LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Siena. Così rivivranno le terme amate dai papi
ANNA MARIA LIGUORI
Repubblica, 06/04/2018

La sovrintendenza di Siena ha appena approvato il progetto di recupero e già sono state pulite le mura dalla vegetazione infestante per i rilievi archeologici: dopo decenni di abbandono e degrado, dopo una battaglia per impedire che sullarea sorgessero delle villette e dopo aver resistito allallargamento di una superstrada che avrebbe messo a rischio la stabilità degli edifici, torna alla luce la stupenda architettura dei Bagni di Petriolo, terme del XIV secolo amate da imperatori e pontefici.
I Medici, i Gonzaga, i Piccolomini erano ospiti fissi in quella che oggi è la riserva naturale di Merse, tra Siena e Grosseto, sulla strada dei Monasteri, vicino alla via Francigena e alla strada Romea.
Una vittoria di Italia Nostra e del Comitato spontaneo degli Amici dei Bagni di Petriolo che si sono battuti per salvarla. Così, il recupero, una volta finito, non avrà nulla da invidiare ai siti Patrimonio dellUmanità dellUnesco, diventando un simbolo per la protezione delle aree storiche del Paese.
Ma è soprattutto lacqua libera a dare una forte identità al luogo: così la percepiscono i residenti e così è conosciuta in tutto il mondo dagli appassionati dei bagni caldi allaria aperta. Tutti considerano Petriolo un bene comune da difendere. Inoltre il paesaggio naturale incontaminato offre grandi potenzialità turistiche, annuncia Mariarita Signorini, presidente regionale di Italia Nostra Toscana. Valorizzeremo lesistente, senza costruire niente. Per cominciare verranno ripristinati tutti gli itinerari, strade bianche ormai in disuso perché coperte dalla vegetazione. Adriano Paolella, architetto, guida il progetto di recupero dei luoghi per Italia Nostra nazionale, mentre le indagini storiche e archeologiche hanno coinvolto le università di Milano, Firenze e Siena. I Bagni di Petriolo sono un bene unico, spiega Paolella, per limpianto murario dellinizio del 1400 che cinge un ettaro di terreno in cui sono collocate le vasche termali usate da papa Enea Silvio Piccolomini e dove indagini archeologiche hanno rinvenuto i resti di tanti edifici medioevali. E poi anche per lelevato pregio naturalistico dellarea, insediata sulle sponde del Farma e con le sorgenti di acqua sulfurea a 42 che si riversano nel fiume. Una meraviglia culturale e ambientale, che però negli ultimi decenni ha subito un degrado così profondo da comprometterne luso.
Unipol-Sai- Sgr, proprietaria del bene, ha intuito che la strada per riqualificare larea è quella di investire negli interventi di restauro: 4 milioni di euro, il primo lotto sarà pronto tra 14 mesi, gli altri tre a seguire. Il progetto sarà chiuso entro tre anni. Tutti noi lavoriamo per raccontare il territorio insieme ai residenti, sottolinea Paolella, abbiamo adottato i criteri di pianificazione dei siti suggeriti dallUnesco.
Nel basso medioevo Petriolo si affermò come una delle stazioni termali più note in tutta Europa, le cui proprietà terapeutiche delle acque furono citate nei principali trattati medici dellepoca.
Studiando gli archivi, i ricercatori hanno scoperto che allinterno della cinta fortificata si trovavano il palazzo del podestà, la piazza, ledificio per la riscossione delle tasse, alberghi, case signorili, il bagno degli uomini, delle donne, il bagno grotta, un stabilimento termale, la cappella di San Niccolò, le case dei religiosi e la fontana. La fortezza di Bagni di Petriolo è quadrangolare, ha ancora tre torri delle quattro originali, una porta e i resti di un ponte fortificato che verrà ripristinato. Il restauro inizierà dalla torre principale e dalla locanda che riavrà le sue sette stanze, tre piani e un sottotetto.
Sarà un luogo di sosta per i viaggiatori. Come un tempo.



news

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

17-09-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 17 SETTEMBRE 2018

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news