LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Rodengo Saiano (Brescia). Museo Industria a rischio sfratto
Luca Rinaldi
Corriere della Sera - Milano 31/3/2018

Museo Industria a rischio sfratto

Rischia di chiudere il Museo dellIndustria e del Lavoro di Rodengo Saiano (Brescia). La proprietà chiede un affitto da 150 mila euro o lo sfratto della raccolta di reperti e documenti.

Il Musil sotto sfratto. In pericolo migliaia di macchinari, reperti e collezioni

Il Museo dellIndustria e del Lavoro di Rodengo Saiano (Musil) rischia di chiudere i battenti nei prossimi mesi. Un grande patrimonio lombardo di storia dellindustria, dellarte e della cultura è in bilico e rischia di disperdere il valore accumulato in un decennio di raccolta: alla scadenza del comodato duso decennale della struttura, passato nel frattempo da magazzino a vero e proprio museo, la fondazione che gestisce la struttura si trova a fronteggiare da una parte lintenzione di alcuni dei soci principali di dirottare il patrimonio museale alla sede di Brescia, e dallaltra le richieste della società immobiliare proprietaria (limmobiliare La Primavera) che chiede un affitto da 150 mila euro e valuta la struttura 2 milioni di euro. Pena lo sfratto dalla struttura che costituisce la base per la conservazione e la rotazione dei reperti e documenti della sede centrale di Brescia. Lo scorso anno si era quasi trovata unintesa per lacquisto attorno al milione con la Fondazione Micheletti che raccoglie larchivio a sostegno delle collezioni, ma la proprietà è poi rimasta sulle sue posizioni nonostante una ristrutturazione del debito in atto.

In questo momento racconta Pier Paolo Poggio, direttore generale del Museo dellIndustria e del Lavoro lattività di apertura al pubblico è chiusa e stiamo cercando di convincere tutte le parti coinvolte a occuparsi della vicenda, anche perché molte collezioni sono sotto vincolo e difficilmente trasportabili. Del resto nel consiglio direttivo della Fondazione siedono consiglieri nominati da enti come il Comune di Rodengo Saiano, Regione Lombardia, Comune di Brescia, A2A e Università di Brescia giusto per citarne alcuni. Dunque linvito di Poggio è chiaro ed esteso a tutti gli enti locali e regionali.

Nellultimo anno, sottolinea Poggio, la Fondazione ha cercato di arrivare a un accordo, o con affitto calmierato o con lacquisto dellimmobile a un prezzo non superiore a 1 milione di euro. Ciò anche tenendo conto che sono stati investiti sullimmobile oltre 2 milioni di euro di fondi pubblici che verrebbero completamente sprecati, nel caso il museo venisse demolito, con il trasferimento dei materiali in altra sede, che al momento non esiste.

Il rischio è quello di andare a disperdere un pezzo significativo della storia lombarda. Le collezioni museali e documentaristiche riguardano principalmente arti e industria. Importante la raccolta di pellicole con le seimila bobine provenienti in larga parte da aziende milanesi come la Gamma Film dei fratelli Gavioli, fondata nel 1953 e principale produttore dei Caroselli televisivi, il Cinestabilimento Donato, la Cine Executive-Tv delloperatore cinematografico Remo Grisanti e del regista-montatore Sem Bianchi attivi a cavallo tra gli anni 50 e 70, e infine la Garage Cinematografica di Valerio Castelli e Renata Prevost, pionieri nel campo del documentario dimpresa.

Vi sono poi le sezioni del tessile, meccanotessile, tipografico, energetico, conciario, alimentare, chimico, metallurgico e dei computer quando ancora venivano chiamate macchine di calcolo. Qui il museo è popolato da carte e report aziendali, progetti e macchinari che dal 1800 hanno segnato lindustrializzazione non solo della Lombardia, ma di tutta Italia.

Per le visite, anche guidate, cera il supporto del personale della Fondazione. Numerosi poi i laboratori, le attività di alternanza scuola-lavoro e lorganizzazione di eventi aziendali. Recente la mostra In trincea. Breve viaggio nella Grande Guerra.

In questi dieci anni ha giocato un ruolo fondamentale il vicino outlet Franciacorta. Grazie alla normativa che prevedeva le aperture domenicali degli esercizi commerciali in luoghi a vocazione turistica la vicinanza del museo aveva qualificato il territorio come tale. Probabilmente con il cambiamento della normativa (leggi liberalizzazione totale allapertura dei negozi introdotta dal governo Monti, ndr ) proprietà e Comune hanno perso ogni interesse nella struttura.

Dal comune di Rodengo Saiano intanto bocche cucite: È una situazione in evoluzione dice il sindaco Giuseppe Andreoli e dopo dieci anni sono ancora molte le cose da chiarire tra gli attori in campo. Stiamo seguendo la pratica conclude con lobiettivo di risolvere anche situazioni di contenzioso che si sono venute a creare.



news

10-08-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 10 agosto 2018

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

Archivio news