LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il Grand Tour per rilanciare i Beni culturali del Mezzogiorno (e trattenere i giovani)
Mauro Panebianco
Sole24ore, 18/01/2018

Quando pensiamo allItalia non possiamo non ricordare la sua incredibile biodiversità e ricchezza storica; il 72% del territorio è suddiviso in comuni con meno di 5 mila abitanti e di questi oltre 200 sono borghi storici tutelati dalla Sovraintendenza dei beni artistici e culturali o addirittura dallUnesco. Il numero di chiese, musei e siti archeologici la pongono ai vertici mondiali per varietà e qualità del patrimonio artistico.

Nonostante i numeri di tale sorprendente tesoro, localizzato in prevalenza nel Centro-Sud del Paese, la valorizzazione e la tutela di questimmenso patrimonio purtroppo non viaggiano di pari passo. Confrontando il numero di siti e i flussi turistici per regione, emerge chiaramente che Lombardia, Veneto, Trentino e Lazio valorizzano maggiormente i propri siti culturali seppur al di sotto del loro potenziale, mentre il Sud Italia è in una situazione alquanto deludente. Se consideriamo ad esempio la Reggia di Caserta (nella foto in alto), il palazzo Reale più grande al mondo, essa registra un numero di circa 700 mila visitatori allanno, notevolmente inferiore rispetto a residenze simili quali Versailles, Buckingham Palace e Palazzo dInverno di San Pietroburgo che superano ciascuna diversi milioni di presenze annuali. Sempre rimanendo in Campania, se pensiamo alle oltre 200 chiese abbandonate di Napoli cè da chiedersi se non sia arrivato il momento di iniziare a puntare su una risorsa così abbondante e sotto utilizzata del nostro Paese.

Ma come si può intervenire?

Le regioni e le città del Sud dovrebbero puntare su un turismo di qualità, creando attrazioni culturali allaltezza di quanto sta avvenendo in altri Paesi a noi vicini. Senza citare la Francia o la Spagna, basta guardare agli straordinari successi realizzati dalle vicine Slovenia e Croazia. Per parafrasare il grande stratega di comunicazione americano Mark Victor Hansen, il 90% del successo di qualsiasi prodotto o servizio risiede nella sua promozione. Riuscire quindi a costruire uno storytelling che utilizzi i nuovi strumenti dinformazione di massa per dare visibilità internazionale, se non addirittura per costruire un vero e proprio brand su alcuni dei siti storici italiani, è ormai imprescindibile. Ma per raggiungere questi obiettivi sono sempre più fondamentali strategie di marketing e comunicazione che si appoggino allinnovazione tecnologica, sfruttando i social network per migliorare linterazione e lattrazione del pubblico nonché i meccanismi di social engagement, in grado di creare una rete di relazioni internazionali. Un coordinamento a livello centrale in questo caso è fondamentale, troppe le micro iniziative che non possono raggiungere le economie di scala necessarie a fare sistema e troppi i campanilismi e gli interessi particolari che impediscono di fare il salto che merita, relegando il nostro Paese ai margini.

Il Grand Tour

Linnovazione tecnologica, mediante lestensione dei contenuti a livello digitale, costituirà un valido alleato per migliorare gli spazi di interazione col pubblico e con le opere, attraverso attività interattive in loco e a distanza per preparare il visitatore ancor prima del viaggio. Gamification, visualizzazione 3D, realtà aumentata, ologrammi e schermi interattivi, sono solo alcuni degli esempi di tecnologie da mettere a frutto per questo obiettivo. Si pensi al caso virtuoso di Exploracity, la piattaforma mobile per visitare Genova con laiuto di realtà virtuale e realtà aumentata e un gioco alla ricerca degli antichi mestieri nel centro storico della città realizzata con il patrocinio e in collaborazione con il Comune di Genova. Una App come questa attirerebbe sicuramente lattenzione di italiani e stranieri se sviluppata, ad esempio, per promuovere località straordinarie del Centro e Sud Italia ma pressoché sconosciute. Un altro esempio replicabile è la piattaforma tecnologica che fa rivivere virtualmente luoghi ed esperienze lungo i percorsi italiani del Grand Tour, ovvero il lungo viaggio dallEuropa continentale allItalia che i giovani ricchi dellaristocrazia europea del XVII secolo svolgevano per perfezionare il loro sapere.

Tecnologia e indotto

Sfruttando tali tecnologie si potrebbe, per esempio, pensare di creare percorsi tematici che coinvolgano zone del Centro Sud Italia facendo rivivere parte del loro glorioso passato. Questo tipo di attività genererebbero impatti economici significativi oltre ad avere importanti risvolti culturali anche in chiave di conservazione e valorizzazione del territorio, attraendo interesse e investimenti pure dallestero. Il caso di Pompei con alcune università inglesi lo dimostra. Si creerebbe quindi un indotto a livello turistico (strutture ricettive e di ristorazione) e non solo, in grado di generare nuove professionalità e quindi nuovi posti di lavoro. Questo sforzo multi canale, potrebbe inoltre portare alla riqualificazione degli spazi urbani, aumentando e migliorando servizi e trasporti con ricadute positive sui prezzi degli immobili come nel caso di Siracusa Ortigia. In tutta Italia, ma nel Centro Sud in particolare, Cultura, Conoscenza e Innovazione rappresentano la vera opzione, soprattutto per i giovani; per pensare a un nuovo e concreto futuro, in cui non siano obbligati ad andarsene dal loro Paese, ma dove al contrario possano restare per creare benessere, attirare idee, talenti e investimenti dal resto del mondo.



news

22-04-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 22 aprile 2018

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

Archivio news