LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Al Fortuny prende vita la stanza di Music
Veronica Tuzii
Corriere del Veneto 24/3/2018

Al museo veneziano ricostruito lambiente dipinto nel 1949. Esposta la collezione Merlini

Al piano terra del palazzo cè una stanza che riassume lintera poetica ed esistenza di un artista. Una sorta di sogno, una Wunderkammer dai colori caldi, summa delluniverso iconografico di Zoran Music, dai motivi dalmati di donne a cavallo, agli asinelli e cavallini nel paesaggio roccioso; dai traghetti affollati di cavalli ai nudini. Poi lamata Venezia con le vedute del Bacino di San Marco e di San Giorgio con davanti i bragozzi, la Dogana, Palazzo Ducale, la Basilica dai rimandi bizantini. Infine la parte più intima, col ritratto iconico della moglie Ida Barbarigo e il proprio autoritratto.

Cè poi unaltra stanza, al primo piano. È quella di un collezionista illuminato, Giuseppe Merlini, proprietario di una raccolta di quasi 500 opere che attraversano tutto il XX secolo, è un ambiente della sua casa trasferito a Venezia. Una parete con uninfilata di tele di Fontana, che guardano a due sculture: Madre , testa di marmo di Adolfo Wildt, di cui il maestro spazialista fu allievo a Brera, e Teorema , capolavoro di Fausto Melotti, compagno di studi di Lucio in Accademia. Si dipana tra queste due stanze e storie Primavera al Fortuny, la nuova doppia proposta espositiva (fino al 23 luglio) nella casa-museo veneziana che fu il laboratorio di Mariano Fortuny. Accoglie il visitatore un grande omaggio a Zoran Music (1909-2005) al centro del quale troviamo la ricostruzione della sua Stanza di Zurigo, seminterrato di una villa che le sorelle svizzere Charlotte e Nelly Dornacher affidarono a Music nel 1949 perché lo decorasse, con una serie di dipinti sullintonaco murario, pitture su tele di lino e juta. Un ritorno alla vita dopo la drammatica esperienza drammatica di Dachau.

Questopera darte totale viene presentata per la prima volta dopo un lungo lavoro di ripristino grazie allintervento di Paolo Cadorin, cognato di Music e direttore del dipartimento di restauro del Kunstmuseum di Basilea, portato a termine dai suoi allievi. Questo - marca Daniela Ferretti, direttrice del Fortuny e curatrice del tributo allartista sloveno, realizzato col sostegno di Charlotte und Nelly Dornacher Stiftung - è lultimo progetto voluto da Ida. Intorno alla Stanza di Zoran, opere di Music degli stessi anni restituiscono tutti i suoi cicli. Non meno intrigante è Una Collezione Italiana. Opere dalla collezione Merlini, a cura della Ferretti con Francesco Poli, che presenta 130 lavori, dalla metafisica e futurismo al realismo sociale e esistenziale, dallastrattismo geometrico allInformale e alla pittura analitica. Da de Pisis a de Chirico e Savinio, Sironi, Severini, Morandi, Piero Dorazio e Giulio Turcato. Unincandescente parete è dedicata a Renato Guttuso e ancora Ennio Morlotti, Manzoni, Bonalumi, ma anche Bruno Munari e Gillo Dorfles, Piero Guccione, Gianfranco Ferroni.

Inevitabile chiedersi chi si cela dietro questa raccolta: Giuseppe Merlini - spiega Francesco Poli - , commercialista di Busto Arsizio, 86 anni, è un uomo riservato. La sua collezione è fatta di passione. Naturalmente cè anche una componente più razionale e attenta agli investimenti. E una scelta precisa alla base: arte esclusivamente italiana.



news

19-04-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 19 aprile 2018

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

Archivio news