LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze, Piazza san Felice. Cè un tesoro nascosto nella farmacia a rischio sfratto
Corriere Fiorentino 25/3/2018

Probabilmente è della fine del 700, un caso unico in Italia. Si tratta del teatro anatomico nel retro della farmacia di piazza San Felice a rischio sfratto per far posto a un resort di lusso. Un piccolo giallo, perché quel teatro è chiuso da venti anni.

Antonio Passanese

Cè un piccolo gioiello di architettura in Oltrarno, sconosciuto ai più e chiuso al pubblico da circa venti anni, in cui si intrecciano la storia della medicina con quella di Firenze. Si trova nel retro della Farmacia Pitti, la storica attività di piazza San Felice a cui è stato disdetto il contratto di affitto per fare posto alla reception della residenza di lusso che nascerà al civico 2. Quello che si sa è che si tratta di un teatro anatomico, ma non esistono saggi, studi o libri che ne facciano cenno.

Realizzato tra la fine del Settecento e gli inizi dellOttocento secondo i canoni stilistici del Rinascimento, il teatro è a forma di cono rovesciato e a pianta ellittica. Sui muri ci sono affreschi (attribuiti al Poccianti) oggi di difficile lettura a causa del degrado, dellabbandono e di alcune muffe che stanno prendendo il sopravvento; poi ci sono due alte colonne in pietra serena e un camino incassato di pregevole fattura. Nella parte superiore della sala cè il ballatoio in legno e ferro battuto da cui presumibilmente i giovani studenti di medicina assistevano alle lezioni e alla dissezione dei cadaveri che veniva eseguita su un tavolo in marmo (ancora in buono stato), posto tra i due pilastri allentrata dello stanzone.

Il titolare della farmacia, il dottor Piero Piacenti, non entra nel gabinetto anatomico da almeno due decenni, ovvero da quando gli attuali proprietari hanno chiuso a chiave la porta dingresso senza più darci lopportunità di vedere in che stato è ridotta quella saletta. La soprintendenza fiorentina, però, ha chiesto di poter fare un sopralluogo per rendersi conto dello stato del locale: Visiteremo il teatro anatomico nei prossimi giorni fanno sapere da piazza Pitti stiamo aspettando che ci comunichino la data per il sopralluogo.

Nel frattempo la petizione organizzata dai residenti dellOltrarno che chiede tutele per la Farmacia Pitti è arrivata a quasi 5.000 firme, ma il dottor Piacenti ora ha un asso in più da giocarsi: è il parere con cui il ministero dei Beni Culturali conferma il vincolo su arredi e destinazione duso posto nel 1993 dallallora ministro Ronchey. Da Roma hanno confermato che in quei locali possa starci solo una farmacia aggiungono dalla soprintendenza quindi appare assai difficile che il 4 rosso possa essere occupato da unaltra attività o, come qualcuno dice, dalla reception della residenza.



news

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

17-09-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 17 SETTEMBRE 2018

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news