LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

MANTOVA - Sos dal settore pubblico Organici ridotti all'osso
03 febbraio 2018 LA REPUBBLICA



I soldi in busta paga fanno almeno 85 euro al mese in più, ma anche il riconoscimento dell'azione sindacale, mortificata per otto lunghi anni. La neosegretaria della Funzione pubblica Cgil, Elena Giusti, punta l'indice contro l'ex ministro Brunetta, quello che il 25% degli statali era un grumo di fannulloni, un altro 25% un modello di bravura e il restante 50% una media incolore. Rinnovato nei giorni scorsi, dopo l'intesa sottoscritta da Cgil, Cisl, Uil e governo nel novembre 2016, il contratto nazionale delle Funzioni centrali mette ora assieme ministeri, agenzie fiscali ed enti pubblici non economici. E, sottolinea la Giusti, rimette al centro l'azione sindacale e restituisce dignità ai dipendenti pubblici, sollecitando anche l'efficienza nei confronti dell'utenza. Il rinnovo del contratto offre l'occasione per una ricognizione locale. Nel Mantovano gli addetti al comparto sono circa 700: agenzie fiscali 226 (dogane 26, entrate 200); ministero dei Beni culturali 88 (Ducale 57, 20 Museo archeologico, 11 Archivio di Stato); ministero dell'Istruzione 10 (i naufraghi del Provveditorato); ministero dell'Economia e delle finanze 40 (impiegati al Catasto); Interni 85 (Questura 30, Prefettura 55); ministero del Lavoro 40; ministero della Giustizia 130 tra Procura, Tribunale e Uepe; enti pubblici non economici 75 (Inail 35, Inps 30, Aci 10). Il problema, comune a tutto il comparto pubblico, è quello della carenza di organici denuncia la segretaria Fp Cgil. Ci sono meno dipendenti di quanto le dotazioni prevedano, e alla penuria d'impiegati non corrisponde un alleggerimento del lavoro. Le situazioni più critiche a Palazzo Ducale, che per carenza di personale (57 impiegati a fronte dei 78 previsti) ha chiuso il percorso di Corte Vecchia, all'Archivio di Stato, dimezzato nel numero di dipendenti (la pianta organica dice 20), al Provveditorato, a dispetto della lunga sequenza di allarmi lanciati, e all'Inail, in particolare il settore liquidazioni, penalizzata dall'accorpamento con Crema e Cremona. Escluso il Ducale, dotato di ampia autonomia gestionale, tutti gli altri uffici sono appesi all'incertezza dei concorsi. Mentre la coperta della mobilità intercompartimentale è troppo corta da manovrare.Se i numeri preoccupano, le prospettive incoraggiano. La Giusti ripone speranze nella commissione paritetica che, prevista dal nuovo contratto, si metterà presto al lavoro per unificare i sistemi di classificazioni dei vecchi comparti dei ministeri, delle agenzie fiscali e degli enti pubblici non economici, rivedendo criteri di progressione economica del personale, agganciati alla valutazione delle competenze e delle esperienze professionali. Si tratta di uno strumento che può aiutarci a cambiare l'immagine del travet nell'opinione pubblica valorizzandone le competenze si augura la Giusti. Astenersi fannulloni. (ig.cip.)




news

17-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 17 settembre 2019

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news