LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Firenze. Lassalto del turismo e la rendita, i divieti non servono
Antonio Bugatti*
Corriere Fiorentino 30/3/2018

* Antonio Bugatti Architetto, già presidente dellOrdine degli Architetti - Firenze

Caro direttore,

il turismo è la prima industria del pianeta: 1.100 miliardi di euro di ricavi annui, in crescita.

Siamo ormai al pericolo degli eccessi. E interessante, a tal proposito, una recente e approfondita indagine di Confesercenti per larea fiorentina. Le città non riescono più a sopportarne la pressione, soprattutto quelle, come Firenze, storicizzate ed evolute per altri scopi e con caratteri diversi. Il turismo moderno si è sviluppato, dopo una lunga fase aristocratica, diventando di massa a metà del Novecento, con le ferie pagate ed esplode nellultimo decennio con i viaggi low cost. Il turista, potenzialmente ciascuno di noi, è la figura sociale piu invadente del nostro tempo. Nellera dei viaggi di massa proliferano le vacanze che sono ormai allinsegna dellartificio in mete standardizzate: rapide incursioni mirate, senza contatto con i luoghi, le culture, la storia, le persone. Per questo sta rischiando molto anche una precisa parte della città di Firenze: il pericolo della perdita degli ultimi limiti rimasti è molto forte. Ma è più pericoloso ancora porre limiti e divieti compulsivi e tardivi. Firenze appare certamente mal organizzata, ancora lungi dallessere soffocata. Ma tra vittima (città) e carnefice (industria del turismo) vi è sempre un insano rapporto. I flussi turistici vanno governati, perché siano veramente fonte di benessere distribuito nella città, nel suo territorio, e tra tutti i cittadini. Per evitare che si incrementino le grandi rendite, bisogna tendere agli incentivi. La questione della rendita è questione da demonizzare solo se si concentra in poche mani o su poche e circoscritte categorie. Cosa che può accadere per effetti del turismo incontrollato e della scarsa possibilità di agire per immettere in disponibilità, a prezzi contenuti, un consistente numero di abitazioni dedicate ai residenti corredate da servizi mirati. Il che non vuol dire nuove costruzioni con consumo di suolo, ma rendere burocraticamente agili le procedure dei recuperi dellesistente con tempi certi e controllo dei costi. Questo, nonostante limpostazione corretta della filosofia della strumentazione urbanistica, non sta avvenendo: le regole applicative sono incerte e farraginose, difficili per gli operatori e per chi deve controllare. La conseguenza è la autosemplificazione da parte degli operatori, che scelgono procedure più agili (Cila, Scia) e più sicuri investimenti, puntando verso lospitalità temporanea, assimilata alla residenza, ma che residenza vera e propria non è.

Così si torna, in un giro vizioso, al turismo che, certo, ha anche effetti positivi: rimuove le barriere culturali, riduce le distanze fisiche, centralizza politiche incentivanti, aiuta le economie nazionali e locali sul fronte di investimenti e occupazione. Di contro la sua industrializzazione necessita di infrastrutture pesanti, produce inquinamento, enfatizza il superfluo. Il mestiere di architetto e urbanista non cambia il mondo, ma fornisce gli attrezzi per interpretarlo: dentro la città reale, con i suoi pregi e difetti, se ne cela sempre una ideale, memoria e sguardo verso il futuro.

I cittadini residenti, poi, non siano né servi né padroni verso i turisti. Gli uni e gli altri siano rispettosi e tolleranti della libertà reciproca: siamo tutti turisti e cittadini a fasi alterne. Sta anche a noi mostrare che le bellezze di Firenze non sono solo quelle concentrate in un chilometro quadrato. I percorsi di accesso e di visita debbono essere molti di più, distribuiti e serviti meglio da mezzi pubblici puntuali e frequenti. Bisogna valutare, preventivamente e attentamente, la capacità di accoglienza in funzione del rispetto delle altre funzioni, monitorando in modo evolutivo i flussi e i loro effetti, senza imporre limiti, non gestibili, e, citando lurbanista Cervellati, facendo in modo di contrastare il turismo di rapina.



news

24-09-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 24 SETTEMBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news