LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Fuga dal centro? Lassessore dissente
Marzio Fatucchi
Corriere Fiorentino 22/2/2018

Perra: spopolamento causato dalla denatalità, non da Airbnb. Ma ci sono dati e dati...

Il boom della locazione turistica è evidente, lo dimostra il gettito fiscale. Ma lo spopolamento del centro, causato dalla locazione turistica, invece non è evidente. Dopo i casi dei due palazzi di piazza San Felice in procinto di trasformarsi in affitti per turisti, lassessore al Bilancio Lorenzo Perra contesta la desertificazione del centro: lo spopolamento cè ma è legato alla denatalità, non al turismo.

n confronto su numeri e statistiche. Il tema è il centro, in particolare lOltrarno, dopo il caso di piazza San Felice, aggredito dagli affitti turistici, dai residence, dagli Airbnb. Un processo di desertificazione che, questa laccusa, sta riducendo la città a parco a tema per i visitatori.

Il boom della locazione turistica è evidente, basta guardare il gettito delle imposte. Ma lo spopolamento del centro, causato dalla locazione turistica, invece non è evidente. Lorenzo Perra, economista (ed ex editorialista del Corriere Fiorentino ), ora assessore al bilancio di Palazzo Vecchio, prende i dati della residenza anagrafica, quella ufficiale, dal 2006 al 2018: Più 0,55%. Cambia la popolazione, ci sono più stranieri, sia fuori che in centro. Dal 1980 si è registrata lespulsione dei residenti verso lhinterland da 460 mila a 363 mila nel 2008 poi dal 2009 i residenti sono leggermente aumentati fino agli attuali 377 mila, di cui 66.531 nel Quartiere 1; di questi, 11.294 non italiani.

Perra punta il dito contro il bassissimo tasso di natalità. Il saldo è da 10 anni negativo: circa 1.600-1.800 persone lanno la differenza tra deceduti e nati nel Comune di Firenze. Se la popolazione resta stabile è merito degli immigrati, italiani e non. La stima è di 335 italiani in meno in centro, nel 2017. Ma è un trend nazionale, non fiorentino, anche agli stranieri di seconda generazione fanno meno figli dei loro padri insiste Perra. Così in centro, per lassessore, si verifica un fenomeno di sostituzione: quando lanziano muore, difficilmente la sua casa viene abitata dai figli. Non è la locazione turistica, ma solo la natalità a desertificare il centro. Comunque con una popolazione costante.

Alla tesi dellassessore, oltre che con levidenza dei racconti di chi il centro lo abita e lo vive, è facile obbiettare che lui parla di residenza anagrafica, da cui si dovrebbero però estrarre quelli che in realtà hanno il domicilio altrove, insomma quelli che in centro risultano residenti ma magari sono domiciliati altrove. Ma cè anche il fenomeno inverso. Ed i dati di Vodafone sui movimenti dei cellulari ci dicono che in centro, di qua dArno, descritto ormai come deserto da anni, di notte in media ci sono oltre 33 mila persone invece che i 18 mila registrati allanagrafe, continua lassessore. Dati su cui ci sono forti incertezze, non fosse altro che per la presenza dei frequentatori della movida. Così come mancano i dati per singolo rione del centro: i residenti sono aumentati a San Jacopino (che con le Cascine fa parte del Quartiere 1), a San Lorenzo, alla Stazione e magari diminuiti in Oltrarno? Studieremo queste dinamiche. Posso presumere che ci siano molti residenti che lavorano altrove, hanno il domicilio in campagna o hanno la residenza fittizia per non pagare lImu ribatte Perra ma a noi non tornano neanche i vostri dati sul mercato immobiliare. Secondo lAgenzia delle Entrate, il costo massimo in Oltrarno a metro quadro è 4.200 euro, la percentuale di case vendute è inferiore al resto della provincia. Si tratta comunque di 4.800 case vendute, nel 2016 (ultimi dati disponibili). Trovare davvero case a quel prezzo è unimpresa: Tecnocasa e gli agenti immobiliari della zona dicono cose diverse dallassessore. E si torna al fatto che un quarto delle case vengono comprate per metterle a rendita con i turisti. Quello che mi dicono gli agenti immobiliari è che prima si compravano case per affitti a studenti o lavoratori, ora si preferisce il turismo a breve. Ma le statistiche non confermano un enorme flusso di case in uscita.

Il lungo confronto si chiude con Perra che ricorda tutto quello che il Comune ha fatto per far emergere gli affitti turistici in nero o in grigio, dallaccordo con Airbnb al lavoro con la Finanza contro levasione allalbo obbligatorio per gli Airbnb proposto dalla Regione: Non voglio banalizzare: ci deve essere un rapporto corretto tra affitti per turisti e affitti per residenti. Ma noi lavoriamo con leggi e regole vigenti. Con la tassa di soggiorno estesa agli Airbnb arrivano milioni di euro al Comune, ora chiediamo a Stato e Regione nuovi strumenti. Per la residenza abbiamo abbassato lImu per gli affitti di lungo periodo, a canone concordato, e labbatteremo ancora di più. Ma se non affrontiamo il fenomeno della natalità, non vediamo la realtà del vero problema.





news

16-07-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 16 luglio 2019

01-07-2019
APPELLO - Per il parco archeologico dell'Appia Antica

30-06-2019
Documento dell'API sulla riforma del Ministero: riorganizzazioni perenni

27-06-2019
La FCdA per il Museo Etrusco di Villa Giulia e il Parco Archeologico dell'Appia Antica

26-06-2019
Firenze, l'annuncio di Bonisoli: "Accademia formerà polo unico con gli Uffizi"

21-06-2019
Lorenzo Casini sulla riforma del Ministero: Linsostenibile leggerezza ovvero la nuova riorganizzazione del Ministero per i beni e le attività culturali (Mibac)

05-06-2019
Alinari. Quale destino per la più grande raccolta museale di fotografie in Italia? Un comunicato della SISF

30-05-2019
Bando per il premio Silvia Dell'Orso 2019: scadenza 30 settembre

07-05-2019
Dal blog di Carlo Pavolini: Luca Nannipieri e l'abolizione delle Soprintendenze

25-03-2019
Pisa. Bonisoli: Sarà trovata soluzione per ambulanti ma non in piazza Miracoli

25-03-2019
E' mancato questa mattina Andrea Emiliani

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

Archivio news