LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Restauratori e policlinici
Bruno Zanardi
Il Giornale dellArte, n. 383 (febbraio 2018), p. 20

Di questi giorni sono due notizie che vengono dal mondo del restauro e della tutela. Una è che il diploma conseguito prima del 2009 alle scuole dellIstituto centrale del restauro e dellOpificio delle pietre dure è stato equiparato a una laurea. Senza dire che, in un paese normale, un titolo di studio conseguito in una scuola internazionale a numero chiuso superando un concorso bandito sulla Gazzetta Ufficiale, quello dellIcr e dellOpd, dovrebbe valere come è per lEna in Francia, quindi infinitamente di più di una comune laurea in Lettere o in Architettura oggi allegramente data a centinaia di migliaia di persone, chiarito questo, a cosa serve quel riconoscimento? A poco o nulla, se non per avere accesso a carriere nella nostra Amministrazione pubblica, o a istituzioni estere.

Né escludendo, lo aggiungo di passaggio, che nella mente di chi ha molto lavorato nel sottobosco ministeriale per ottenere linedita laurea ci sia lidea di farne il grimaldello per la creazione dun nuovo settore scientifico-disciplinare universitario in restauro dove il titolo di professore venga elargito in concorsi meno ardui da superare degli attuali. Faccio un caso concreto. I tre docenti del corso di restauro dellUniversità di Urbino che hanno partecipato ai recenti e tradizionali concorsi per professore Ordinario e Associato sono stati tutti bocciati. Nei giudizi delle Commissioni pubblicati in internet, due allunanimità, Dafne De Luca e Fabiano Ferrucci, il terzo, Laura Baratin, addirittura scrivendo uno dei commissari che deve ancora affrontare le tematiche fondanti del settore. Bocciati, restando però italicamente al loro posto; e anzi, la signora che non conosce le tematiche fondanti il settore, promossa a importanti incarichi nel Miur.

La seconda notizia riguarda invece la prossima apertura di inediti Policlinici del patrimonio culturale orditi dal presidente del Consiglio superiore dei beni culturali (Csbc) Giulio Volpe con lappoggio dei Ministri Franceschini e Fedeli (per il Cun). Policlinici che serviranno a cosa? A attuare, parole di Volpe, una revisione e migliore qualificazione del percorso formativo universitario nei vari livelli, dal triennio, fino alle specializzazioni e ai dottorati () per la tutela e valorizzazione del nostro straordinario patrimonio culturale.

Ma se la revisione riguarda solo i nuovi laureati, come pare di capire dalle parole appena citate, cosa ne fa lamico Volpe delle centinaia di migliaia di laureati nella miriade di corsi di laurea di ogni genere e tipo irresponsabilmente creati negli ultimi decenni intorno a conservazione, restauro e valorizzazione dei beni culturali? Sarà così crudele da non revisionare anche loro lasciandoli nella più nera disoccupazione come in molti stanno? Se poi sono da revisionare i laureati, prima sono da revisionare i docenti che li hanno malformati. E dove troverà il buon Volpe i perfetti docenti in grado di revisionare gli imperfetti docenti che hanno laureato storici dellarte, restauratori, esperti in radiografie, architetti, eccetera, da revisionare? A Urbino?

Inoltre, evidentemente orgoglioso dellaver coniato il termine policlinico, lamico Volpe scrive: Si può immaginare un medico che non si sia formato nelle corsie, nelle sale operatorie e nei laboratori di un ospedale? E perché mai ai professionisti dei beni culturali questo tipo di formazione-esperienza lavorativa è negata in un paese come lItalia?. Dimenticando il Volpe che sia i membri del Csbc da lui presieduto, che quelli del Cun, fanno i professori, quindi mai hanno realizzato in vita loro un restauro con le proprie mani, cioè mai hanno lavorato nelle sale operatorie dellarte.

Tutto ciò detto, gentili Ministri Franceschini e Fedeli davvero pensate che siano iniziative di questo livello la soluzione per tramandare alle future generazioni il più importante e cospicuo patrimonio storico e artistico dellOccidente, quello dellItalia e degli italiani?



news

18-02-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 18 febbraio 2018

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

Archivio news