LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. I tesori di casa Trivulzio
Francesca Bonazzoli
Corriere della Sera - Milano 3/3/2018

La storia della famiglia di collezionisti si intreccia con quella di Milano
Un itinerario di MuseoCity invita a scoprirne i pezzi più preziosi

È stato grazie a un decreto del presidente della Repubblica Giovanni Gronchi che Alberica Trivulzio, lultima discendente di una delle più antiche famiglie legate alla storia di Milano, ha potuto trasmettere il cognome al figlio che può così chiamarsi Gian Giacomo Attolico Trivulzio. Senza quel provvedimento il casato si sarebbe estinto, come già diversi rami nel corso della sua storia millenaria le cui prime testimonianze risalgono al X secolo. Fin da bambino ho tenuto molto al doppio cognome ed ero sempre molto preciso nel firmare anche con quello ereditato dalla mamma perché sono nato a Parigi in una famiglia di diplomatici, ma ho vissuto e studiato a Milano e mi sento milanesissimo, racconta nella sede della Fondazione Trivulzio, in via Morone, voluta proprio dalla madre, donna di carattere che nel 1978 ha fondato anche lassociazione Vami che offre servizi volontari nei musei, in particolare ai portatori di handicap. Il progetto della Fondazione Trivulzio, invece, si è concretizzato nel 2011, quando la signora Alberica incontrò per caso la persona giusta cui affidare larchivio di famiglia: Marino Viganò, studioso che si muove nelle intricate vicende dei Trivulzio, fra date, nomi ed eventi storici, come nei corridoi di casa sua.

E non a caso, per riuscire a sintetizzare mille anni di intrecci fra la storia dei Trivulzio e quella di Milano, il Comune ha pensato proprio a una mappa che traccia uno dei percorsi principali di MuseoCity, la festa dei musei in programma fino a domenica. La collezione Trivulzio, che comprende fra i pezzi più prestigiosi i dodici arazzi dei Mesi del Bramantino e il codice di Leonardo, fu acquistata in extremis dal Comune di Milano nel 1935, mentre stava per essere venduta a Torino, ma oggi è dispersa in vari musei che la mappa permetterà di collegare a partire dal Castello Sforzesco dove è conservata anche la biblioteca Trivulziana di 30 mila volumi fra i quali due codici manoscritti delle opere di Dante.

Ai Trivulzio è rimasta soprattutto la custodia dellarchivio: 800 faldoni (compresi quelli di Cristina Trivulzio in Belgioioso) dei 2.500 che erano conservati nel palazzo del Pio albergo Trivulzio poi confluiti nellArchivio di Stato. La divulgazione e lapertura di questa documentazione agli studiosi è lattività della Fondazione che sta più a cuore al conte Gian Giacomo e alla moglie Nicoletta. Ogni anno prevediamo un budget per studi e pubblicazioni e teniamo scambi regolari su progetti comuni con le istituzioni culturali cittadine teniamo a mantenere la tradizione famigliare di apertura alla città, racconta la signora Nicoletta che della precedente attività di progettazione di giardini ha mantenuto il vezzo di curare personalmente quello del museo Poldi Pezzoli.

Personalmente il conte Gian Giacomo coltiva una piccola passione collezionistica: quella per le macchinine Dinky Toys riproduzioni perfette in scala 1:43. Ne possiedo 2.400 pezzi, ma il collezionismo non consiste tanto nel possedere loggetto, quanto nellandarlo a cercare e infine trovare. Per questo motivo tutti possiamo essere collezionisti. Indipendentemente dal cognome.



news

22-10-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 22 OTTOBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news