LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Puglia. Quante scoperte archeologiche nei cantieri dei lavori pubblici
Marilena Di Tursi
Corriere del Mezzogiorno - Puglia 27/2/2018

Parla Francesca Radina, curatrice del volume Preistoria e protostoria della Puglia

Si presenta oggi a Bari, alle 10.30 nel dipartimento di Studi umanistici del complesso di Santa Teresa dei Maschi, il volume Preistoria e protostoria della Puglia , curato da Francesca Radina, archeologa e direttrice di Palazzo Simi. Un contributo scientifico prezioso che delinea con maggiore chiarezza la presenza nel territorio pugliese di culture antichissime, dal Paleolitico fino alletà del Ferro, senza interruzioni in un arco temporale di migliaia di anni.

Radina, sono moltissimi gli studiosi, italiani e anche internazionali, che hanno contribuito alle ricerche. Come spiega il motivo di tanto interesse verso la nostra regione?

Direi soprattutto per la sua posizione geografica. La Puglia è protesa al centro del Mediterraneo, e questo ha favorito lo sviluppo delle antiche civiltà nel nostro territorio. Il volume che raccoglie gli Atti del convegno di Ostuni promosso dallIstituto Italiano di Preistoria rappresenta al momento la sintesi più completa di dati e risultati conseguiti, in Puglia, con campagne di scavo, interventi di archeologia preventiva e ricerche.

Cosa è emerso di significativo?

La Puglia si conferma una regione importante in questo ambito di ricerca per ciascuno dei periodi considerati. Per quelli più recenti la rilevanza della nostra regione ha a che fare soprattutto con la sua collocazione tra Adriatico ed Egeo. Precedentemente, ossia dal 7000 al 4000 a.C., la Puglia è toccata dallonda neolitica proveniente da Oriente in cui la nostra civiltà affonda le sue radici perché si sviluppano agricoltura e allevamento, e si insediano i primi villaggi alla base delle culture protourbane delletà del bronzo.

Quali sono state le scoperte più recenti?

Le più interessanti derivano dallattività di archeologia preventiva prevista dal codice dei contratti (Dl 50/2016) che si fa sul campo durante la realizzazione di opere pubbliche e infrastrutture. Con lAnas abbiamo stipulato un protocollo dintesa per lammodernamento della strada statale 106 nei pressi di Palagiano, e qui abbiamo rinvenuto 10 tombe a grotticella risalenti al Neolitico (6500 aC), con inumazioni di soggetti femminili accompagnati da vasellame del tipo Serra dAlto, segno di una specializzazione artigianale di ottimo livello e di un rituale funerario codificato da parte di una comunità antica, socialmente coesa.

In che modo questo materiale è stato musealizzato ed è ora fruibile al pubblico?

Nel chiostro di San Domenico a Taranto, sede della Soprintendenza, è in corso la mostra Sulla strada 6500 anni fa. Ritratto di una società della preistoria, che raccoglie proprio questi materiali. Oggi molte scoperte preistoriche avvengono in concomitanza con la realizzazione di infrastrutture. A riguardo lAnas ha pubblicato un volume che raccoglie i reperti più importanti, compresi quelli ritrovati a Palagiano, rinvenuti grazie al lavoro congiunto con gli archeologi delle soprintendenze.

Quali sono i musei pugliesi dove è possibile vedere le recenti scoperte?

Molti tra i musei della Puglia hanno accolto parte di questi contesti recentemente studiati, soprattutto nelle sezioni preistoriche dei musei archeologici nazionali di Egnazia e di Altamura, del MarTa di Taranto, per larco ionico, e dei musei civici archeologici di Ostuni e di Molfetta.

Del volume parleranno Maria Bernabò Brea, presidente dellIstituto italiano di Preistoria e Protostoria, Andrea Pessina, soprintendente Archeologia belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Firenze e le province di Pistoia e Prato, Paolo Ponzio, direttore dipartimento Studi umanistici Università degli Studi di Bari, Donatella Nuzzo, direttore della Scuola di specializzazione in Beni archeologici Università degli Studi di Bari ; Caterina Bon Valsassina, direttore generale della Direzione Archeologia belle arti e paesaggio del ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo; Luigi La Rocca, soprintendente Archeologia belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bari.



news

15-12-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 dicembre 2018

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

Archivio news