LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

PIEMONTE - Millenaria e fragile l'abbazia chiede aiuto
Carlotta Rocci
26 gennaio 2018 LA REPUBBLICA


Bellissima, misteriosa e fragile, sembra sfidare le leggi della fisica.

Basta guardare la cima del monte Pirchiriano per capire che la Sacra di San Michele, simbolo del Piemonte, è esposta a qualsiasi evento, naturale o umano. Un incendio come quello che mercoledì ha danneggiato il tetto del convento potrebbe distruggerla, ma potrebbe farlo, per ipotesi, anche un terremoto o semplicemente il tempo. In cima alla scalinata che porta all'ingresso c'è una statua di San Michele ma da sola non basta a proteggere questa costruzione millenaria che avrebbe bisogno di continui interventi. Serve una grande attenzione per la manutenzione della Sacra, un'edificio ardito dal punto di vista ingegneristico spiega la sovrintendente delle Belle arti di Torino, Luisa Papotti Anche in passato c'erano stati profondi interventi di consolidamento, uno in particolare alla fine del diciannovesimo secolo. Era stato necessario fortificare, con una coppia di contrafforti, le mura del monumento che la leggenda vuole edificato in quel luogo per volere degli angeli che ogni notte spostavano sul Pirchiriano le pietre depositate dagli operai sul monte Carpasio, luogo in cui la costruzione era stata inizialmente prevista. Ora la soprintendenza pensa a una prevenzione a 360 gradi: Abbiamo chiesto al ministero i fondi per avviare una valutazione del rischio sismico, spiega Papotti. I padri rosminiani che hanno ereditato la gestione della Sacra nel 1836 per volere del re Carlo Alberto di Savoia conoscono bene la situazione.

La storia stessa dell'abbazia racconta interventi che si sono susseguiti nel tempo dal lontano 980, quando iniziarono i lavori dell'edificio come lo vediamo ancora oggi, all'ampliamento settentrionale del 1100, fase a cui risale anche la torre della bell'Alda. Gli elementi gotici sono del 1255, mentre uno dei restauri più imponenti risale esattamente a vent'anni fa.

A luglio di due anni fa erano partiti gli ultimi lavori di restauro che i padri si erano autofinanziati: interventi sul portale dei monaci e gli archi rampanti, e la realizzazione di una gabbia di Faraday. Ma i danni più ingenti sono sempre stati causati dall'acqua: anche quest'ultimo cantiere, nel quale si è sviluppato il rogo, serviva a fermare le infiltrazioni. Pioveva nelle stanze del convento. Chiedevano un intervento da tempo e i lavori erano partiti un mese fa, ha spiegato don Giuseppe Bagattini, rettore della Sacra e custode dell'edificio che a marzo di un anno fa è stato candidato a diventare patrimonio Unesco. Io per la Sacra sarei disposto a morire, ha detto il religioso di 82 anni che da 15 vive nell'edificio che ispirato Umberto Eco e il suo "Il nome della Rosa". Nel 2016 gli architetti erano dovuti intervenire sulla facciata nord-ovest, sia all'interno che all'esterno.

Sono trent' anni che faccio il falegname e lavoro alla Sacra: è frequente vedere cantieri in corso perché c'è sempre bisogno di qualche piccolo intervento di manutenzione, dice Renato Cantore, artigiano di Avigliana con la barba e i capelli ormai bianchi che ha visto decine di strumenti consumarsi sulle superfici ruvide dell'abbazia per cancellare i segni del tempo e conservare l'edificio.

Il tetto distrutto l'altra notte dalle fiamme era stato rifatto negli anni 80, un tempo normale per un qualsiasi palazzaccio di città, un'eternità per questo monumento. È un danno che non fa certo piacere, ma è estremamente contenuto e non crea particolari problemi spiega Papotti che ieri ha partecipato al sopralluogo alla Sacra di San Michele assieme al presidente della Regione Sergio Chiamparino e all'assessore Antonella Parigi.

Non era facile spegnere l'incendio a questa altezza aggiunge - e impedire che si avvicinasse alla chiesa. Per una prima fase servirà una copertura, per evitare che la pioggia e la neve aggravino la situazione, e nel frattempo pensare a nuovo tetto.



news

22-02-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 22 febbraio 2018

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

Archivio news