LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. Serenissime torture, riapre palazzo Zaguri
Gloria Bertasi
Corriere del Veneto 30/3/2018

Polo museale privato: 36 sale e una libreria su quattro piani. Crimini e pene, poi ci sarà spazio anche per Casanova. Biglietto a 16 euro, Rigoni punta sui grandi numeri di Real bodies a Jesolo

VENEZIA. Nelle capitali europee spopolano, ce ne sono di tutti i tipi, dalle cere di personaggi famosi alle vicende storiche più bizzarre. Ma a Venezia di musei di questo genere, pop o divulgativi che dir si voglia, non ce nerano, fino a ieri. Palazzo Zaguri di campo San Maurizio, dimora patronale tra Cinquecento e Ottocento ed ex scuola media, dopo due anni di restauri diretti dallarchitetto Alberto Torsello, è divento un museo e la sua prima mostra, Venice Secrets: crime and justice, (aperta da domani al 1 maggio, biglietto a 16 euro) propone un viaggio nel tempo, fino agli anni della Repubblica, con un focus: il sistema di giustizia di Venezia. Con dovizie di particolari, come macchine di coercizione e di tortura, documenti originali e filmati, si scopre che la Serenissima era sì libera e florida, ma solo per chi rispettava le regole: chi sgarrava era punito con severità. Il primo museo privato della città che ha fatto tirare un sospiro di sollievo a chi temeva lennesimo hotel 36 sale e una libreria su quattro piani, porta la firma di Mauro Rigoni, amministratore delegato di Venice Exhibition, la società diventata famosa con Real bodies di Jesolo, esposizione di corpi umani plastificati che ha attirato migliaia di visitatori. Quei corpi sono anche a Crime and justice, usati per far comprendere al visitatore limpatto delle pene. Non è una mostra cruenta ma scientifica - dice lo storico Davide Busato, curatore dellevento - vogliamo raccontare la Serenissima con storie, luci e odori (Il Mercante di Venezia ha fornito profumi, ndr). Un piano è dedicato alle carceri, uno alla tortura, un altro alla pena di morte e lultimo allinquisizione e ogni oggetto esposto è stato selezionato da un comitato scientifico composto da Busato, dallarchivista Michela Dal Borgo, dai professori Giovanna Fiume (Università di Palermo) e Claudio Povolo (Ca Foscari) e dal criminologo Roberto Paparella. Non sarà lunica mostra ospitata a palazzo Zaguri. Nelle prossime settimane aprirà lesposizione dedicata a Casanova, a cura dellomonima Accademia. Nel piano nobile, invece, saranno ospitati i Real bodies in salsa veneziana: ci sarà il corpo di un gondoliere in posa, i polmoni di un maestro vetraio di Murano. Linvestimento è importante, 5 milioni di restauri, e Venice Exhibition rimarrà a Palazzo Zaguri per diciotto anni. Luso del multimediale per far conoscere la storia è molto interessante - commenta lassessore al Turismo Paola Mar - il palazzo si sposa per questo genere di offerta, la ricostruzione della giustizia della Serenissima è seria. Ieri anche Claudio Vernier dellAssociazione piazza San Marco ha visitato il palazzo: Ci andavo a scuola ed era fatiscente, il restauro è molto bello e questi musei spopolano nelle capitali straniere - dice - dalla mostra si evince una cosa: la certezza della pena faceva funzionare la Serenissima.



news

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

25-04-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 25 aprile 2018

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

Archivio news