LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

SARDEGNA-La terra promessa del turismo è irraggiungibile
Sandro Roggio

I sogni di gloria del turismo non-stop in Sardegna si schiantano ai primi di settembre. Quando finisce la stagione balneare. E ritorna leco delle chiacchiere sul paradigma da cambiare; nello sfondo i post e i tweet sfigatissimi su #destagionalizzazione e #continuità territoriale.
Nel frattempo non si fa neppure finta di provarci a intercettare qualche stravagante comitiva amante dei viaggi dinverno. E non cè ponte festivo che tenga. Gli alberghi quasi tutti nei litorali castelli in aria: chiusi pure i più rinomati nonostante gli appelli dei sindaci. Le poche strutture sempre aperte sono in aree urbane.
È così. La gran parte degli albergatori poco o nulla intraprendenti in bassa stagione. Se va bene spiegano ci paghi i dipendenti, i quali ovviamente preferirebbero guadagnarsi lo stipendio anziché gravare per mesi sul bilancio dell Inps.
È la linea rinunciataria della sedicente isola delle vacanze. La spiegazione in parte è climatica. Lattrattiva principale dei bagni in mare che cessa con il calo delle temperature. Si sa, non cè gara con l estate, non a caso coincidente con il periodo delle ferie di noi tutti. L estate regina, secondo Flaiano. Lautunno la ricorda, linverno la invoca, la primavera la invidia e tenta puerilmente di guastarla.
Eppure qualcosa si potrebbe fare grazie a tutto ciò che sta sotto il magico cielo di Sardegna. La costa gallurese è emozionante pure senza sole, il tramonto su Capo Caccia non delude mai, a Oristano si mangia sempre bene, Cagliari tincanta ogni volta. Come altre centinaia di posti senza mare: dal Monte Acuto alle Barbagie, al Parco nazionale ricusato del Gennargentu.
Quanto basta per non restare in fondo nella classifica delle regioni per presenze di turisti nei mesi non estivi. Come certifica il rapporto Unicredit-TCI /2015. A sostegno del sospetto che si tratti dindolenza: se molti scelgono Trentino e Val dAosta anche senza le piste innevate.
In verità la Sardegna è irraggiungibile: sconta la dura penitenza dei trasporti insufficienti e a costi insopportabili. Malgrado lUE della coesione territoriale (nei trattati costitutivi e in quello di Amsterdam) e nonostante il diritto dei sardi ad attraversare il mare senza dipendere dalle compagnie low cost in funzione del turismo.
Un deficit a cui si potrebbe rimediare rapidamente. Le infrastrutture ci sono, quanto basta per avere a disposizione da domani molti più aerei/più navi. Insomma, collegamenti finalmente adeguati (pure per spostarsi nellisola). E potremmo vedere leffetto che fa con gli alberghi sempre aperti. Un test non rinviabile: ragionevole aspettarne lesito prima di decidere su altre trasformazioni in fascia costiera come immagina il governo a guida PD. Perpetuerebbero il sovraffollamento stressante delle spiagge a Ferragosto; e contrastanti con lobiettivo di estendere le vacanze nel tempo e nei territori lontani dalle coste, questi sì privi di attrezzature per laccoglienza pressoché inarrivabili con mezzi pubblici.
Non è il numero degli alberghi ad incrementare i visitatori di questo o quel luogo, ma casomai le brutture sparse ad allontanarli. Sembra daccordo su questo lassessore al Turismo della Regione Autonoma. E sono i numeri a dirlo. lItalia è al terzo posto nella classifica delle più premiate mete europee, nonostante sia al primo posto per la capacità ricettiva e con ampio vantaggio. Dice qualcosa a chi crede nella formula più case = più turisti= più trasporti? Basta per non immobilizzarci nell ambiguo impasto tra turismo e ciclo edilizio svincolato dalle norme di tutela paesaggistica?
Avanti allora con unintelligente sperimentazione: grazie allapertura, almeno da aprile a ottobre, degli alberghi esistenti, migliorabili senza incrementi di volume. Non sono pochi, visto che la Sardegna è a metà classifica dellaccoglienza (esercizi/posti letto) nelle regioni. Bastano per un collaudo partecipato e quindi attendibile se, appunto, si eliminasse il rischio peggiore per chi gestisce alberghi- ristoranti-bar, di non essere raggiungibili dai potenziali clienti. Chi ha il compito di colmare questo principale svantaggio? La terra promessa del turismo in Italia sinterroga aspettando aspettando lestate.

La Nuova Sardegna del 24 gennaio 2018



news

22-07-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 22 luglio 2018

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

Archivio news