LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. La battaglia delle rive pubbliche. Summit per lasciarle aperte a tutti
Gloria Bertasi
Corriere del Veneto 6/3/2018

Hotel, plateatici, merci e Veritas: cresce la protesta. Sono 137, ma solo sulla carta

VENEZIA. Plateatici di ristoranti a bloccare gli ormeggi delle barche, pontili privati di hotel e ristoranti al posto del carico e scarico e passerelle che fanno gridare tutti allo scandalo per come e dove sono realizzate.

È sempre più difficile per un residente spostarsi in barca, i canali e i rii sono sempre più trafficati e quando si arriva a destinazione trovare un parcheggio è un incubo, un po come, in terraferma, nei giorni dello shopping natalizio o dei saldi quanto di strisce blu vuote non cè nemmeno lombra. Ma se un autista può continuare a girare finché qualcuno se ne va, in barca è più complicato. Le proteste montano, sui social con le foto dei pontili degli hotel e come tam tam tra le calli. E nato anche un Comitato cittadino in difesa delle rive pubbliche, che ha scritto allamministrazione: Denunciamo la progressiva chiusura delle rive pubbliche - si legge - In questi mesi assistiamo ad una serie di interventi senza più regole, scalinate ostruite da passerelle e rive occupate da plateatici.

A conferma della sua denuncia, il Comitato ha allegato le immagini delle due passerelle private finite nellocchio del ciclone: quella dellhotel al ponte Priuli e la seconda sul rio di Noale, autorizzata per un anno come via di fuga per un ristorante che altrimenti non avrebbe ottenuto lagibilità. Ma non ci sono solo questi due esempi: in rio della Tana a Castello ben tre rive sono ostruite. Chiediamo che siano predisposti spazi da usare a ore davanti allospedale, al cimitero, a Ca Farsetti e piazzale Roma, propone il Comitato. La richiesta non è passata inosservata ma, fa notare la polizia municipale, il traffico tra rii e canali è sempre più elevato e cè, spesso, un uso improprio degli spazi acquei. Ci sarebbe chi, trovato un ormeggio, lascia la barca per intere giornate. Inoltre, con il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti, Veritas di mattina occupa molte più rive di una volta. La settimana scorsa abbiamo avuto un confronto con amministrazione e Veritas, il problema è noto e vogliamo contribuire a trovare soluzioni, dice Francesco Tagliapietra, responsabile dei trasportatori di Ascom Confcommercio.

A Venezia ci sono 137 rive, alcune delle quali destinate ai taxi acquei (13), altre a vigili o altri enti pubblici come il tribunale, altre ancora sono destimnate alla raccolta rifiuti. Quelle utilizzabili dai cosiddetti diportisti scendono a 91 e prevedono lo stazionamento di mezzi larghi al massimo 2,40 metri e di 5 tonnellate di stazza lorda per unora. Alcuni spazi sono promiscui, se riservati a Veritas possono essere usati dopo le 12, se al trasporto di merci tra le 19 e le 4 e in caso di gondole tra le 4 e le 9. I clienti spesso ci chiedono servizi a orari precisi, il fresco come il latte deve arrivare per primo, alle 6, seguono i trasporti per lavanderie, grande distribuzione e bevande e solo dopo i servizi per negozi e dei corrieri espressi - sottolinea Tagliapietra - stiamo collaborando per migliorare le cose, adattando i mezzi alle misure necessarie per entrare nei rii (massimo 3 metri di larghezza, ndr) e si sta iniziando a parlare di motori ibridi ma il costo è ancora alto.

Per rio della Tana sembra imminente una soluzione che liberi le rive bloccate mentre i trasportatori chiedono di usare per la passerella del ristorante di rio di Noale per il carico e scarico di tutti. Chi non riscontra problemi sono i tassisti: Abbiamo rive dedicate - dice Valter Cici, referente dei tassisti di Ascom - il nodo è che ci sono sempre più barche in città.



news

20-10-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 20 OTTOBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news