LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. Crociere, il giallo del Comitatone
Alberto Zorzi
Corriere del Veneto 27/2/2018

Il verbale ancora non cè. Zitelli: e mai ci sarà. Dopo 4 anni stop al calo dei passeggeri

VENEZIA. Il provvedimento verbale, delibera o atto di indirizzo non cè ancora. E mai ci sarà, dice Andreina Zitelli, ex membro della commissione Via, conoscitrice dei ministeri. Continua dunque il giallo del Comitatone del 7 novembre, quello che aveva scelta Marghera per il futuro delle grandi navi, visto che ormai il governo è agli sgoccioli. Intanto Risposte Turismo prevede per il 2018 lo stesso numero di crocieristi del 2017: un milione e 427 mila.

VENEZIA. Un milione e 427 mila crocieristi, non uno in più e non uno di meno di quelli dellanno appena trascorso. La previsione per lanno 2018 di Risposte Turismo, società di ricerca del settore, segna per la prima volta dal 2014 uno stop al crollo dei crocieristi a Venezia. Dal 2016 al 2017 la Marittima aveva perso 200 mila clienti, altri 100 mila lanno prima, dopo un picco di 1,8 milioni. Ora perlomeno non cè più il segno meno, anche se la tabella della società guidata da Francesco Di Cesare è impietosa: a fronte dello stabile di Venezia, ci sono infatti il più 9,3 per cento di Civitavecchia (che arriverà a 2,4 milioni, primo porto passeggeri in Italia), il 13,2 di Napoli e l8,1 di Genova (entrambe a quota un milione) e i segni più di tutti i primi porti italiani. Il sistema paese tornerà infatti a quota 11 milioni di crocieristi, come un paio di anni fa, dopo il calo a 10,2 del 2017.

Per tornare a quella quota di ormai cinque anni fa, Venezia deve trovare la soluzione alternativa al passaggio davanti a San Marco. Il governo nel Comitatone dello scorso 7 novembre ha indicato Marghera come futuro terminal, pronto nellarco di 3-4 anni, invitando poi la Capitaneria di Porto a emanare unordinanza per la fase transitoria: lautorità marittima ha già pronto il provvedimento, basato su un algoritmo che tiene conto dellimpatto fisico e ambientale, ma attendeva un atto ufficiale del Comitatone, così come anche lAutorità portuale, a cui spetta la progettazione del nuovo terminal nella zona industriale. Ieri però Andreina Zitelli, ex docente Iuav ed ex membro della commissione Via del ministero dellAmbiente, conoscitrice degli uffici romani, ha annunciato a un incontro di Liberi e Uguali che quel provvedimento sia esso un verbale o una deliberazione o un atto di indirizzo non cè ancora, né mai ci sarà visto che il governo è ormai agli sgoccioli. Quel Comitatone non ha nessun valore perché non cerano i ministri previsti, tranne Delrio, e dunque non possono firmare alcunché - continua Zitelli - Cerano dei funzionari ministeriali e il sottosegretario Baretta, ma le deleghe non sono previste. Laltra ricerca fatta dalla docente riguarda il piano regolatore portuale, che risale al 1965. Per un terminal a Marghera servirebbe una variante e quindi in automatico la Vas, cioè la valutazione ambientale strategica, conclude.

Solo per questo ci vorrebbero tre anni - le fa eco Armando Danella, storico ex dirigente del settore Salvaguardia di Ca Farsetti - Abbiamo fatto un conto: se tutto va bene le navi a Marghera potrebbero arrivare non prima di 8 anni, mentre cè un progetto già pronto che si può realizzare in 26 mesi. Il riferimento è al terminal di scalo alla bocca di Lido ideato dallex viceministro Cesare De Piccoli e progettato da Duferco, che ha avuto lok della Via, ma è stato fermato dal governo. De Piccoli ieri sera era allincontro di LeU a San Tomà, dove i candidati Giulio Marcon e Michele Mognato hanno detto il loro no a Marghera. Il ministro Galletti ha detto che serviranno solo manutenzioni - ha spiegato Marcon - ma per noi non è così e ribadiamo la nostra contrarietà a nuovi scavi in laguna. Io inizialmente ero aperto a Marghera - è stata lautocritica di Mognato - ma così comè stata proposta, con un blitz improvviso, non va bene. E poi il traffico passeggeri mette a rischio quello commerciale e le industrie, che per noi sono la priorità. La laguna va preservata, per questo siamo anche contro loperazione nellarea dei Pili. E toccato a Riccardo Colletti, dei chimici della Cgil, confermare che i sindacati di categoria temono larrivo delle navi in zona industriale.



news

10-08-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 10 agosto 2018

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

Archivio news