LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Palermo. L'artista austriaco barricato alla Vucciria. Difendo il vecchio mercato dal cemento
La Stampa, 09/03/2018

A Palermo la protesta contro la riqualificazione del centro storico


Il pavimento trema paurosamente se ci salti sopra, tintinnano le tazze sulla tavola. Tranquilla, qui non crolla niente. Uwe Jaentsch, 47 anni, gli ultimi diciannove passati a Palermo, ride e provoca, facendo balzi da canguro. Ma salire sulle scale di Palazzo Lo Mazzarino, nel cuore della Vucciria, fa pensare il contrario. Androne fatiscente, scale sbilenche e bagnate dalla pioggia che filtra dal tetto, sul pianerottolo una tinozza che raccoglie le gocce. Poi una porta e appare una casa-atelier, sgarrupata ma opera darte in sè. Il soggiorno si chiama Stanza di compensazione (come quella di una banca), con il soffitto affrescato di rose stilizzate, installazioni sulle pareti, elementi di recupero rinati a nuova vita.
Un appartamento adesso assediato dalle impalcature della società che ha acquistato lintero palazzo insieme con gli altri due edifici storici della piazza i palazzi Ramacca e Sperlinga per un imponente progetto di rinascita del quartiere in chiave turistica. Sono arrivati tre sfratti per lartista e la sua aristocratica compagna Costanza Lanza di Scalea, che per lui ha lasciato gli agi di famiglia e si muove tra le catapecchie con la grazia di chi offrirebbe un tè tra i rottami di un disastro aereo. Così i due vivono nel palazzo deserto senza alcuna intenzione di sloggiare. Ma, soprattutto, senza altro obiettivo che trasformare lavvenimento in una polemica intellettuale che oppone lestetica delle rovine quelle da Uwe trasformate in ironiche opere darte a un progetto di riqualificazione funzionale di un mercato celebre nel mondo, in declino da mezzo secolo, ma rinato sotto il segno della movida notturna.
Abitiamo qui dice lei da quando la proprietaria di questappartamento ce lha messo a disposizione in cambio di opere di miglioria, abbiamo sempre pagato le bollette. La società è venuta, ci ha detto: state tranquilli, preserveremo il soffitto, bella faccia tosta. Questopera è nostra, se ce ne andiamo prima distruggiamo tutto. Un progetto, quello di ristrutturazione, che è piombato sulla Vucciria come unastronave, mettendo in crisi un modello autoctono infiltrato da abusivismo, illegalità e spaccio. Per me la movida è un disastro spiega lartista perché non mi fa dormire la notte, ma il casino del mercato è un patrimonio culturale da preservare, le immagini sono sulle riviste di tutto il mondo. Non si può cancellare tutto questo con la polizia. Sì, perché ogni notte la Vucciria si trasforma in una zona di guerriglia tra forze dellordine e proprietari dei locali, in gran parte abusivi. I vigili urbani piombano e trovano i pub chiusi, voltano le spalle e quelli riaprono in un batter docchio, mentre i clienti sciamano tra un vicolo e laltro. I titolari dei locali - aggiunge sono i figli dei vecchi bancarellari, è gente che non è emigrata allestero, che non ruba. Lillegalità allora è pure da preservare? Non diciamo questo chiosa Costanza ma bisogna venire incontro a questa gente digiuna di burocrazia.
Difficile convincerlo che lidentità storica della Vucciria non è quella della movida. Lui ne fa una questione estetica, antropologica, prima ancora che politica. Daltronde, delle rovine ha fatto la sua poetica. Sul prospetto di un vicino palazzo in ristrutturazione ha dipinto unimmensa scritta Durex, in modo da trasformarlo in una scatola di preservativi gigante. Le impalcature di Palazzo lo Mazzarino nascondono la scritta Uwe Ti Ama che dominava la piazza insieme con linstallazione Banca Nazion, poi rimossa. Ripulita dalla sua scritta Si vende la fontana Garraffello, opera che gli è costata una denuncia. E che il 24 maggio diventerà il tema di un singolare spettacolo teatrale, al Teatro Biondo di Palermo, lo Stabile della città. Mi autoprocesserò per quel gesto - spiega e uscirò da questa casa. E se non potrò tornarci lascerò Palermo per sempre. Per me non esiste Palermo senza la mia Vucciria.



news

10-08-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 10 agosto 2018

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

Archivio news