LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Corsi, concorsi e ricorsi di una storia infinita
Francesco Erbani
03 febbraio 2018 LA REPUBBLICA



In che cosa consiste e a quando risale la riforma dei musei?

La riforma è stata varata alla fine del 2014. Essa rende autonomi e sgancia dalle Soprintendenze prima venti, poi altri dieci fra i principali musei e siti archeologici e monumentali. Per essi prevede direttori scelti con una selezione alla quale partecipano cittadini italiani e non italiani. Le selezioni sono state compiute nel 2015.

Quali musei sono diretti da non italiani?

Gli Uffizi sono diretti dal tedesco Eike Schmidt, Capodimonte dal francese Sylvain Bellenger, Brera dall'inglese James Bradburne, la Galleria dell'Accademia di Firenze dalla tedesca Cecilie Hollberg, Palazzo Ducale a Urbino dall'austriaco Peter Aufreiter, gli scavi di Paestum dal tedesco Gabriel Zuchtriegel, Palazzo Ducale a Mantova dall'austriaco Peter Assmann.

Perché dei musei si occupa il Consiglio di Stato?

Perché contro alcune designazioni sono stati presentati ricorsi al Tar e le sentenze del Tar sono state appellate presso il Consiglio di Stato. Il Tar del Lazio ha accolto alcuni ricorsi nel maggio del 2017, ma il Consiglio di Stato ne ha sospeso la validità in attesa di pronunciarsi nel merito. Nel luglio scorso lo stesso Consiglio di Stato ha giudicato corretto il concorso per il Parco archeologico del Colosseo, sia per la procedura sia per l'ammissione di cittadini non italiani.

Quali sono stati i giudizi sulla riforma Franceschini?

La riforma ha suscitato una vivace controversia. Da una parte c'è chi ha apprezzato un'autonomia che garantisce ai musei di trattenere gli incassi da biglietti e di poter impostare iniziative sia scientifiche sia di valorizzazione. Dall'altra chi ha contestato la rottura di un legame storico fra musei e soprintendenze e il concentrarsi delle attenzioni sui musei, considerati un'eccellenza, rispetto alla tutela del patrimonio diffuso e del paesaggio.

È possibile trarre un bilancio della riforma?

Il ministero sottolinea l'aumento vertiginoso dei visitatori rispetto al periodo precedente la riforma.

L'aumento c'è, ma non è tutto dovuto alla riforma. Molti musei hanno migliorato l'accoglienza, gli allestimenti, le relazioni con il territorio.

Secondo i critici, però, si sono privilegiate iniziative promozionali giudicate improprie, come l'inopportuno affitto di sale.



news

18-02-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 18 febbraio 2018

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

01-11-2017
Nella sezione Interventi e recensioni un nuovo intervento di Vittorio Emiliani sulla legge sfasciaparchi

01-11-2017
A un anno dal terremoto, dossier di Emergenza Cultura

29-10-2017
Petizione per salvare il Museo d'Arte Orientale dalla chiusura

20-10-2017
Crollo Santa Croce, l'esperto:INTERVISTA - "Da anni chiediamo fondi per consolidare pietre, inascoltati"

20-10-2017
Bonsanti sul passaggio di Schmidt da Firenze a Vienna

16-10-2017
MANOVRA, FRANCESCHINI: PIÙ RISORSE PER LA CULTURA E NUOVE ASSUNZIONI DI PROFESSIONISTI DEI BENI CULTURALI

24-09-2017
Marche. Le mostre e la rovina delle montagne

07-09-2017
Ascoli Satriano, a fuoco la copertura di Villa Faragola: la reazione di Giuliano Volpe

30-08-2017
Settis sui servizi aggiuntivi nei musei

Archivio news