LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

TOSCANA - La Regione acquista il Teatro Rossi "Ora possono partire i lavori"
17 gennaio 2018 LA REPUBBLICA


Il pavimento di cemento, l'arredo spoglio, il riscaldamento che non c'è, ma i locali continuamente animati dai laboratori e dalle prove degli attori. Il Teatro Rossi di Pisa si prepara a una nuova rinascita, quella definitiva. Sono trascorsi più di cinque anni da quando, nel 2012, un gruppo di studenti universitari e di precari della cultura decise di occuparlo, tirandolo fuori dallo stato di abbandono in cui si trovava per renderlo nuovamente uno spazio aperto alla città. Da allora l'associazione Tra ( acronimo di Teatro Rossi Aperto) ha organizzato più di 500 eventi e oggi annuncia quella che potrebbe essere la svolta decisiva: La Regione Toscana ha avviato la pratica per acquisire il Teatro Rossi dal Demanio, che è l'attuale proprietario spiegano dall'associazione Questo significherebbe poter iniziare finalmente i lavori che ci permetteranno di avere una prima agibilità con impianti elettrici funzionanti, riscaldamento e uscite di sicurezza a norma. Poi vorrebbe dire anche poter partecipare a progetti e bandi europei, cosa che fino a ora c'è stata negata visto che in qualche modo continuiamo a muoverci nell'illegalità . La conferma arriva dalla vicepresidente della Regione e assessora alla Cultura, Monica Barni: Attraverso una procedura di federalismo demaniale vorremmo che il bene passasse alla Regione spiega Ci siamo già attivati per studiare le condizioni che consentirebbero questo passaggio. I tempi non ci sono ancora, ma quello che ci sta più a cuore è trovare una soluzione duratura e fare in modo che il teatro resti vivo e attivo. La Regione conferma anche il dialogo con l'associazione, che rilancia: Vorremmo che questo spazio non perdesse l'anima che ha avuto in questi cinque anni e restasse aperto al territorio e alla contaminazione di esperienze, civiche e artistiche. Chiediamo di essere coinvolti, insieme ad altri soggetti con cui abbiamo lavorato in questi anni, da Emergency a Legambiente, fino al sistema delle residenze toscane . Il passaggio di consegne sembra essere la strada giusta per smuovere una situazione in stallo da anni: La Regione aveva già stanziato 100 mila euro, una prima tranche che doveva servire per i lavori di messa a norma della platea e di una parte del teatro ricordano dall'associazione con l'annuncio dei fondi pareva tutto a un passo e invece ci siamo ritrovati in una situazione claustrofobica dalla quale non pareva esserci via d'uscita. C'è stato un continuo rimpallo di responsabilità fra Demanio e soprintendenza ( lo spazio, del Settecento, è vincolato) con nessuno che intervenisse per dare certezze sull'apertura del cantiere. Ora che la Regione si impegna a rilevare il Teatro, ci crediamo davvero.

v.s.



news

12-10-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 OTTOBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news