LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. Slalom sui marciapiedi, aiuole e prati invasi: ecco i cartelloni elettorali
Simona De Santis
Corriere della Sera - Roma 7/2/2018

Pali e lamiere arrugginiti spuntano ovunque:
via Boccea, corso Francia, via Nemorense, via Cristoforo Colombo e piazza Pio XI. E al Circo Massimo coprono la vista del Palatino

Cera una volta un marciapiede praticamente integro su via Nemorense, quello che collega i due ingressi principali allomonimo parco. Niente buche, avvalli, crepe. Una benedizione per le tante famiglie che portano i figli alle giostre. Cera, appunto, perché ora non cè più. Una fila di plance pronte ad ospitare i manifesti elettorali è stata posizionata al centro esatto del marciapiede, fissata nellasfalto con puntelli di legno poi, maldestramente, ricoperti con cumoli di terra. Ogni palo dellespositore lascia nel terreno un buco di almeno venti centimetri. Stesso copione nella vicina via Panaro dove le plance arrugginite, spigolose, sporgenti, sono lì che incombono a pochi passi dallingresso della scuola Giuseppe Mazzini. Marciapiedi interdetti anche in via dei Giordani e in via di Priscilla tra tronchi di alberi tagliati e sporcizia.

A meno di un mese dalle elezioni torna lincubo dei manifesti elettorali con conseguente invasione dei già rovinati marciapiedi romani. Dal centro alla periferia, non si salva nessuno. Via Nomentana 36, ai passanti non resta che fare lo slalom facendo attenzione al ferro arrugginito. Via Alessandro Torlonia, plance semi nascoste (viene da chiedersi a cosa servano in quel punto) e marciapiede danneggiato. Viale Regina Elena, viale del Policlinico. Mentre in viale delle Scienze, allaltezza di viale dellUniversità proprio davanti alla Casa dellAviatore, i manifesti sono stati piazzati in corrispondenza della fermata Atac: chi scende dal bus 310 deve fare zig zag tra le auto in sosta e poi saltare lo scalone del marciapiede, schivare le plance e infine mettersi in salvo nella parte di strada ancora percorribile, facendo attenzione al manto dissestato. Disagi anche in via Tiburtina: larea intorno al cimitero del Verano è stata invasa dai vetusti espositori. E passando in viale Manzoni leffetto ottico resta il medesimo.

Non solo marciapiedi. Nellarea archeologica di via Guido Baccelli e in via del Circo Massimo le plance hanno trovato sistemazione nelle aiuole con conseguente deturpamento del paesaggio in unarea percorsa ogni giorno anche da centinaia di turisti (e romani). Off limits , inoltre, i rari spazi verdi di piazza Pio XI. Asfalto rovinato, poco distante, su via Gregorio VII dove le plance sono sistemate un po alla rinfusa alcune al centro del marciapiede altre più vicine ai muri. Ancora plance, ma questa volta in via Boccea dove, in assenza di marciapiedi, non restava che la soluzione aiuole. Opzione scelta per unaltra grande arteria di comunicazione: via Cristoforo Colombo. Viste le condizioni in cui versano queste strutture, sarà difficile anche attaccarli i manifesti quando arriveranno. E non è un caso che, ad esempio, una buona parte delle plance sistemate in corso Francia sia già ripiegata su se stessa. Per alcune hanno già ceduto i pali di sostegno. Con buona pace degli elettori romani.



news

18-02-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 18 febbraio 2018

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

Archivio news