LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Grandi navi, nuovi limiti dall1 luglio
Alberto Zorzi
Corriere del Veneto 10/4/2018

Un algoritmo decide quali entrano, ma dal 2020 diminuirà il numero di ingressi

VENEZIA. Il primo step (e stop) avverrà l1 luglio. Ma non sarà lunico perché di anno in anno i limiti alle grandi navi in arrivo a Venezia in attesa dello spostamento di quelle più grandi a Marghera saranno sempre più stringenti, sia riguardo alle dimensioni che al numero dei passaggi: a regime, potrebbe arrivare a essere del 10-15 per cento, anche se i calcoli precisi non sono ancora stati fatti. Ieri la Capitaneria di Porto ha finalmente pubblicato lordinanza.

VENEZIA. Il primo step (e stop) avverrà l1 luglio. Ma non sarà lunico perché di anno in anno i limiti alle grandi navi da crociera in arrivo a Venezia in attesa dello spostamento di quelle più grandi a Marghera saranno sempre più stringenti, sia riguardo alle dimensioni che soprattutto al numero dei passaggi: a regime, potrebbe arrivare a essere del 10-15 per cento, anche se i calcoli precisi non sono ancora stati fatti. Ieri la Capitaneria di Porto ha finalmente pubblicato lordinanza che era in gestazione da mesi, benedetta dal Comitatone del 7 novembre scorso, quello in cui il governo aveva anche deciso la creazione del terminal a Marghera. Un ritardo dovuto a problemi burocratici, in primis il mancato arrivo del verbale della riunione romana, ma anche al coinvolgimento dei soggetti interessati a queste limitazioni, dalle compagnie (rappresentate dallassociazione Clia) al gestore del terminal attuale, cioè Vtp, dagli agenti marittimi agli altri operatori fino al Codacons.

Ora, dunque, parte la stagione dellalgoritmo. La Capitaneria di Porto, che nel 2013 aveva infatti stabilito un limite a 96 mila tonnellate basato sulla mera stazza bocciato dal Tar e poi applicato dalle compagnie solo in via volontaria ha infatti deciso di creare un sistema più raffinato, con unordinanza dinamica che diventerà più severa di anno in anno, anche per fare un po da pungolo a chi deve decidere la soluzione. Un approccio metodologico innovativo, dicono dagli uffici delle Zattere a Venezia. Il punto di partenza è infatti il cosiddetto modulo darmamento, che combina insieme 4 valori chiave: il dislocamento (cioè la massa spostata dalla nave, che è pari al peso della parte sottacqua), la superficie laterale complessiva dello scafo, la larghezza e il cosiddetto air draft, cioè laltezza visibile sopra la linea di galleggiamento. In questo modo si limiteranno limpatto paesaggistico-visivo e il moto ondoso. Secondo lordinanza, per la stagione crocieristica in corso il limite di questo valore sarà a quota 6600; lanno prossimo (a partire dall1 marzo, quando iniziano ad arrivare le prime crociere a Venezia) scenderà a 6300, con una stretta progressiva che taglierà sempre di più le navi grandi.

Per le stagioni successive - è scritto - il presente provvedimento sarà integrato/modificato sulla scorta degli esiti del gruppo di lavoro appositamente costituito sul tema. Modifiche che, come si aggiunge più avanti, saranno in diminutio sia per quello che riguarda i parametri di dimensioni delle navi che ed è il punto chiave dei loro passaggi. Questo significa dunque che il gruppo tecnico, pare a partire dal 2020, potrebbe tagliare ulteriormente il numero delle navi che arriveranno alla Marittima di Venezia. Daltra parte sono ormai sei anni che il decreto Clini-Passera, nato dallincidente della Costa Concordia, ha disposto lo stop alle grandi navi in bacino di San Marco, sospeso solo in attesa di una via alternativa.

Per ora però i comitati No Navi si devono accontentare di questi nuovi limiti della Capitaneria. Anche perché lordinanza punta molto sulle navi moderne e green, prevedendo un meccanismo premiante per chi si impegnerà sul fronte delle limitazioni alle emissioni inquinanti: chi aderisce allaccordo volontario blue flag sulluso di carburanti a basso tasso di zolfo, riceverà uno sconto del 3 per cento sul valore limite. Dallanno prossimo ci sarà un premio del 2 per cento anche per chi userà propulsori Tier3 (cioè più moderni, tipo gli Euro delle auto), oppure per chi andrà a gas naturale liquido (meno 4 per cento). La Capitaneria attende le schede tecniche nave per nave dalle compagnie, dopo di che verranno messi i dati nellalgoritmo: se il semaforo sarà verde la nave potrà entrare, altrimenti per lei Venezia diventerà off-limits.

Il provvedimento prevede anche altre direttive: sulluso dei rimorchiatori, oppure sulla velocità in laguna (8 nodi dalla bocca di porto a SantAndrea, 6 da quel punto in poi). Non è escluso che qualcuno dei soggetti interessati possa comunque fare ricorso al Tar contro queste limitazioni, come avvenne appunto quattro anni fa, peraltro con successo. Per ora però sia Vtp che Clia, seppur interpellati, hanno deciso di non fare alcun commento su una decisione che ormai è ufficiale.



news

18-06-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 18 giugno 2018

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

16-03-2018
Podcast episode 23: The death of Venice?

14-03-2018
SETTIS ed EMILIANI: Le ruspe su alcuni villini di Roma

20-02-2018
Documento del Coordinamento delle Società Storiche a proposito della libera riproduzione in archivi e biblioteche

14-02-2018
Consulta Universitaria Nazionale per la Storia dell'Arte e la Società Italiana di Storia della Critica d'Arte manifestano la loro piena solidarietà a Christian Greco

14-02-2018
NOTA DEL COMITATO SCIENTIFICO DEL MUSEO EGIZIO

09-02-2018
Italia '900. Settima edizione di Visioni d'Arte organizzata dall'Associazione Culturale Silvia Dell'Orso

09-02-2018
Lettera di API (Archeologi Pubblico Impiego) MiBACT al Ministro sulla Scuola del Patrimonio

23-01-2018
Museo Egizio, solidarietà dal Consiglio Superiore dei beni culturali

19-01-2018
La Dea di Morgantina in tournée? Una lettera dell'archeologo Malcolm Bell con una nota di Pier Giovanni Guzzo

11-01-2018
Firenze, il David di Michelangelo "vestito" dalle proiezioni di Felice Limosani

09-01-2018
E' on line il bando il bando di selezione allievi del Corso "Scuola del Patrimonio"

Archivio news