LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Brescia. La pinacoteca ritrovata
Tino Bino
Corriere della Sera - Brescia 24/2/2018

Non si avverte fisicamente. Le mille tribolazioni della quotidianità paiono confinarla nellarea marginale della nostra vita collettiva. Ma al contrario la riapertura della Pinacoteca è attesa, nella coscienza della città con intima trepidazione. La sua chiusura, per tanti anni, ci ha reso orfani. Anche senza saperlo. Lo è stato nelle cose. Non cè bisogno di esserne stati fruitori, frequentatori assidui od occasionali. E nemmeno di amare larte e i capolavori che la Pinacoteca custodisce per averne patito lassenza. Vero è che la città era amputata. Monca di una parte di sé. Perché li sono custoditi i nostri caratteri. Quelli popolari come le figure del Romanino, o quelli ordinati, ambiziosi come le pitture del Moretto e quelli dallanima sublime dei bisogni dello spirito come i colori delle tele di Savoldo. E dunque ci basta sapere che qualcuno in quelle sale entra anche per noi, le attraversa con curiosità, le guarda come una autentica ricchezza pubblica per diventare una città più colta, più consapevole, meno gretta. Gli è che larte è la nostra alterità, la proiezione di noi allinfinito, il legame tra le generazioni, la radice del nostro abitare, del nostro stare insieme. Anche solo il transito in quella ombreggiata piazza da cui si accede alla pinacoteca ha sempre conservato il fascino di un pausa civile, il bisogno di sosta, linvito alla riflessione. La pinacoteca è solo un contenitore. Ma è lo strumento di base per conservare e custodire il meglio dellarte prodotta o collezionata nella storia della città. Ci fu un tempo iconoclasta, negli anni Settanta, in cui era in discussione anche la fine dei musei, considerati una chiusura e dunque una esclusione dal godimento pubblico e gratuito dellarte. Fu una stagione che si sconfisse da sola, sollevò bisogni cui non seppe dare risposte. E lasciò le arti al loro ruolo,alla loro funzione. Che è quella dei classici. Che ci leggono più di quanto noi li leggiamo. Significa che davanti ad un capolavoro della pittura, ad un quadro che ci emoziona, ogni volta quel quadro ci chiede se abbiamo capito, se abbiamo imparato, se ci siamo arricchiti nello spirito. Per questo la Pinacoteca, dentro la città, è una grande occasione. E non averla avuta a portata di mano, è stata una privazione. La Tosio Martinengo che fra qualche giorno sarà restituita al tempo della città, non ha mai avuto molti visitatori. Non era nelle abitudini dei bresciani. Ma era una loro significativa carta didentità. E d ora riprende il suo ruolo decisivo.



news

12-10-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 12 OTTOBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news