LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Brescia. Il cubo alla Rocca, Italia nostra attacca
Costanzo Gatta
Corriere della Sera - Brescia 10/1/2018

Pronti? Via! Stamattina, alla Rocca di Lonato, iniziano i lavori per la realizzazione del cubo della discordia, ovvero il tanto discusso ristorante in vetro ed acciaio che occuperà 536 mq di prato. Lavvio è contestuale al controllo della Sovrintendenza alle Belle arti. Il primo di tanti previsti, giacché il responsabile dellufficio sè ripromesso di far seguirei i lavori, passo dopo passo, proprio come a suo tempo ha vagliato e ritoccato i progetti prima dellok. Decisione più che gradita dalla Fondazione Ugo da Como proprietaria della Rocca. Di buon ora, quindi, è prevista la presenza dellarchitetto Sovrintendente Giuseppe Stolfi o di un altro delegato. I lavori iniziano, ma gli sviluppi della querelle lasciano in Fondazione un poco di amaro in bocca. Dispiacere più forte viene dalla recente presa di posizione di Italia Nostra, che segnala come la Rocca di Lonato sia da inserire nella sua lista rossa, ovvero tra i beni in pericolo. Sergio Onger, presidente della Fondazione Ugo da Como, più che rammaricato appare stupito. Cosa scrive ltalia Nostra? Si tratta di una trasformazione di un monumento nazionale che incide profondamente sulle caratteristiche del complesso storico e ambientale, deteriorando sia il contesto dove viene realizzato che la visione dinsieme e paesaggistica. Onger osserva che in nessun momento Italia Nostra si è premurata di chiedere un colloquio con la Fondazione Ugo da Como. Nessuno lo avrebbe negato come del resto a chi ne ha fatto richiesta. Agli inviati sarebbero stati mostrati studi, progetti, preventivi, pareri, autorizzazioni e quantaltro è stato fatto fino ad oggi alla luce del sole.

Eppure la stessa Italia Nostra precisa che tutte le segnalazioni verranno esaminate dal nostro personale dellUfficio centrale e dalla Sezione competente sul territorio, solo dopo la verifica potranno essere inserite nella Lista Rossa. Finora lesame non è avvenuto. Quindi è quella pubblicata una sentenza provvisoria? Il documento pare stilato dopo aver sentito una sola campana, evidentemente sufficiente allestensore della nota. Onger teme poi che i detrattori del progetto abbiano anche sostenuto inesattezza o passato notizie non vere o distorte, sulle quali, per ora, non intende pronunciarsi solo per non riaccendere il fuoco delle polemiche. A suo tempo ha fornito tutte le spiegazioni in consiglio comunale a Lonato, elencato pregi e difetti del progetto. Non gli è stato dato ascolto anche quando ha spiegato che liniziativa serviva per la sopravvivenza della Fondazione, per portare più visitatori alla Rocca come accade ad ogni iniziativa. E che benefici sarebbero ricaduti anche alla cittadina. Polemiche a parte, indubbiamente la realizzazione del cubo di vetro ed acciaio svisa laspetto della costruzione fortificata. È come un fastidioso foruncolo sul volto di una bella donna. Eppure è sembrata la soluzione migliore dopo la decisione di abbattere la struttura provvisoria. Dicono in Fondazione che alla lettera sono state seguite le indicazioni, apportate le modifiche fino a toccare costi attorno al milione di euro esclusa lIva. Ora, al lavoro.

Si spegneranno le polemiche? Verranno bloccati i lavori? Nasceranno altre contestazioni? Impossibile ogni previsione. Certo è un fatto. Chiunque dovesse vincere avrà vinto come Pirro contro Roma.



news

12-01-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 GENNAIO 2018

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

29-08-2017
Carla Di Francesco il nuovo Segretario Generale - MIBACT

25-08-2017
Fotografie libere per i beni culturali: nel dettaglio le novit apportate dalla nuova norma

21-08-2017
Appello di sessanta storici dell'arte del MiBACT per la messa in sicurezza e la salvaguardia del patrimonio monumentale degli Appennini devastato dagli eventi sismici del 2016

19-08-2017
Dal 29 agosto foto libere in archivi e biblioteche

19-08-2017
Cosenza, brucia casa nel centro storico: tre persone muoiono intrappolate. Distrutte decine di opere d'arte

12-08-2017
Antonio Lampis, nuovo direttore generale dei musei del MiBACT

Archivio news