LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Professionisti dei Beni Culturali contro la scuola voluta da Franceschini
http://it.blastingnews.com/lavoro/2018/01/professionisti-dei-beni-culturali-contro-la-scuola-voluta-

Mi riconosci? Sono un professionista dei beni culturali, movimento nato online, si scaglia contro la scuola del patrimonio e il volontariato culturale


Laurea triennale, laurea magistrale, scuola di specializzazione, dottorato, master, corsi regionali finanziati dallUnione Europea, abilitazioni per guida turistica rilasciate senza criteri omogenei. Ma nulla sembra mai bastare. La protesta del popolo professionisti dei Beni Culturali si fa sempre più crescente e la possibilità di unione e confronto favorita dallo sviluppo della comunicazione globale, ha reso sempre più compatto questo squadrone di invisibile e preparata forza lavoro.

Una delle forme più concrete di questa ondata di malcontento, dal 2015 ha un nome ben preciso, accattivante e forse un pizzico polemico: Mi riconosci? Sono un professionista dei Beni Culturali.

Un vero e proprio movimento che ha racchiude almeno 18.000 persone, quelle che hanno deciso di seguirle via #facebook, per dare voce a tutti coloro che, magari, ancora non ne sono a conoscenza pur vivendo lo stesso identico disagio.

Favorito il volontariato
Colpa di questi professionisti o aspiranti tali, è stata quella di aver seguito i propri sogni e le proprie aspirazioni, sentendosi forti grazie a un paese capace di offrire tantissimo nel settore dellarte e della cultura in generale, e scontrandosi contro coloro che cercavano anche in modo poco ortodosso di sminuire i loro sforzi. Trovandosi infine davanti a alla realtà di uno stato che non favorisce lo sviluppo dellindustria culturale preferendo, fatte salve le recenti assunzioni per posti statali di alta responsabilità, tirocini (o stage che dir si voglia), contratti a progetto, voucher, ma soprattutto il volontariato; metodo legalizzato per poter utilizzare gratuitamente forza lavoro e che spesso si traduce in personale volenteroso ma incompetente, che neanche si rende conto del danno che può fare a chi del mondo della cultura avrebbe voluto farne la propria professione.

Senza tralasciare anche un possibile abbassamento dello standard qualitativo.

Il volontariato è stata una delle prime battaglie, ancora in corso tra laltro, degli attivisti di Mi riconosci? ma un nuovo avvenimento ha scatenato le ire e ha rinforzato londata di protesta dei professionisti dei beni culturali. Si tratta dellavvio della scuola del patrimonio, costosissima (a quanto pare) nuova creatura del #MiBACT presieduto da #dario franceschini in sinergia col Miur.

Basta Formazione
20 posti, un bando di ammissione, limiti di età discriminanti, è questo il sunto prodotto da movimento dei professionisti culturali. Un ennesimo biennio condito da un anno di formazione sul campo dai termini poco chiari, tipo la retribuzione. Un ennesimo titolo, post dottorato per giunta. Una specializzazione nella specializzazione che non va giù a chi si occupa o vorrebbe occuparsi del settore. Anche perché cè chi può trovare tranquillamente lavoro con una laurea triennale.

Una serie di iniziative dunque, per protestare contro una scuola che effettivamente non sembrava necessaria.

Unazione coordinata denominata Boicottiamo la scuola del patrimonio! Insieme!, che è partita da un evento su facebook. La prima azione è stata quella di pubblicare stralci di titoli ed esperienze del proprio CV accompagnandolo allHashtag #nonsonoabbastanza. Lidea sarebbe quella di pubblicarli sul profili social del ministro e del ministero.

La speranza, è che il prossimo governo elimini immediatamente questa scuola, e possibilmente dia maggiore attenzione alla cultura e ai suoi lavoratori. Come previsto dallarticolo 9 della Costituzione.



news

12-10-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 OTTOBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news