LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Saremo la centrale di politica estera dei beni archeologici
di ANTONIO ZANARDI LANDI*
18 febbraio 2018 IL MESSAGGERO VENETO

Il presidente della Fondazione: È un salto di qualità Le mostre e i restauri per aiutare i paesi dopo le guerre


La conclusione dellAccordo Stato-Regione che rinnova per altri dieci anni la Fondazione Aquileia e che trasferisce in gestione alla stessa la totalità del patrimonio archeologico, storico e artistico aquileiese, rappresenta il punto darrivo di un lungo e impegnativo percorso iniziato, appunto, il giorno 11 marzo 2008. Percorso che ha avuto il sostegno costante della Regione, principale e regolare finanziatore delle attività della Fondazione, e a cui la presidente Serracchiani ha voluto imprimere un passo diverso e più veloce sin dallinizio del suo mandato.

Il trasferimento alla Fondazione Aquileia del Museo Archeologico Nazionale e del Museo Paleocristiano rappresenta un gesto di fiducia piena e incondizionata nei confronti delle capacità gestionali, organizzative e di programmazione della Fondazione che ci onora e consentirà unazione di valorizzazione maggiormente coordinata e con prospettiva più ampia, nellobbiettivo di attirare lattenzione italiana ed europea sullo straordinario patrimonio aquileiese, che è costituito non solo da pietra e mosaici, ma anche e soprattutto da storia, da memoria, di suggestione e di idee importanti per il futuro dellEuropa.

Credo che il rinnovo della Fondazione e il salto di qualità notevolissimo realizzato questanno con il conferimento della totalità delle aree prima e dei restanti fondi ed edifici museali nei giorni scorsi si debba, oltre che allottima capacità di intesa tra la presidente Serracchiani e il ministro Franceschini, anche al grande lavoro fatto dalla Fondazione negli ultimi anni, a iniziare con la Südhalle inaugurata nel 2011 e la costruzione del nuovo edificio a copertura dei mosaici della Domus e palazzo episcopale, la risistemazione del Sepolcreto e del Fondo Pasqualis, e ben cinque mostre (Bardo, Iran achemenide e sassanide, Palmira, Made in Roma e in Aquileia e, sin dal 10 marzo, la splendida mostra Tesori e imperatori. Lo splendore della Serbia romana) che hanno acceso su Aquileia i riflettori dellattenzione del pubblico, più che raddoppiando il numero dei visitatori.

Il trasferimento comprende anche il cinque/seicentesco palazzo Brunner, posto sulla linea di collegamento tra il Museo Archeologico Nazionale e le aree archeologiche più importanti, in particolare quella ove tre anni fa scavi condotti dallUniversità di Verona hanno riportato alla luce parti del grande anfiteatro romano di cui nei secoli si era persa traccia.

Palazzo Brunner e lannesso Foledôr, su cui lo Stato ha meritoriamente investito una ventina danni fa risorse importanti per consolidarne le strutture, ma che rappresenta anche un esempio infelice di interventi lasciati incompiuti. Nella nostra speranza il grande edificio, importante tanto per il decoro della città che per la fruizione completa delle aree archeologiche, dovrà divenire, se avremo il sostegno pieno del Consiglio damministrazione della Fondazione e delle Autorità Regionali, del Comune e del Mibact, il cuore delle attività di valorizzazione di Aquileia e il punto di congiunzione tra il lavoro nelle aree archeologiche e la fruizione del Museo Archeologico Nazionale.

Continueremo a lavorare sui temi dellArcheologia Ferita, con nuove mostre e con la circolazione in alcuni paesi dellAfrica Settentrionale dellAquileia Film Festival, oltre che con la prossima partecipazione alliniziativa Anche le statue muoiono promossa dal Museo egizio di Torino.

Cureremo con particolare attenzione i rapporti con istituzioni museali e accademiche di altri paesi, consolidando quella funzione di Aquileia come piattaforma per iniziative di politica estera culturale, su cui siamo stati incoraggiati a proseguire. Ci dedicheremo inoltre anche alla valorizzazione dei secoli del Patriarcato e dello Stato Patriarcale che un ruolo così importante ha giocato in questa parte del mondo. Riteniamo che il fatto che il Patriarcato si estendesse dal Lago di Como allUngheria sia un fatto importantissimo per la comprensione della storia europea e che una riflessione sulla memoria ci consentirà di rafforzare legami affievoliti e di valorizzare una grande storia dai più dimenticata.La Fondazione ha già visto crescere a dismisura limpegno che le viene richiesto e si troverà ad affrontare questioni assai complicate e difficili.

Dovrà crescere nelle strutture, oggi davvero ridottissime, dotarsi di altre professionalità e associare a una riflessione sui grandi temi che riguardano la valorizzazione del patrimonio aquileiese esponenti di punta nellarcheologia e della cultura friulana, italiana ed europea.

Contiamo molto sulla Soprintendenza Archeologica del Friuli Venezia Giulia e sul personale del Ministero dei Beni Culturali che già lavora ad Aquileia, sulla loro conoscenza del patrimonio aquileiese, dei problemi, delle criticità e delle potenzialità.

La nostra aspirazione più viva è quella di riuscire a fare in modo che ciascuno possa offrire davvero il meglio di sé e delle proprie conoscenze per fare di Aquileia un esempio nazionale di valorizzazione condivisa da parte della città, degli addetti, del mondo scientifico e accademico con cui la Fondazione già ha antichi e consolidati legami. Auspichiamo che anche gli imprenditori aquileiesi vogliano cogliere la straordinaria opportunità di crescita che ci viene offerta e che il tessuto produttivo friulano possa, a poco a poco, riconoscere limportanza e la capacità di proiettare unimmagine positiva e articolata del territorio che è propria e caratteristica di Aquileia.

Non ci rimane che rimboccarci le maniche e cercare di corrispondere alle aspettative dei tanti che dimostrano di credere in quello che stiamo proponendo e realizzando.

(* presidente della Fondazione Aquileia)



news

25-09-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 25 SETTEMBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news