LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Brescia. Il Paroto andrà in Pinacoteca
Alessandra Troncana
Corriere della Sera - Brescia 14/2/2018

Il Polittico del Paroto, comprato allasta da Ubi fondazione Cab nel 2012, sarà ospite per qualche mese della Pinacoteca.

Dopo essersi scolato una bottiglia di assenzio, il maudit passava le notti sulla panchina di fronte al Café de la Rotonde e poi iniziava a dipingere colli affusolati nel suo studio di Montparnasse. Compagne di notti alcoliche, amanti, prostitute parigine e Jeanne, la musa che si rifiutava di ritrarre senza biancheria intima, sono tutte lì, olio su tela, con la modella per il Nu couché: se lopera di Modigliani, finita nellappartamento dellavvocato-collezionista Pietro Feroldi e venduta allasta a un eccentrico miliardario di Shangai per 170 milioni di dollari, è stata forse la perdita più tragica per Brescia, altri capolavori sono tornati in città grazie a ricchissimi mecenati.

Per il Polittico del Paroto, nel 2012, Ubi fondazione Cab ha firmato un assegno da 180 mila sterline: lopera è stata acquistata dopo un notevole sbracciamento di palette da Christies, riportata a Brescia con un trasporto darte eccezionale, custodita per qualche mese nel caveau della banca e infine esposta nella chiesa di Santa Maria della Carità riaperta al culto di fedeli e visitatori profani dopo un restauro di due anni da oltre due milioni di euro.

Conteso dai salotti dellalta borghesia, esibito a Parigi, ripudiato con sdegno dal Comune di Milano quando lavvocato Cavaleri, collezionista bulimico e noto radicale, aveva deciso di lasciarlo alla città (nel 1871) e torturato da restauri sciagurati, il Polittico sarà ospite della Pinacoteca: la fondazione ha deciso di prestarlo per la vernice, il 16 marzo, e di lasciarlo a palazzo Martinengo per qualche mese. Lopera traslocherà il primo marzo: la durata del suo soggiorno è ancora aleatoria (la decideranno Cab e Brescia Musei al momento di firmare il contratto) ma il progetto è già stato inoltrato alla soprintendenza, che pare non abbia da obiettare nemmeno una virgola.

Un altro ritorno eccellente a Brescia è stato quello del Ritratto di giovane flautista di Savoldo, con lautografo dellautore sul foglio da musica appeso alla parete. Lopera, dipinta nel 1540 circa e ritrovata nella collezione di lord Anherest di Sevenoaks, fu esposta per la prima volta a Londra nel 1894. Poi fu acquistata da Alessandro Contini Bonacossi dopo essere stata esclusa dal lascito agli Uffizi, e venduta dagli eredi a Peter Sharp, collezionista newyorkese. A riportare il capolavoro in città fu la Banca Popolare di Brescia dopo unasta con rialzi assassini e svenimenti tra il pubblico. Con grande generosità, la Bipop lo ha lasciato in deposito alla Loggia: tra poco tornerà nelle stanze con tappezzeria di velluto della Pinacoteca.



news

14-09-2019
Da Artribune: Franceschini sospende i decreti Bonisoli

13-09-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 13 settembre 2019

05-09-2019
Franceschini, il primo appuntamento al Museo della Liberazione di via Tasso

02-09-2019
Giuliano Volpe: Ci piacerebbe un ministro più educato

29-08-2019
Da Finestre sull'arte vi segnaliamo...

25-08-2019
Sul Financial Times si parla dei provvedimenti Bonisoli

22-08-2019
Trasferito il Soprintendente di Pisa che si era opposto alle bancarelle in piazza dei Miracoli

20-08-2019
In Finestre sull'arte: Gli accorpamenti della riforma Bonisoli affosseranno definitivamente i musei piccoli?

20-08-2019
Caos musei. Nel sito Emergenza Cultura vi segnaliamo...

16-08-2019
Da Finestre sull'arte: Musei, tutti gli accorpamenti decisi da Bonisoli

14-08-2019
Bonisoli firma decreto musei, ecco cosa prevede

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

Archivio news