LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Milano. Falsi quadri dellAvanguardia, un traffico milionario
Federico Berni
Corriere della Sera - Milano 30/3/2018

Un giro da 20 milioni di euro. I carabinieri hanno sgominato un clan, composto anche da galleristi e critici darte, che immetteva sul mercato false tele dellAvanguardia milanese.

Sequestrate dai carabinieri 90 riproduzioni di opere di Emilia Maino. Coinvolti critici e galleristi


Le opere hanno fatto il giro del mondo. Acquistate e poi esposte ovunque, a Londra come Parigi e New York. Oppure, più semplicemente, esibite nel salotto di casa da qualche facoltoso imprenditore: chi per un reale interesse verso larte contemporanea e unaccesa passione, chi magari solo per darsi una parvenza di raffinato intenditore.

Ma ora, quel che conta per centinaia di collezionisti che hanno speso anche 60 mila euro per avere uno dei Volumi di Dadamaino (unartista milanese scomparsa nel 2004), è che di queste opere girano centinaia di falsi, il cui valore in realtà è pari allo zero. I carabinieri del Nucleo Tutela patrimonio culturale di Monza, su un totale di 460 pezzi contraffatti accertati, ne hanno sequestrati 90; ma secondo gli stessi investigatori potrebbero essercene molti di più. Un sequestro avvenuto al termine di unindagine sfociata nella richiesta di rinvio a giudizio formulata dal pm Luigi Luzzi nei confronti di 12 persone, accusate di associazione a delinquere finalizzata alla contraffazione di opere darte con laggravante della transnazionalità, visto che molti pezzi venivano commercializzati allestero.

Tra queste opere, tre fanno parte dellArchivio dedicato per appunto a Emilia Maino, in arte Dadamaino, esponente di punta del panorama dellavanguardia milanese negli anni Cinquanta. Ma laccusa viene contestata anche ai titolari di una galleria darte di Gorgonzola, dove sarebbe stata ideata la truffa, al critico darte Flaminio Gualdoni e ad altri galleristi sparsi tra Lodi e Asti. Considerando un valore oscillante di ciascuna opera tra i 20mila e i 60mila euro, il giro daffari stimato dagli investigatori comandanti dal maggiore Francesco Provenza si aggira attorno ai 20 milioni di euro. A far partire le indagini, nel 2014, è stato un esperto darte che aveva denunciato ai cosiddetti Monument men dellArma la presenza di un numero eccessivo di opere della Maino in circolazione. In particolare i suoi Volumi, idropitture su tela forata per dare senso di tridimensionalità alla stessa.

Allocchio dei carabinieri è balzata subito una circostanza: tutti questi Volumi (tutto sommato di facile riproduzione per un malintenzionato) avevano la stessa provenienza.Chi realizzava materialmente quei falsi non è mai stato scoperto, ma dalla loro origine comune è stato possibile ricostruire lattività dei componenti del gruppo. Ciascuno col suo compito. Gli archivisti e il critico davano una falsa certificazione di autenticità, in un certo senso il pedigree dellopera.

I galleristi apponevano unulteriore attestazione di provenienza legittima, grazie al timbro una Fondazione culturale milanese e piazzavano i manufatti sul mercato. Tre consulenti nominati dal pubblico ministero, un critico, un restauratore e un grafologo, hanno smentito loriginalità di questi Volumi, che nel tempo sono stati venduti anche oltreoceano e sulla piazza europea. In molti casi, la contraffazione era piuttosto grossolana. La caccia ai falsi ha portato gli inquirenti in tutta Italia. Da Milano a Roma, da Brescia a Firenze, permettendo il sequestro complessivamente di novanta tele, vendute come pregiati esempi darte del Novecento, e finite invece nellufficio corpi di reato del Tribunale.



news

15-12-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 15 dicembre 2018

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

Archivio news