LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

A Pasqua record di visitatori e file chilometriche allingresso. Schmidt corre ai ripari aprendo unaltra porta. Unuscita per liberare gli Uffizi
Chiara Dino
Corriere Fiorentino 4/4/2018

Via al percorso breve per turisti frettolosi: obiettivo velocizzare flussi e tagliare le code

Record di visitatori, ma anche code chilometriche per tutto il fine settimana pasquale. Agli Uffizi è tempo di bilanci, e di nuove idee per cercare di ridurre lattesa di chi vuole passare qualche ora nelle Gallerie. E così il direttore Eike Schmidt è pronto ad aprire una seconda uscita per permettere un deflusso più veloce di turisti e accelerare così le entrate.

È un work in progress su cui si lavora da un anno e mezzo e che adesso diventa realtà. Dopo il pienone di Pasqua e Pasquetta con visitatori record (9 mila ingressi sabato 31 marzo, 9.300 a Pasqua quando laccesso era gratuito e 7 mila il lunedì) gli Uffizi varano il piano per snellire le code che il direttore Eike Schmidt aveva annunciato a novembre del 2016.

Entro metà aprile sarà aperta la seconda uscita, quella di Ponente, dal lato della Loggia dei Lanzi, una sorta di sfiatatoio per diminuire il tempo di permanenza in galleria visto che dalla scalinata (o dagli ascensori) di Ponente si potrà scendere dal secondo piano quello dove è esposto Botticelli per intenderci direttamente in strada senza passare dal primo e dunque evitando di attraversare altri 600 metri di galleria quelli del primo piano. Unopzione, questa che resterà una scelta: chi lo vorrà potrà sempre passare dal primo piano e completare il percorso vedendo anche le sale di Caravaggio per uscendo poi dalla porta che insiste su piazza Castellani di fronte alla Loggia del Grano, dove dovrebbe essere realizzata la Loggia di Isozaki.

È il famoso progetto degli Uffizi a due velocità su cui il direttore ha puntato sin dallinizio della sua permanenza in città. E che oggi si fa più urgente visti i numeri dei turisti in città in continua crescita. I dati parlano chiaro e lincremento rispetto allo stesso periodo dello scorso anno i tre giorni a cavallo della Pasqua è stato, solo agli Uffizi, del 6,3 per cento. In crescita non solo il museo più famoso di Firenze ma anche il Giardino di Boboli, che tra sabato e lunedì ha registrato più di 28 mila ingressi con una crescita del 25,95 per cento rispetto al 2017. Ma il vero exploit è stato per Palazzo Pitti dove sono entrati 11 mila visitatori cresciuti, rispetto allanno passato, del 130,16 per cento. Un successo senzaltro di cui Schmidt va giustamente fiero la crescita di Pitti ci ha detto è il dato più interessante anche perché abbiamo valorizzato questo museo con mostre notevoli che, però, va governato per evitare che le code siano ingestibili. Cosa che agli Uffizi è un vulnus sostanziale: in Galleria, dove a prenotare lingresso online rendendo più gestibile la previsione degli ingressi sono il 30 per cento dei visitatori. Ma qui non possono permanere in contemporanea più di 900 persone a e dunque diversificare i percorsi proponendone uno breve e uno più lungo secondo Schmidt è la soluzione.



news

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

21-04-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 21 aprile 2018

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

09-01-2018
Lettera dei vincitori e degli idonei del concorso 500 Mibact

07-01-2018
Un intervento di Guzzo. Tutela e valorizzazione: unite o separate?

27-12-2017
Lettera ANAI a Franceschini sulla mancata entrata in servizio funzionari archivisti MiBACT

23-12-2017
XX Premio "Calabria e Ambiente" 2017 a SALVATORE SETTIS

15-12-2017
Seconda interrogazione parlamentare su libere riproduzioni: il caso di Palermo

13-12-2017
Interrogazione parlamentare su libere riproduzioni. I casi di Napoli e Palermo

06-12-2017
Premio Silvia Dell'Orso 2017

03-12-2017
Novità editoriale - La struttura del paesaggio. Una sperimentazione multidisciplinare per il Piano della Toscana

22-11-2017
Fotografie libere. Lettera di utenti dell'ACS di Palermo al Ministro Franceschini

22-11-2017
COMUNICATO di Cunsta, della Società italiana di Storia della Critica dell'Arte e della Consulta di Topografia Antica sulla Biblioteca di Palazzo Venezia

20-11-2017
Intervento di Enzo Borsellino sulla mostra di Bernini

Archivio news