LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

L'autodifesa di Malnati "Il nostro compito è tutelare il patrimonio A volte tocca scegliere"
Caterina Giusberti
11 gennaio 2018 LA REPUBBLICA


Il Soprintendente si dice ottimista: "Troveremo una soluzione per la piazza" Ma avverte: "Non si possono abbattere strutture storiche"

Alla fine, il Soprintendente Luigi Malnati lo dice chiaro e tondo: Qui ci sono due principi in contrapposizione, da una parte il diritto alla libera fruizione, da parte di tutti i cittadini, del nostro patrimonio culturale, dall'altro la tutela dei beni storici e artistici. Noi come Soprintendenza dobbiamo tutelare prima di tutto questi ultimi, anche se sono certo che, in questo caso, una soluzione si troverà.

D'altra parte Malnati di formazione è archeologo e sa bene che non tutti possono vedere Pompei, e molti altri siti archeologici non sono accessibili ai disabili perché sono spesso molto profondi, sono fatti di grotte, cunicoli e cavità . Semmai, ragiona, si possono fare percorsi ad hoc, fatti apposta, per raccontare il sito a chi non può percorrerlo. Così come si possono realizzare " esperienze museali" per non vedenti, tattili, ma non si può sostiene - intaccare un patrimonio artistico a beneficio della sua fruibilità. Neanche se si tratta di un gradino.

Da quello che ne so io - spiega Malnati - noi come Soprintendenza abbiamo solo chiesto che fosse mantenuta la composizione architettonica del Crescentone, che ne fossero rispettati i materiali. La proposta del Comune è stata respinta perché non era conforme al tessuto originario. Più nel dettaglio non posso entrare, non ho neanche visto il progetto, mi è stato descritto al telefono dall'architetto che segue la pratica . Ma la domanda resta aperta: a Bologna esiste un problema di accessibilità ai beni pubblici? In generale probabilmente sì - ragiona Malnati -. I portici per esempio hanno una struttura architettonica molto particolare, ma se facciamo scivoli dappertutto li distruggiamo. La Soprintendenza deve prima di tutto garantire l'integrità del contesto culturale, non è che possiamo abbattere una struttura storica per creare un passaggio per i disabili. Capita di dover fare delle scelte.

Se lo ricorda bene Enrico Ercolani, inventore della Skarrozzata, la manifestazione che ogni anni porta decine di bolognesi a scorrazzare per la città in sedia a rotelle per rendersi conto delle barriere architettoniche. Per andare a prendere l'autobus di fronte a casa sua, sotto al portico di via Saragozza, bisognava scendere un gradino e per un disabile era molto faticoso, così come per una mamma con un passeggino. Visto che il Comune non risolveva il problema, Ercolani finì per costruirsi uno scivolo da solo: una colata di cemento nella notte e una firma da eroe dei western, "Toro Seduto". Era il 2013. Si dovrà arrivare a questo punto anche per il Crescentone? Certo che no, assicura il Soprintendente, un'alternativa per quel gradino in piazza Maggiore si troverà di sicuro. Ma in linea di massima delle soluzioni rimovibili sarebbero preferibili. Non è un'ipotesi inattuabile, semplicemente al Comune non piace . Anche se Malnati forse quella soluzione non la firmerà da Soprintendente, perché a fine marzo andrà in pensione.



news

18-02-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 18 febbraio 2018

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

Archivio news