LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Pompei, il giallo dell'affresco distrutto
Antonio Ferrara
12 gennaio 2018 LA REPUBBLICA


È molto strana la situazione proprio perché siamo in una zona di Pompei dove di solito non arrivano i visitatori, anche perché per gran parte chiusa al pubblico proprio perché non ci sono dodus di grande rilievo. Massimo Osanna, direttore generale del Parco archeologico di Pompei, non nasconde la sorpresa per l'ennesimo caso di vandalismo: ignoti hanno danneggiato l'affresco di Bacco e Arianna nella domus chiusa al pubblico della Regio IX, insula 5, numeri civici 14- 16. A scoprire il danno nel pomeriggio di mercoledì i custodi che hanno effettuato un giro in un'area non frequentata dai turisti.

Alla Caserma D'Acquisto per lo scambio di comando alla Ogaden tra i generali Giovanni Nistri e Vittorio Tomasone, Osanna saluta calorosamente Nistri, che per oltre due anni (dicembre 2013-febbraio 2016) ha diretto il Grande progetto Pompei e ha lavorato fianco a fianco con l'archeologo. E spiega: L'affresco era molto rovinato perché scavato alla fine dell'Ottocento e rimasto non protetto - spiega l'archeologo - comunque si tratta di un danno al nostro patrimonio e soprattutto un segnale di quanto fragile sia il sito archeologico e di quanto i nostri sforzi debbano essere capillari. A Pompei stiamo attuando un progetto sistematico di videosorveglianza, ma è impossibile coprire tutta la città, impossibile mettere cavi e telecamere in tutte le case e gli ambienti, che sono migliaia. Anzi, telecamere ovunque significherebbe stuprare il sito. Quello che dobbiamo fare è trovare assieme alle forze dell'ordine i sistemi che facciano da deterrenti contro atti che dimostrano inciviltà e malvagità.

Ma la denuncia di Osanna non si ferma qui. E a chi gli fa notare che non è la prima volta che un affresco pompeiano viene sfregiato, apparentemente non nel tentativo di staccarlo ma per altre ragioni, il direttore dice: Sì, significativamente il precedente è avvenuto nel momento del mio arrivo a Pompei nel marzo del 2014. Anche quello era un quadretto, anche quello molto rovinato e in un casa non aperta al pubblico. Certo è singolare la coincidenza di circostanze. Spero che le forze dell'ordine indaghino fino in fondo, e sono sicuro che si troverà il colpevole, perché questi atti vanno assolutamente fermati e puniti.

Quasi quattro anni fa fu danneggiato l'affresco di "Apollo e Artemide", quando il clima per l'arrivo di Osanna era infuocato. Oggi è in dirittura d'arrivo - fanno notare negli uffici della soprintendenza la definizione del nuovo modello organizzativo della vigilanza. Osanna parla di coincidenze. E, giocando d'anticipo, è stato lui stesso ha presentare denuncia ai carabinieri. Perché questa volta, confida ai suoi più stretti collaboratori, vuole essere certo che i responsabili vengano individuati.



news

18-02-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 18 febbraio 2018

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

Archivio news