LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Greve, dietrofront sul maxi dehors. È irregolare, verrà demolito
Ivana Zuliani
Corriere Fiorentino 9/1/2018

Giù la veranda stile Firenze di piazza Matteotti. E il Comune cambia le regole

Greve in Chianti. È durato poco più di un anno. Il dehors stile Firenze" costruito dal Caffè Le Logge di piazza Matteotti verrà smantellato: gli operai da ieri sono al lavoro per rimuoverlo, dopo lordinanza di demolizione emessa dal sindaco Paolo Sottani.

La veranda, costruita a dicembre 2016 dai proprietari del bar per dare un servizio in più ai clienti, aveva suscitato subito polemiche (e anche qualche esposto) tra gli abitanti di Greve, per la mole troppo impattante che nascondeva alla vista gli archi dei loggiati, caratteristica della storica piazza. La struttura aveva avuto i permessi necessari, ma da controlli effettuati dagli uffici del Comune è risultato che le autorizzazioni erano state ottenute su un progetto non conforme a quello realizzato, come spiega il primo cittadino. In particolare dimensioni e copertura effettivi sarebbero diversi rispetto a quelli del progetto presentato e approvato.

Così per il primo dehors di piazza Matteotti, costato ai proprietari del caffè parecchi soldi, è scattata la demolizione. Metteremo gli ombrelloni, come avevamo prima spiegano rassegnati al Caffè. I titolari hanno fatto ricorso al Tar, ma qualunque sia la sentenza la veranda non verrà ricostruita: nel frattempo infatti il Comune dopo il polverone sollevato dal dehors ha approvato il nuovo Regolamento per linstallazione di strutture esterne per il ristoro allaperto concordato con la Sovrintendenza, entrato in vigore in fase transitoria prima di Natale, con regole ferree e uniformi per tutti. Nel centro storico sono ammessi solo pedane rimovibili alte al massimo 30 centimetri, sedie e tavolini devono essere in ferro, legno naturale o resina con linee e forme semplici e tradizionali, eventuali ombrelloni (fuori dai porticati) devono essere in stoffa antimuffa e impermeabile color corda con scritte marroni, larea può essere circondato da ringhiere metalliche in precise gradazioni di grigio, paratie in vetro trasparente senza iscrizioni o siepi non più alte però di 1,50 metri, per non coprire la vista dei loggiati spiega Sottani.

Avevamo già in programma di regolamentare la piazza ma il problema è venuto fuori con il dehors e gli esposti sul vincolo monumentale. Così abbiamo fatto un specifico regolamento sulle strutture esterno, sulla stessa logica di Firenze, aggiunge il sindaco. Ma con regole che in certi casi sono ancora più rigide di quelle del capoluogo toscano: i dehors di piazza Matteotti a Greve saranno, infatti, addirittura più semplici di quelli di piazza della Repubblica a Firenze.



news

11-12-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 11 dicembre 2018

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

Archivio news