LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Venezia. Serenissime torture, riapre palazzo Zaguri
Gloria Bertasi
Corriere del Veneto 30/3/2018

Polo museale privato: 36 sale e una libreria su quattro piani. Crimini e pene, poi ci sarà spazio anche per Casanova. Biglietto a 16 euro, Rigoni punta sui grandi numeri di Real bodies a Jesolo

VENEZIA. Nelle capitali europee spopolano, ce ne sono di tutti i tipi, dalle cere di personaggi famosi alle vicende storiche più bizzarre. Ma a Venezia di musei di questo genere, pop o divulgativi che dir si voglia, non ce nerano, fino a ieri. Palazzo Zaguri di campo San Maurizio, dimora patronale tra Cinquecento e Ottocento ed ex scuola media, dopo due anni di restauri diretti dallarchitetto Alberto Torsello, è divento un museo e la sua prima mostra, Venice Secrets: crime and justice, (aperta da domani al 1 maggio, biglietto a 16 euro) propone un viaggio nel tempo, fino agli anni della Repubblica, con un focus: il sistema di giustizia di Venezia. Con dovizie di particolari, come macchine di coercizione e di tortura, documenti originali e filmati, si scopre che la Serenissima era sì libera e florida, ma solo per chi rispettava le regole: chi sgarrava era punito con severità. Il primo museo privato della città che ha fatto tirare un sospiro di sollievo a chi temeva lennesimo hotel 36 sale e una libreria su quattro piani, porta la firma di Mauro Rigoni, amministratore delegato di Venice Exhibition, la società diventata famosa con Real bodies di Jesolo, esposizione di corpi umani plastificati che ha attirato migliaia di visitatori. Quei corpi sono anche a Crime and justice, usati per far comprendere al visitatore limpatto delle pene. Non è una mostra cruenta ma scientifica - dice lo storico Davide Busato, curatore dellevento - vogliamo raccontare la Serenissima con storie, luci e odori (Il Mercante di Venezia ha fornito profumi, ndr). Un piano è dedicato alle carceri, uno alla tortura, un altro alla pena di morte e lultimo allinquisizione e ogni oggetto esposto è stato selezionato da un comitato scientifico composto da Busato, dallarchivista Michela Dal Borgo, dai professori Giovanna Fiume (Università di Palermo) e Claudio Povolo (Ca Foscari) e dal criminologo Roberto Paparella. Non sarà lunica mostra ospitata a palazzo Zaguri. Nelle prossime settimane aprirà lesposizione dedicata a Casanova, a cura dellomonima Accademia. Nel piano nobile, invece, saranno ospitati i Real bodies in salsa veneziana: ci sarà il corpo di un gondoliere in posa, i polmoni di un maestro vetraio di Murano. Linvestimento è importante, 5 milioni di restauri, e Venice Exhibition rimarrà a Palazzo Zaguri per diciotto anni. Luso del multimediale per far conoscere la storia è molto interessante - commenta lassessore al Turismo Paola Mar - il palazzo si sposa per questo genere di offerta, la ricostruzione della giustizia della Serenissima è seria. Ieri anche Claudio Vernier dellAssociazione piazza San Marco ha visitato il palazzo: Ci andavo a scuola ed era fatiscente, il restauro è molto bello e questi musei spopolano nelle capitali straniere - dice - dalla mostra si evince una cosa: la certezza della pena faceva funzionare la Serenissima.



news

21-03-2019
RASSEGNA STAMPA aggiornata al giorno 21 marzo 2019

28-02-2019
Associazione culturale Silvia Dell'Orso: VIII edizione di Visioni d'arte

26-02-2019
Mai più bancarelle in piazza dei Miracoli. Firmate l'appello

14-02-2019
Appello. Contro lo smantellamento dello Stato Italiano

13-01-2019
Per unarcheologia fuori dallimpasse. Lettera al Ministro Bonisoli di API (Archeologi Pubblico Impiego)

11-01-2019
Sulla riforma delle Soprintendenze e dei musei di archeologia. Dichiarazione di archeologi accademici Lincei

29-12-2018
Per un rafforzamento delle soprintendenze uniche

29-12-2018
A proposito dell'appello agli archeologi: "Firme e coerenza" di Pier Giovanni Guzzo

18-12-2018
APPELLO AGLI ARCHEOLOGI

28-11-2018
Nell'anniversario dei Washington Principles. Lo Stato italiano ha fatto poco per la restituzione dei beni culturali di proprietà ebraica

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

Archivio news