LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Brescia. La Pinacoteca ora rinasce a colori
Alessandra Troncana
Corriere della Sera - Brescia 17/2/2018

Sarà un museo allavanguardia. In autunno pronta la copertura di vetro del cortile

Sale di velluto colorato che esaltano le opere, luci al Led, impianti a pavimento: quella che aprirà il 17 marzo dopo 9 anni sarà una Pinacoteca hi-tech. La Loggia e Brescia Musei hanno concesso unanteprima a stampa e cultori della materia, svelando le stanze e un embrione dellallestimento. Hanno già trovato posto i quadri del Ceruti.

Il velluto rosso cardinalizio è ton sur ton con labito dalle maniche a sbuffo della serva nella Cena in Emmaus. I Profeti del Moretto fluttuano nella sala lapislazzulo, e il Laocoonte postumo del conte Tosio morì prima di vederlo: Paolina fece saldare le fatture agli eredi e lopera arrivò a Brescia in treno sintravede sotto un telo trasparente. Dai lucernari trapela una luce artificiale che assorbe gli umori di quella naturale: esalta ogni centimetro di una Pinacoteca capace di sedurre anche i più scettici e gli intransigenti.

Il palazzo del conte Leopardo Martinengo aprirà al culto dei visitatori e a una bolgia umana il 17 marzo, dopo nove anni di astinenza dai suoi capolavori, esiliati in Santa Giulia e al Museo Diocesano, e un restauro da 6 milioni e mezzo di euro (di cui 1,5 arrivati da fondazione Cariplo). Loggia e Brescia Musei hanno concesso una preview ai cronisti impiccioni tra quadri ancora incartati, pitocchi e lavandaie già accolti nelle sale di velluto, tecnici che danno gli ultimi ritocchi. La Pinacoteca ha detto Luigi Di Corato, direttore di Brescia Musei sarà uno dei più importanti esempi di museologia in Europa. Senza presunzione: Ci siamo confrontati con un edificio storico importantissimo, con tutte le difficoltà del caso, e abbiamo immaginato una struttura assolutamente raffinata, con impianti e un allestimento di altissima qualità: abbiamo tentato di trovare larmonia tra il presente e il passato. La Pinacoteca nasce grazie al senso civico dei bresciani, di Paolo Tosio e di Leopardo Martinengo. Il progetto tiene conto della coscienza civica, speriamo sia dispirazione per il futuro. La suggestione: Abbiamo immaginato un luogo confortevole, non costrittivo, in cui le persone possano vivere unesperienza piacevole.

Il percorso 110 dipinti, altrettanti oggetti si dipana tra tappezzerie di velluto rigorosamente abbinate ai colori e agli sfondi olio su tela, su un pavimento a terrazzo veneziano (il parquet a lisca di pesce è stato scartato). Lallestimento segue tre principi dice Di Corato : lordine cronologico, i nuclei collezionistici, laccostamento fra oggetti e i dipinti. A piano terra, esporremo opere a rotazione. Il viaggio nellarte inizia dal gotico internazionale del tardo Trecento in una delle rare sale con lintonaco alle pareti (le altre hanno il velluto o gli stucchi recuperati: uno stacco voluto tra le parti che si affacciano sul cortile e quelle più antiche). Foppa, subito dopo, avrà una stanza foderata di grigio perla. Il divo della collezione, lAngelo di Raffaello, il suo Redentore, laMadonna dei garofani della sua bottega, la Salomè impudica e lAnnunciazione del Moretto saranno gli inquilini della sala blu. Ancora: la Cena in Emmaus sarà in corrispondenza amorosa con le Natività di Lotto e Savoldo, e una sala sarà riservata ai polittici, tra cui il Paroto concesso in prestito da Ubi fondazione Cab. I pitocchi vestiti di stracci e le lavandaie del Ceruti, incluso il ciclo di Padernello, sono già appesi in una sala rivestita di velluto verde bottiglia e gli oggetti in quelle in cui trapelano gli antichi stucchi una mano impudente aveva ricoperto di vernici bianche . Lallestimento finisce nellOttocento, con le reliquie del conte Tosio: la Nascita del Battista di Angelica Kauffman, bella e osannata pittrice tedesca e sedicente amante di Goethe (lo ritrasse con un invidiabile cappello a tese larghe) e i due Hayez concessi dal sindaco Emilio Del Bono, che li aveva nel suo ufficio e se ne è privato (ma spera di sostituirli con il Bagnatore appena comprato allasta). Cè anche il Laocoonte inedito che il conte non è mai riuscito a vederlo: fu completato nel 1854, e fino ad ora è restato nascosto dei depositi. Ogni opera entrerà a palazzo solo dopo il restauro concesso anche dai mecenati e dalla chiamata alle arti. I lavori sono ancora in corso: Continueremo fino allultimo minuto fa sapere lassessore Valter Muchetti. In autunno, massimo inizio del 2019, sarà pronta la copertura di vetro del cortile che,con il bar, permetterà al pubblico di bere un espresso a palazzo anche quando la Pinacoteca sarà chiusa. A questo obiettivo abbiamo lavorato con grande unità dintenti con la Loggia: inizialmente, il progetto guardava al palazzo come a quello di un nobile collezionista dellOttocento. Poi si è deciso di mettere in primo piano il contenuto rispetto al contenitore fa sapere il soprintendente Giuseppe Stolfi. Il vice sindaco Laura Castelletti ricorda come al nostro insediamento ci siamo trovati una Pinacoteca chiusa da nove anni senza un solo euro a bilancio negli ultimi due. La riapriamo con un lavoro di squadra. Per il sindaco Emilio Del Bono abbiamo altre due sfide: la Crociera di San Luca e il Castello. Le coglieremo.



news

24-05-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 24 maggio 2019

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

Archivio news