LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Paolo Giulierini " La domus romana e i calchi di Pompei in Cina i tesori dell'Archeologico"
Paolo De Luca
24 gennaio 2018 la repubblica


Reperti di terracotta, bronzo e oro, frammenti di affreschi.

Centoventi oggetti dell'area vesuviana, risalenti all'età romana. Provengono dai depositi dell'Archeologico di Napoli e viaggiano verso la Cina. Saranno protagonisti della mostra "Pompeii, the Infinite Life", in programma in cinque diversi musei del grande Paese orientale. Il progetto è organizzato dalla società "China Museum", in collaborazione col parco archeologico di Pompei e col ministero dei Beni culturali. Si comincia dal museo archeologico di Jinsha a Chengdu, dall'8 febbraio al 3 maggio. Poi l'exhibit si sposterà in altre quattro città cinesi, fino a metà 2019. Siamo orgogliosi di rientrare in questa iniziativa, commenta Paolo Giulierini direttore del Mann. Che si ponte un obiettivo: diffondere l'immagine del "suo" museo fino a Pechino. E attirare "pubblico di ritorno".

Direttore , che allestimento vedranno i visitatori orientali?

Potranno ammirare uno spaccato di Pompei. La mostra punta su più aree tematiche: dal paesaggio, al concetto di domus pompeiana. Ci sarà anche un calco, a cui si affiancheranno proiezioni e videomapping di personaggi che raccontano Pompei. In particolare si approfondiranno sezioni legate alla vita quotidiana e alla ricostruzione degli antichi ambienti domestici. Con un occhio particolare alla tecnologia.

Tecnologia antica?

Certo, le innovazioni del mondo romano, declinate nelle attività di tutti i giorni. Ad esempio, porteremo il balneum del calidarium proveniente dalla Villa della Pisanella a Boscoreale. Si tratta di uno degli ambienti termali privati meglio conservati della storia, in cui si nota anche l'ingegnoso apparato di tubature. È stato smontato e impacchettato in 14 casse.

Che ritorno può esserci per il Mann da queste mostre?

Questo tipo di exhibit sono molto importanti per il museo. Sia sotto l'aspetto finanziario, che d'immagine. Puntiamo a far conoscere ancor più la nostra cultura in Cina, le bellezze di Pompei e, di riflesso, di Napoli e dell'Archeologico. Contiamo su un pubblico di ritorno. Non a caso, il nostro videogioco "Father and Son" è stato tradotto anche in cinese.

Non solo, saranno creati anche focus di approfondimento sui nostri rispettivi usi e tradizioni, con incontri dedicati alla storia, al cibo, alla moda e altri temi ancora.

Parliamo di reperti conservati da anni nei depositi. Potremo mai vederli anche noi?

Certamente: queste mostre all'estero sono un preludio per un riallestimento definitivo del Mann.

Già nei prossimi mesi rimetteremo in funzione ulteriori sale, per far largo alla nuova esposizione di Pompei che accoglierà le famose armi di gladiatori e altri oggetti rari, o mai esposti, o per lungo tempo esposti altrove. Ci sarò poi una sezione specifica che, come negli exhibit cinesi, sarà incentrata sulle tecniche nel mondo romano e realizzata in collaborazione col museo Galileo Galilei di Firenze. Nel 2019, quando farà ritorno a Napoli, ne farà parte anche il balneum di Pisanella. In questo modo riprendiamo anche l'originale missione del Braccio nuovo del museo, studiato proprio per questi fini allestimenti.

Si parla spesso di "schiavitù dei numeri", ci sono state polemiche per la Reggia di Caserta e per la mostra del Napoli al Mann...

Nulla da obiettare al lavoro del direttore Felicori a Caserta. Per quanto riguarda la nostra mostra sul calcio Napoli, suggerirei a chi l'ha criticata di osservarla meglio, per comprendere quanto sia profondo il suo valore .




news

22-04-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 22 aprile 2018

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

Archivio news