LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Napoli. I trentenni che salvano la Sanità
Francesco Nicodemo
Corriere del Mezzogiorno - Campania 28/2/2018

Viaggio tra chi ha scelto di restare e di cercare nuove vie di riscatto per il rione

Un paio di giorni fa, sul Frecciarossa Milano-Roma, ho conosciuto un giovane gallerista brasiliano che mi ha raccontato di essere diretto a Napoli: questa volta vengo a visitare per una settimana solo il Rione Sanità. La Sanità sta vivendo un periodo di rinascita culturale e di sviluppo, come mai era avvenuto negli anni passati. Qui hanno girato i Manetti bros il loro ultimo film Ammore e malavita , qui lanno scorso si è tenuto un pezzo significativo del Festival di Sky Arte.

Cosa sta succedendo in questo storico rione, luogo di salubrità e magia, di sopra e sotto, di vita e morte? Si comprende subito che la rinascita e la rigenerazione del quartiere (la parola rinascimento la lasciamo ad altri) sono spinte dal basso, dalle energie di associazioni, cooperative, fondazioni che da anni si prendono cura del territorio. E in particolare da una generazione di trentenni, che hanno scommesso sul loro futuro qui a Napoli. Lo chiedo a Gaetano Balestra, 38 anni, presidente di cooperazione San Gennaro, che è lassociazione che raggruppa il no profit del rione: La rinascita del quartiere è visibile sotto ogni punto di vista: culturale, sociale, economico, educativo. Cè ancora tantissimo da fare, ma le associazioni e cooperative si sono rimboccate le maniche e stanno comprendendo che la possibilità di cambiamento è reale.

Anche Stefano Fusco, 31 anni, socio dellassociazione Verginisanità, è daccordo: Il quartiere Sanità ha una fortuna come pochi altri quartieri di Napoli, ovvero di avere una serie di beni culturali e ambientali che coprono interi periodi storici: gli ipogei greci, lacquedotto augusteo, le catacombe, i meravigliosi palazzi barocchi. Nonostante questa enorme presenza il quartiere non riesce a innescare un meccanismo virtuoso di economia turistica perché mancano quegli interventi che possano aiutare e favorire questo processo.

Lassociazione Verginisanità è proprio un bel modello di organizzazione dal basso e di amore per il proprio territorio, dal loro sito si legge che sono nati nel 2010 con lintento di promuovere la realizzazione di progetti integrati finalizzati al recupero ed alla riqualificazione del contesto urbano compreso tra il Borgo dei Vergini e il Rione Sanità. Dal 2014 gestisce il sito archeologico dellAcquedotto Augusteo del Serino, nei sotterranei del palazzo Peschici-Maresca, di proprietà dellArciconfraternita dei Pellegrini.

Forse la più nota storia di rigenerazione del quartiere è quella delle Catacombe di San Gennaro e San Gaudioso. Me lo racconta Enzo Porzio, socio fondatore e responsabile comunicazione della cooperativa La Paranza che si occupa delle visite guidate delle catacombe: Iniziammo per gioco, in modo amatoriale. Eravamo giovanissimi con una domanda: cosa faccio da grande? O meglio, da grande cosa posso fare a Napoli?.

I numeri dei visitatori hanno dato ragione ai ragazzi della cooperativa: siamo passati da ottomila visitatori allanno a 104 mila! Ma anche la cooperativa è cresciuta: allinizio eravamo cinque pazzi e oggi siamo 27 dipendenti regolarmente stipendiati. Non posso non chiedere a Enzo delle notizie di cronaca nera legate al quartiere, gli domando se cultura e turismo siano sufficienti per liberare la Sanità di questa zavorra: è una domanda troppo complessa. Le strade del Rione Sanità oggi sono molto più sicure rispetto a qualche mese fa, è arrivata la videosorveglianza e le forze dellordine sono presenti. Ora bisogna pianificare, prevenire e creare opportunità per i giovanissimi.

Mi resta unultima domanda per Ivo Poggiani, 33 anni, presidente della III Municipalità dal 2016: cosa serve alla Sanità per incanalare questa energia che viene dal basso e che non chiede nulla alla politica, se non la gestione dellordinario? Non credo nelle risposte immediate, mi risponde Ivo. Non esistono. Prendi il caso delle baby gang. Cè chi dice che la soluzione è abbassare letà punibile. Forse è soluzione elettorale per placare la pancia dellelettorato. Lunico modo per affrontare il problema però è puntare sui processi a medio e lungo termine. Chi è venuto prima di noi ha piantato un seme e lo ha innaffiato. A noi tocca far crescere lalbero forte. In realtà tocca a tutti noi farlo, perché cè sempre un gallerista brasiliano pronto a darti una lezione sulla Napoli che valorizza le sue bellezze e il suo patrimonio.



news

10-08-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 10 agosto 2018

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

Archivio news