LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Roma. Area sacra, il restauro di Bulgari
Lilli Garrone
Corriere della Sera - Roma 1/4/2018

Stanziamento iniziale di mezzo milione e ulteriori trecentomila euro già pronti per illuminazione, recinzione e bagni

La maison interverrà a largo Argentina: nuovi percorsi per le visite, biglietteria e bookshop

Nuova recinzione che inglobi la Torre del Papito e il portico, nuovo ingresso allarea archeologica, nuovo percorso per scendere. E molto altro. Ecco il restauro dellArea Sacra a largo Argentina. La maison Bulgari punta soprattutto allaccessibilità e alla possibilità di visitare uno dei luoghi più significativi della capitale, dove esisteva il teatro di Pompeo e dove fu assassinato Giulio Cesare.

E dopo la scalinata di Trinità dei Monti la maison Bulgari ha intenzione di investire anche sui restauri dellArea sacra di largo Argentina. Il progetto è ancora in fase iniziale (la chiusura di quello esecutivo è prevista per ottobre-novembre), ma la volontà è già stata espressa. E si parla anche di fondi. Dal restauro della scalinata cè, infatti, un residuo di 485.593 euro che dovrebbe essere integrato con un nuovo finanziamento ancora da determinare, ma si parla allincirca di 300 mila euro. Del resto Paolo Bulgari laveva già detto al Corriere : Mi piacerebbe fare anche altre cose per Roma.

Ed allora ecco lArea sacra dellArgentina, dove lavori di restauro sono in corso da anni: con questo progetto si punta soprattutto allaccessibilità e alla possibilità di visitare uno dei luoghi più significativi della capitale, dove esisteva il teatro di Pompeo e dove fu assassinato Giulio Cesare. I lavori consisterebbero in una nuova recinzione che inglobi la Torre del Papito e il portico e in un nuovo ingresso allarea archeologica che prevede la costruzione di una nuova scala di accesso posizionata al lato della Torre e, accanto, la realizzazione di una pedana elevatrice. Non solo. Si dovrà realizzare anche un nuovo percorso per poter camminare allinterno dellarea archeologica e ci sarà un nuovo impianto di illuminazione a led che possa consentire le visite anche nelle ore notturne. Internamente al Portico saranno realizzate invece la biglietteria e il bookshop e sarà integrato il sistema di allarme. E finalmente vi saranno anche dei servizi igienici allinterno dei locali attualmente adibiti a magazzini.

Larea che oggi si ammira solo e soprattutto dallalto sarà così visitabile, anche se i tempi non saranno velocissimi. Se la chiusura del progetto esecutivo è prevista per il novembre di questanno, si dovrà poi passare allindizione della gara dappalto, probabilmente a dicembre. Ci saranno poi i tempi di gara di otto o nove mesi e infine laggiudicazione definitiva, per la quale si prevedono altri tre mesi. Di dieci mesi sarebbe la durata dei lavori e si arriverebbe così a una possibile e auspicabile inaugurazione a gennaio 2020.

NellArea sacra si lavora da anni, ma non si può ancora scendere fra gli scavi. Lultimo annuncio è del marzo del 2015, quando con lavvio di un nuovo restauro (grazie a fondi Arcus) si è era parlato di poter camminare sulla pavimentazione originale di età domizianea fin dallautunno. Così non è stato. Ma la rinascita è molto attesa da chi vive e lavora in zona: Laugurio è che la riqualificazione, che ha un aiuto economico dai privati, non finisca come altre situazioni che versano di nuovo nel degrado, dice Viviana Piccirilli Di Capua dellAssociazione abitanti centro storico: È importante anche sistemare larea sovrastante - aggiunge -, che è vincolata. E vanno salvaguardati i negozi di vicinato che hanno più di cento anni.




news

19-04-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 19 aprile 2018

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

13-11-2017
Maestri: Emiliani ricorda Edoardo Detti

Archivio news