti dalle sciarpe e dagli ombrelli, di un inverno per fortuna non tropo piovoso. Magia del Colosseo. Potere del monumento simbolo di Roma che nel 2017 svetta al primo posto ( riconfermando il podio) nella classifica dei siti archeologici e dei musei d'Italia più visitati.

Cifre e percentuali che il Mibact ha pubblicato ieri, anche come "prova provata" di una riforma Franceschini che, nonostante le tante polemiche, sembra funzionare, se è vero che nel giro di 4 anni i visitatori sono aumentati del 12%.

E il Lazio, grazie ai numeri di Roma e non solo, ha conquistato la medaglia d'oro tra le regioni: con 23.047.225 persone . Ma nella top ten nazionale non c'è solo il Colosseo ad esaltare la bellezza di Roma. Dopo l' Anfiteatro Flavio infatti seguito da Pompei ( 3,4 milioni di visitatori), gli Uffizi ( 2,2 milioni), la Galleria dell'Accademia di Firenze ( 1,6) ecco Castel Sant'Angelo. Più di un milione ha varcato i cancelli di questo monumento affacciato sul Tevere che da quasi duemila anni racconta la storia della città eterna. Un milione e cento , per l'esattezza, che nell'anno appena passato hanno voluto ammirare il castello che da monumento funerario è diventato nel tempo avamposto fortificato, prigione e palazzo rinascimentale. E che l'opera e la Tosca di Puccini hanno reso famoso in tutto il mondo.

Ma il boom, da un anno all'altro, lo ha fatto registrare la Galleria d'Arte Moderna. Raddoppiati gli ingressi: + 54% rispetto al 2016. Per la prima volta quest'anno, tra i 30 siti più ammirati, fa capolino anche Villa Adriana, la splendida residenza voluta dall'imperatore Adriano vicino a Tivoli.

Il bilancio della riforma dei musei - spiega Franceschini - e' davvero eccezionale: dai 38 milioni del 2013 si è passati ai 50 milioni del 2017 e gli incassi sono aumentati del 53%. Risorse preziose che contribuiscono alla tutela del nostro patrimonio e che tornano regolarmente nelle casse dei musei attraverso un sistema che premia le migliori gestioni e garantisce le piccole realtà con un fondo di perequazione nazionale. Per il quarto anno consecutivo, l'Italia viaggia in controtendenza rispetto al resto d'Europa con tassi di crescita a due cifre . I motivi sono tanti. Ed uno ha pesato 8in modo particolare: L'aumento è ascrivibile alle nuove politiche museali avviate dalle riforma - continua il ministro - ma anche al successo delle prime domeniche del mese che, nel solo 2017, hanno portato più di 3,5 milioni di persone gratuitamente nei luoghi della cultura statali. E a proposito di luoghi dove per entrare non c'è bisogno del biglietto, ecco il Pantheon: ammirato da 8 milioni di persone. Chissà se il numero scenderà quando dal prossimo 2 maggio bisognerà sborsare 2,50, per poter rimanere folgorati dalla luce dall'alto che penetra nel tempio dedicato a tutte le divinità. Quelle passate, quelle presenti e quelle future. L'unica cosa certa è che oggi, prima domenica del mese, non ci sarà bisogno di aprire il portafoglio in tutti i musei civici e statali. Ingresso gratis.



news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news