LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Il mistero del rogo alla Sacra. Non è stato un corto circuito
Giovanni Falconieri
Corriere della Sera - Torino 7/2/2018

I vigili del fuoco tornano al lavoro per effettuare nuove analisi

Lunica certezza, al momento, è che non si è trattato di un episodio doloso. Per il resto, come spiegano gli inquirenti, cè ancora tanto lavoro da fare. Soprattutto sulle cause del rogo. A due settimane dallincendio che la notte tra il 24 e il 25 gennaio ha parzialmente distrutto il tetto del monastero vecchio della Sacra di San Michele, nulla ancora si sa del fattore scatenante. Lipotesi del corto circuito è stata infatti scartata, mentre il nucleo investigativo dei vigili del fuoco si è rimesso al lavoro nel tentativo di scoprire da dove siano partite le fiamme. E, soprattutto, cosa le abbia provocate.

Il fascicolo dindagine aperto allindomani dellincidente è sulla scrivania del procuratore aggiunto Vincenzo Pacileo, il titolo di reato ipotizzato dal magistrato è lincendio colposo. Lala del vecchio monastero danneggiata dal rogo è tuttora sotto sequestro, mentre la devastazione del tetto trasmette ancora la fortissima sensazione dello scampato pericolo. Adesso occorrerà ricostruire, rimettere insieme i cocci e ripartire. Le prime stime parlano di danni per mezzo milione di euro. Non sarà facile ricominciare.

Linterrogativo più urgente al quale si dovrà fornire una risposta riguarda proprio lorigine dellincendio. Dopo aver scartato immediatamente la possibilità che si fosse trattato di un gesto doloso, i vigili del fuoco hanno ipotizzato che a scatenare le fiamme fosse stato un cortocircuito accidentale dovuto ai lavori di ristrutturazione. Circa un mese prima dellincidente, infatti, alla ditta Regedit di Volvera era stato affidato un intervento di rifacimento del tetto. I restauri erano proseguiti fino alla giornata del 24 gennaio, un mercoledì. Poi le fiamme che hanno avvolto il tetto della foresteria del convento della Sacra hanno vanificato in un istante quanto di buono era stato fatto fino ad allora. Una volta cessato lallarme, gli operai sono stati interrogati dai carabinieri di Rivoli e dagli uomini della polizia giudiziaria della Procura. Le testimonianze raccolte dagli investigatori e i primi accertamenti effettuati dagli esperti hanno però escluso il corto circuito.

Avevano lavorato per ore, i vigili del fuoco. Dalle nove di sera del 24 gennaio fino alla tarda mattinata del giorno successivo. A ritmo serrato. Per domare le fiamme prima che arrivassero alla chiesa. Mentre i volontari dellassociazione Gli amici della Sacra avevano messo in salvo lettere e diari antichi, certificati di nascita e di morte, fatture e libri di qualche secolo fa. Reperti storici portati via prima che le fiamme potessero causare un danno incalcolabile. Anche il presidente della Regione Piemonte, Sergio Chiamparino, aveva temuto il peggio: Abbiamo corso un bel rischio, ma per fortuna i danni restano circoscritti. È andata così, per fortuna.

Adesso, però, occorre risolvere lenigma più grande, rispondere allinterrogativo più urgente: cosè accaduto alla Sacra di San Michele?



news

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

25-04-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 25 aprile 2018

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

Archivio news