LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Sardegna. Musei della Sardegna on line: iniziativa per lo sviluppo turistico
Gianfranco Leccis
http://sardegna.admaioramedia.it/musei-della-sardegna-on-line-iniziativa-per-lo-sviluppo-gianfranco-

Nel convegno Sardegna in rete: benefici e opportunità del networking culturale è stato presentato il progetto Mud-Museo digitale del Mibact, che ha come obiettivo la digitalizzazione dei Musei Italiani.
Il progetto, che inizia dalla Sardegna, si propone di aggregare anche i vari musei e luoghi minori di interesse culturale. Lobiettivo è di stimolare una riflessione sulla valorizzazione del patrimonio culturale, coinvolgere le istituzioni, le imprese, gli enti e le società che operano nel territorio e stabilire strategie mirate a dare concreta attuazione ad un progetto condiviso.

Lincontro prende spunto dalla pubblicazione del sito www.musei.sardegna.beniculturali.it del Polo museale della Sardegna, dove sono inclusi i maggiori musei dellIsola e che si connetterà con i poli museali di tutte le regioni italiane per offrire un sistema informativo integrato. Linteresse principale è la sua utilizzazione per lo sviluppo turistico: la Sardegna così come tutta lItalia ha un enorme patrimonio culturale che devessere adeguatamente proposto alla potenziale clientela turistica. E stato firmato un accordo tra la Regione e il Polo museale che rientra proprio in questa logica e naturalmente cè da augurarsi che si vada oltre i 13 musei e siti archeologici e artistici seguiti direttamente dal Polo museale, ma anche tutti gli altri minori o non adeguatamente valorizzati. Molto importante è che si sia stabilito lo stretto legame tra cultura e turismo e che siano tanti gli interessati. Liniziativa è ottima, cè da dire finalmente si fa qualcosa che sembra concreto e realistico.

Però, ci sono alcune considerazioni da fare: lutilizzazione del web è assolutamente necessaria, ma non si può ritenere che possa essere conclusiva, questo è il timore pensare che possa risolvere il nostro grande problema e difetto: linsufficienza della conoscenza. La Sardegna e il suo patrimonio culturale non sono conosciuti e non si può pensare che un sito su Internet, anche se molto ben fatto, possa bastare. Innanzitutto, occorre che loggetto della ricerca sia almeno vagamente noto: in altre parole si può fare il servizio più bello sulla civiltà nuragica o su SantEfisio o sulla Sardegna, ma se chi fa la ricerca non ne ha almeno una pallida idea non andrà mai a cercare maggiori notizie o altro. Si chieda a un qualunque americano o russo o cinese cosa sa della Sardegna, del suo patrimonio culturale e ambientale e dei suoi eventi. E se non sa nulla andrà mai a cercare notizie sui nuraghi o altro su Internet? In secondo luogo, cè da rilevare che purtroppo le cose non vanno molto bene per il turismo culturale. Esaminando con attenzione i dati disponibili si può notare che tra il 2017 e gli anni precedenti vi sono state in molti casi diminuzioni dei visitatori o aumenti modesti e non conformi al movimento turistico. Lo si può constatare a Cagliari con il Museo Archeologico e a Pula con larea archeologica di Nora, aumentati molto meno dei turisti. Non si conoscono ancora statistiche sullattività turistica di altre zone, comunque a Cabras sono diminuiti gli ingressi al Museo mentre sono aumentati nellarea di Tharros ed alla Torre.

Esaminando i siti che fanno parte del Polo museale sembra ci sia una certa confusione: ci sono musei, monumenti, ma pure zone archeologiche allaperto dove tuttora si svolgono lavori di ricerca e studio. Dopo la recente riorganizzazione e suddivisione di competenze tra Poli museali e Soprintendenze Archeologica, Belle Arti e Paesaggio, sembra che il settore archeologico sia diventato secondario e quasi subordinato. Questo appare un po strano, tenendo conto della sua importanza per lItalia e in particolare per la Sardegna dove, tra laltro, è la Soprintendenza assente al convegno che si occupa delle ricerche, che da le concessioni ai Comuni per la gestione dei siti archeologici. Io sono di unaltra generazione, adopero il pc e utilizzo Internet e non credo che fare la promozione completamente su questo mezzo sia sufficiente. Non critico laccordo, anzi, ma penso non si possa fare a meno di qualcosa di stampato, piccoli libri, opuscoli, con semplici descrizioni e qualche foto, non opere costose. E un problema di informazione, di promozione turistica. Ci sono tanti utenti che potrebbero essere interessati alla cultura e allambiente della Sardegna, alla civiltà nuragica o alle chiese romaniche, che non frequentano il web. E si deve arrivare anche loro.

Si può avere una conferma diretta: negli anni passati si era fatta una ricerca per verificare la rispondenza turistica di un evento come la festa di SantEfisio. Il risultato era stato deludente. Alla richiesta di provvedere ad una maggior e più ampia informazione si era risposto che sarebbe stata fatta su Internet. Ora si sono avuti dati più aggiornati e completi. I risultati sono sempre molto deludenti, non è migliorato quasi niente.




news

20-10-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 20 OTTOBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news