LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MANTOVA - Sos dal settore pubblico Organici ridotti all'osso
03 febbraio 2018 LA REPUBBLICA



I soldi in busta paga fanno almeno 85 euro al mese in più, ma anche il riconoscimento dell'azione sindacale, mortificata per otto lunghi anni. La neosegretaria della Funzione pubblica Cgil, Elena Giusti, punta l'indice contro l'ex ministro Brunetta, quello che il 25% degli statali era un grumo di fannulloni, un altro 25% un modello di bravura e il restante 50% una media incolore. Rinnovato nei giorni scorsi, dopo l'intesa sottoscritta da Cgil, Cisl, Uil e governo nel novembre 2016, il contratto nazionale delle Funzioni centrali mette ora assieme ministeri, agenzie fiscali ed enti pubblici non economici. E, sottolinea la Giusti, rimette al centro l'azione sindacale e restituisce dignità ai dipendenti pubblici, sollecitando anche l'efficienza nei confronti dell'utenza. Il rinnovo del contratto offre l'occasione per una ricognizione locale. Nel Mantovano gli addetti al comparto sono circa 700: agenzie fiscali 226 (dogane 26, entrate 200); ministero dei Beni culturali 88 (Ducale 57, 20 Museo archeologico, 11 Archivio di Stato); ministero dell'Istruzione 10 (i naufraghi del Provveditorato); ministero dell'Economia e delle finanze 40 (impiegati al Catasto); Interni 85 (Questura 30, Prefettura 55); ministero del Lavoro 40; ministero della Giustizia 130 tra Procura, Tribunale e Uepe; enti pubblici non economici 75 (Inail 35, Inps 30, Aci 10). Il problema, comune a tutto il comparto pubblico, è quello della carenza di organici denuncia la segretaria Fp Cgil. Ci sono meno dipendenti di quanto le dotazioni prevedano, e alla penuria d'impiegati non corrisponde un alleggerimento del lavoro. Le situazioni più critiche a Palazzo Ducale, che per carenza di personale (57 impiegati a fronte dei 78 previsti) ha chiuso il percorso di Corte Vecchia, all'Archivio di Stato, dimezzato nel numero di dipendenti (la pianta organica dice 20), al Provveditorato, a dispetto della lunga sequenza di allarmi lanciati, e all'Inail, in particolare il settore liquidazioni, penalizzata dall'accorpamento con Crema e Cremona. Escluso il Ducale, dotato di ampia autonomia gestionale, tutti gli altri uffici sono appesi all'incertezza dei concorsi. Mentre la coperta della mobilità intercompartimentale è troppo corta da manovrare.Se i numeri preoccupano, le prospettive incoraggiano. La Giusti ripone speranze nella commissione paritetica che, prevista dal nuovo contratto, si metterà presto al lavoro per unificare i sistemi di classificazioni dei vecchi comparti dei ministeri, delle agenzie fiscali e degli enti pubblici non economici, rivedendo criteri di progressione economica del personale, agganciati alla valutazione delle competenze e delle esperienze professionali. Si tratta di uno strumento che può aiutarci a cambiare l'immagine del travet nell'opinione pubblica valorizzandone le competenze si augura la Giusti. Astenersi fannulloni. (ig.cip.)




news

23-09-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 23 SETTEMBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news