LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Abbadia San Salvatore. Il parco museo entra nella rete europea del patrimonio archeologico industriale
Jori Diego Cherubini
Corriere Fiorentino 4/4/2018

Viaggio tra carrelli, trenini depoca, gallerie e installazioni multimediali. Siamo usciti dalla nicchia
Nella miniera senza confini

ABBADIA SAN SALVATORE (SIENA). Salendo la Provinciale che dal paese conduce ai boschi del Monte Amiata lo sguardo incrocia carrelli arrugginiti, binari dismessi, ciminiere e strane costruzioni in cemento armato. È ciò che resta della miniera, attiva da fine 800 agli anni 70 del 900, che ha rappresentato una delle maggiori risorse di mercurio a livello mondiale, insieme ad Almaden in Spagna e Idrija in Slovenia. Lidea di ricavarci un museo ha iniziato a prendere forma negli anni 80, ed è proseguita fino allinaugurazione del 2001. Oggi il Parco museo minerario, questo il nome, registra una media di 15 mila presenze lanno e di recente è stato ammesso nella rete Erih, acronimo che sta per European Route of Industrial Heritage, un network istituito nel 1999 con lo scopo di valorizzare il patrimonio archeologico industriale del Vecchio Continente, che oggi comprende 1.300 siti in rappresentanza di 45 Stati.

Questo certificato è una svolta che garantirà maggiore visibilità al museo e al territorio, in Italia e allestero spiega il direttore Daniele Rappuoli Alle spalle cè un lungo percorso iniziato nel 2013; per restare nella rete e mantenere il livello bisogna garantire unalta qualità, un po come accade per le stelle Michelin dei ristoranti. Inoltre se fino ad ora eravamo inseriti nella stretta cerchia dei parchi delle miniere, oggi, per la prima volta, usciamo da questa nicchia per entrare nei siti di archeologia industriale; in più siamo nella pagina web di Erih assieme ai musei più importanti dEuropa dedicati a questo tema.

In Toscana, attualmente, sono quattordici le sedi che possono fregiarsi del marchio Erih: dal Museo Piaggio di Pontedera a quello del Tessuto di Prato, oltre alla Ferrovia Porrettana e al Comprensorio Ilva (Museo del Ferro e della ghisa) di Follonica.

Tornando al Parco minerario di Abbadia, la visita si divide in tre percorsi da quaranta minuti ciascuno. Dallo stabilimento industriale, in cui transitava il cinabro, si arriva fino al Pozzo Garibaldi, dove, attraverso un ascensore non proprio condominiale, i minatori si calavano fino a quattrocento metri di profondità.

Poi cè il luogo più innovativo, multimediale, dove, attraversando istallazioni avveniristiche, scaturiscono rumori improvvisi e vecchie immagini dello stabilimento industriale, e sembra di rivivere lepoca dei minatori. Questa parte prosegue il direttore è stata inaugurata nel 2016 e rappresenta un museo nel museo; un progetto realizzato grazie al lavoro minuzioso di un gruppo di artisti italiani specializzati in videoambienti. Tre le parti Mercurio, Territorio e Uomo e materia allinterno delle quali si viene catturati da immagini che raffigurano luoghi suggestivi del Monte Amiata, interviste ai minatori e fasi di trasformazione della materia, da minerale a liquida; poi gallerie, pozzi e carrelli, alternati a primi piani di minatori, case antiche di paese, famiglie, e frasi celebri dedicate alla miniera, in un susseguirsi di ricordi e stupore. Proseguendo si arriva nella stanza Hermes, man mano che si percorre si attivano i contenuti multimediali, e ci si trova immersi in uno scenario futuristico, avvolgente e ipnotico, con al centro unistallazione composta da migliaia di gocce di mercurio che generano esplosioni luminescenti e suoni imprevisti.

Lo spazio si articola lungo i binari che conducono allingresso della Galleria VII, dove i macchinari di un tempo rimandano alle fatiche dei minatori. Infine si entra nel segmento più affascinante del percorso: il trenino dei minatori, lasciato per ultimo forse per dare il tempo di pregustare la sorpresa del viaggio, fisico e non virtuale, allinterno della Galleria VII.

Si indossa lelmetto da minatore, e, una volta ragguagliati sulle norme di sicurezza, si monta a bordo dello stretto convoglio (originale, non riproduzione posticcia da parco dei divertimenti, ci tengono a sottolineare gli organizzatori). Scortati da una guida esperta, spesso un minatore, il treno inizia a serpeggiare nelle vecchie gallerie. Tra ombre scure e stridori metallici si sussegue levoluzione dei sistemi di lavoro dagli anni 20 agli anni 50 del Novecento, tra ambientazioni originali, strani utensili, fronti di escavazioni e pozzi senza fine. È lesperienza nel sottosuolo che più delle altre rimane impressa nella testa di chi viene conclude il direttore Certamente si tratta di un parco-museo più unico che raro, di solito i visitatori tornano una seconda volta, portando amici o parenti; per il futuro prossimo è prevista linaugurazione di alcuni percorsi esterni molto affascinanti, oltre alla sistemazione della Torre dellOrologio, progettata nel 1898 da un ingegnere boemo, dove sono illustrate tutte le fasi di lavorazione.



news

10-08-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 10 agosto 2018

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

Archivio news