LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Bagatti un museo da Nobel. Orhan Pamuk porta in via Gesù il suo Museo dell'innocenza.
19 gennaio 2018 la repubblica



E confida il suo legame speciale con Milano

La vita è fatta di coincidenze dice spesso Orhan Pamuk e le "coincidenze" negli ultimi decenni hanno creato un legame speciale tra lui, scrittore turco Premio Nobel per la letteratura, e Milano. La prima volta che sono venuto è stata nel 1959 con la mia famiglia, ricorda Pamuk, che all'epoca aveva sette anni. Mio padre, ingegnere, lavorava a Ginevra, all'Ibm.

Raggiungemmo Milano in macchina, con una Opel.

Ricordo la galleria Vittorio Emanuele II, dove i miei genitori mi comprarono una piccola macchina rossa di plastica. Nel tempo Pamuk non ha mai smesso di frequentare la città. Il suo primo editore italiano, Frassinelli, ha sede qui. Ci torna spesso per la promozione dei suoi romanzi e per una delle sue passioni: l'arte. Non a caso, i suoi luoghi milanesi del cuore sono il museo Bagatti Valsecchi e Brera.

Un anno fa all'Accademia ha ricevuto il diploma honoris causa durante un convegno sulla "poetica del museo" che ora è diventato il soggetto di un libro, Un sogno fatto a Milano. Dialoghi con Orhan Pamuk intorno alla poetica del museo (Johan & Levi), a cura di Laura Lombardi e Massimiliano Rossi. Al Bagatti Valsecchi arriva ora la mostra Amore musei ispirazione. Il Museo dell'innocenza di Orhan Pamuk a Milano, a cura di Lucia Pini e Laura Lombardi, da oggi al 24 giugno, finanziata da Regione Lombardia. Amo questa casa, l'idea e la fantasia che si celano dietro queste mura. Mi hanno influenzato molto per il romanzo che sto scrivendo. Scriveva così Pamuk nel 2007 nel libro degli ospiti della casa-museo di via Gesù, fondata nell'Ottocento dai due fratelli Fausto e Giuseppe Bagatti Valsecchi, quando la visitava per la terza volta. Nel 2008 sarebbe uscito uno dei suoi romanzi più amati, Il Museo dell'innocenza (Einaudi). Nel 2012 sarebbe stato aperto l'omonimo museo a Istanbul. Kemal, il protagonista maschile del libro, lo considera uno dei suoi cinque musei preferiti al mondo, affascinato da come al Bagatti Valsecchi oggetti di uso quotidiano raccontino storie.

Stessa filosofia del museo di Istanbul, che ricostruisce l'amore al centro anche del romanzo, quello tra Kemal e Füsun, attraverso gli oggetti che lo caratterizzano. Alcuni di essi sono stati riprodotti in ventinove vetrine colme di cose, racchiuse in una sola stanza del Bagatti Valsecchi, per l'esibizione milanese. Borse, scarpe, acqua di colonia, coni gelato, bevande illuminate dall'interno per renderle più brillanti, cartoline, video, fotografie e il manichino di un corpo umano, in una teca, perché la sofferenza sentimentale è anche dolore fisico. Un originalissimo museo nel museo, com'è stato definito da Salvatore Settis, che ne ha parlato in pubblico con il Nobel.

Una vicenda con echi manzoniani, scritta da un autore che aveva pubblicato una versione in turco de I promessi sposi, quando faceva l'editore di classici. Il futuro di questo cortocircuito tra arte letteratura e vita è, per Pamuk, mancato pittore, ancora più arte. Ha ricominciato a dipingere. Ha sistemato personalmente gli oggetti esposti al Bagatti Valsecchi fino all'ultimo secondo e ha altre idee "folli" in testa, che stanno mettendo in discussione il ruolo dei musei. Il Bagatti Valsecchi rappresenta il mio ideale. Non mausolei statali per raccontare la Storia di una nazione, ma luoghi intimi per narrare le vicende degli individui, dice Pamuk, che ha scritto anche un Manifesto sul tema, riprodotto sulla parete di un'altra stanza di via Gesù, dove c'è anche un suo video in cui spiega il senso dell'iniziativa. In prospettiva mi piacerebbe riprodurre l'edificio di Istanbul che ospita il Museo dell'innocenza, non solo le vetrine che contiene. Alla fine, l'unica cosa autentica sarò io che vado in giro a parlarne.



news

22-02-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 22 febbraio 2018

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

Archivio news