LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze, Oltrarno. Lì affreschi, colonne, porte ricurve. San Felice, 2: parla lultimo inquilino
Antonio Passanese
Corriere Fiorentino 23/2/2018

Abitò per trentanni nel palazzo destinato ai turisti: La soprintendenza ci vada

Faccio un appello alla Soprintendenza perché visiti quello storico palazzo. Io ci sono affezionato e mi spezza il cuore sapere che cambierà. Ma dovrebbe interessare anche a loro, perché lì dentro ci sono tesori di una Firenze che sta scomparendo. Massimo Misiti, 64 anni, al civico 2 di piazza San Felice ci ha abitato trentanni. E quei grandi soffitti affrescati, le colonne, i pavimenti con il cotto antico e la scala elicoidale che a Firenze se li ricorda benissimo. E li racconta ora che la palazzina sembra destinata ad essere trasformata in una residenza extra lusso.

Trentanni fa però, quando lOltrarno era ancora un quartiere vivo e ambito dai fiorentini, Massimo Misiti ci viveva con la sua famiglia. E prima di lui ci avevano vissuto i suoi nonni, i Monacelli, per più di 50 anni, dal 1933 al 1987: una storia, la loro, che si è intrecciata con quella dellOltrarno passando per le persecuzioni, la Liberazione e lalluvione. Quella casa ha visto crescere la mia mamma, gli zii e aveva ospitato tante persone prima e dopo la guerra racconta Massimo Misiti Lì avevano trovato rifugio perseguitati dal fascismo, ebrei, disertori italiani e tedeschi.

Per Massimo piazza San Felice è la casa dellinfanzia e dei ricordi spensierati, e nonostante in quella palazzina non entri più da circa 30 anni ne ricorda perfettamente ogni angolo, perfino il numero degli scalini che scendeva e saliva in continuazione. Per arrivare nel nostro appartamento cerano da fare 81 gradini, dellaltezza di una ventina di centimetri luno: la scala è di forma elicoidale ed è divisa in 9 rampe da 9 scalini ognuna. La discesa era un vero rodeo. Per noi ragazzi quella casa era un sogno e un mistero nello stesso tempo aggiunge Misiti Disposta su tre livelli, con grandi sale dai soffitti affrescati (probabilmente del Settecento considerata la scelta di soggetti mitologici e le decorazioni a trompe loeil ), con le scale per collegare i livelli e tante stanze e i pavimenti in cotto antico. Quellappartamento di più di cento metri quadrati si prestava a corse e giochi, ma anche ad alimentare paure, quando ci si muoveva soprattutto dinverno, da un punto allaltro. Dalle finestre della soffitta di poteva vedere Piazza Pitti e Palazzo Pitti e più in lontananza la torre di Arnolfo. Insomma una meraviglia.

Come è una meraviglia tutto ciò che è contenuto al suo interno e che molti ignorano: le colonne, la fioriera in pietra serena posta a pian terreno subito dopo il piccolo corridoio che collega lingresso principale con gli appartamenti e lantica farmacia, gli affreschi e le porte curve in massello per riprendere la forma elicoidale delle scale. Come dimenticare poi la farmacia Pitti con i suoi arredi storici, i vasi con le erbe, gli strumenti, i soffitti dipinti, che serviva, insieme a quella di Santo Spirito, tutto il quartiere. E ancora, il bar Bianchi, nella palazzina accanto, che ancora oggi conserva molti arredi originari ed è uno dei locali che dagli anni Venti è sempre stato gestito dalla stessa famiglia.



news

10-08-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 10 agosto 2018

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

Archivio news