LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Museo ibrido , il nuovo lusso di Gucci
Matteo Persivale
Corriere della Sera 10/1/2018

Boutique, galleria e osteria (firmata Bottura). Michele: Firenze potentissima, volevo sfatarne il mito

Firenze. Ci siamo trovati insieme, a Milano, intorno a un tavolo, Marco (Bizzarri, ad di Gucci, ndr ), Alessandro (Michele, direttore creativo di Gucci, ndr ) e io (Massimo Bottura, attualmente chef numero 1 del mondo e ex compagno di scuola di Bizzarri, ndr ) . E abbiamo cominciato a fare a gara a chi la sparava più grossa. Se di metodo Bizzarri si può parlare (il manager è stato invitato nelle università di management da Harvard alla Bocconi per spiegare come si moltiplicano fatturati esponenzialmente come fa lui, da Stella McCartney a Bottega Veneta a Gucci) è proprio lex compagno di banco ad aver trovato la formula più felice: fare le cose come gli altri non le fanno.

Ieri, a Firenze, ecco lultimo esempio di una cosa unica, strana, fatta da Gucci: il museo Gucci di piazza della Signoria, accanto a Palazzo Vecchio, è diventato una sorta di ibrido tra una galleria darte e uno showroom. La libreria è diventata una boutique che sembra la casa la cabina armadio e la biblioteca di un dandy che vive accanto a Palazzo Vecchio in un edificio del 1377. Il bar è diventato un ristorante da 22 coperti dello chef Bottura, Gucci Osteria, già in odore di stella Michelin a giudicare dalla serenità con cui Bottura spiegava che non si cucina per le stelle e dalla bellezza del menu nel quale i piatti rappresentano persone e non idee astratte di cucina.

È il mondo magico e vagamente inafferrabile di Gucci Garden, boutique di lusso diversa da tutte le altre perché è in un Palazzo diverso da tutti gli altri in una città così potente, per Gucci e per tutto il mondo, che mi ha quasi invitato a cercare di sfatarne affettuosamente il mito. Nel museo che cera prima si trovava il passato,la curatrice Maria Luisa Frisa mi ha aiutato a far trovare ai visitatori le cose del presente, che camminano nel mondo, spiegava Michele, riluttante rockstar della moda che anche ieri parlava a bassa voce, dietro gli occhiali scuri (è una di quelle persone che preferiscono ascoltare, dote preziosa, rara in generale e nella moda in particolare).

La festa, ieri sera, ha proiettato sulla facciata del palazzo un occhio digitale, avatar e riferimento centrale nellestetica di Michele. E impressionava come al di là della prevedibile curiosità per le installazioni ai piani superiori e il negozio a piano terra, tra fashion editor stranieri e buyer il successo più sorprendete sia stato quello della nutritissima cartoleria: carta da lettera, cartoline, bigliettini, sticker come quelli che si usavano da bambini con il bestiario di Michele. Tigri, api, leoni, gatti, serpenti, cigni: il mondo magico di Gucci che parla al nostro immaginario di bambini.



news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news