LEGGI
BENI IN PERICOLO
INTERVENTI E RECENSIONI
RASSEGNA STAMPA
COMUNICATI DELLE ASSOCIAZIONI
EVENTI
BIBLIOGRAFIA
STORIA e FORMAZIONE del CODICE DEI BENI CULTURALI E DEL PAESAGGIO
LINK
CHI SIAMO: REDAZIONE DI PATRIMONIOSOS
BACHECA DELLE TESI
per ricevere aggiornamenti sul sito inserisci il tuo indirizzo e-mail
patrimonio sos
in difesa dei beni culturali e ambientali

stampa Versione stampabile

Gli arazzi dei Medici tornano a Firenze
di ILARIA CIUTI
17 aprile 2018 LA REPUBBLICA

A Palazzo Vecchio. Compresi i dieci che erano al Quirinale. La soddisfazione di Nardella


Gli arazzi della Sala dei Duecento di Palazzo Vecchio tornano a casa. Si tratta dei 20 arazzi di Cosimo I de Medici che raccontano le Storie di Giuseppe, realizzati i tra il 1546 e il 1553 dallarazzeria ducale Medicea su disegni di Bronzino, Pontormo e Francesco Salviati e tagliati esattamente sulla sagoma della Sala. Per secoli restarono a Firenze, finché si divisero quando, dopo lUnità dItalia, entrarono a far parte della dotazione della Corona e nel 1882 dieci venenro trasferiti a Roma come arredo delle sale di rappresentanza del Quirinale. Adesso tornano a riunirsi tutti e venti a Firenze, dove saranno esposti a rotazione di quattro per volta, (per preservare arazzi di questo valore si evitano esposizioni troppo lunghe che li danneggerebbero) nella sala dei Duecento, la loro sede originale. La buona notizia arriva da un accordo per i prossimi tre anni, ma rinnovabile tra le parti, firmato ieri al Quirinale dal segretariato generale della presidenza della Repubblica Ugo Zampetti, dal sindaco Dario Nardella e dal segretario generale del Ministero dei beni culturali, Carla Di Francesco.

I dieci arazzi fiorentini sono di proprietà delle Gallerie degli Uffizi in deposito al Comune, gli altri dieci provengono dal dotazione presidenziale. Il sindaco Nardella ringrazia il presidente Mattarella per un accordo che è una conquista non solo per Firenze, ma per la cultura italiana in generale. Dopo quasi due anni di battaglia si possono finalmente riaggregare i 20 arazzi della collezione medicea di Cosimo I. Il sindaco annuncia l esposizione dei primi quattro arazzi nella Sala dei Duecento entro lestate, oltre a eventuali mostre del ciclo a Firenze, al Quirinale o altrove, come previsto dallaccordo. Nel periodo di esposizione degli arazzi la Sala dei Duecento entrerà a far parte del percorso museale di Palazzo Vecchio.

I dieci arazzi conservati a Firenze provengono da un complesso intervento di restauro realizzato dal 1983 al 2012 dellOpificio delle pietre dure. Analogo lavoro, coordinato dallOpificio, è stato fatto tra il 1995 e il 2012 dal Laboratorio restauro arazzi del Quirinale sui dieci arazzi conservati a Roma. Insieme,
i venti capolavori rappresentano una delle più alte testimonianze dellartigianato e dellarte rinascimentale. Sono stati riuniti per la prima volta dopo lo smembramento ottocentesco in occasione della mostra dal titolo Il Principe dei sogni. Giuseppe negli arazzi medicei di Pontormo e Bronzino, allestita nel Palazzo del Quirinale, al Palazzo Reale di Milano e a Palazzo Vecchio a Firenze, per un anno, nel febbraio 2015-2016.



news

09-11-2018
Rassegna Stampa aggiornata al giorno 09 NOVEMBRE 2018

18-09-2018
Il Ministro Bonisoli: abolire la storia dell'arte

16-09-2018
Le mozioni dell'VIII Congresso Nazionale di Archeologia Medievale

14-09-2018
Manifesto della mostra sulle leggi razziali e il loro impatto in un liceo triestino.La censura del Comune

12-09-2018
Bando Premio Silvia Dell'orso: il 30 settembre scadono i termini per candidarsi

03-09-2018
Appello per la salvaguardia dellArchivio e del patrimonio culturale delle Acciaierie di Piombino

24-08-2018
A due anni dal terremoto in centro Italia

08-08-2018
Comitato per la Bellezza. Altro palazzone di 6 piani in piena riserva naturale del Litorale romano

24-07-2018
Da Emergenza Cultura: San Candido (BZ), uno sfregio che si poteva e doveva evitare

21-07-2018
Inchiesta de "L'Espresso" di Francesca Sironi: Il ministro Alberto Bonisoli e la scuola offshore

20-07-2018
Associazione Nazionale Archeologi. MIBAC: il titolo non è unopinione!

08-07-2018
Su Eddyburgh un intervento di Maria Pia Guermandi sull'Appia Antica

13-06-2018
Disponibile la relazione di Giuliano Volpe sull'attività del Consiglio Superiore

12-06-2018
Lettera aperta al Sig. Ministro dei Beni Culturali dott. Alberto Bonisoli: Per un futuro all'archeologia italiana

04-06-2018
Dalla rete: sul nuovo governo e sul nuovo ministro dei Beni culturali

19-05-2018
Sul contratto M5S - Lega vi segnaliamo...

17-05-2018
Cultura e Turismo: due punti della bozza Di Maio - Salvini

15-05-2018
Sulla Santa Bibiana di Bernini: intervento di Enzo Borsellino

13-05-2018
Premio Francovich 2018 per il miglior museo/parco archeologico relativo al periodo medievale

04-05-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni" abbiamo pubblicato un contributo di Franco Pedrotti sul depuratore della piana di Pescasseroli: una sconfitta del protezionismo italiano

01-05-2018
Archistorie: rassegna di films sull'architettura dell'Associazione Silvia Dell'Orso

30-04-2018
Nella sezione "Interventi e recensioni", abbiamo pubblicato un contributo di Vittorio Emiliani: Appena 11 giardinieri per Villa Borghese. Ma l'erba "privata" non è meglio

26-04-2018
Roma. Il nuovo prato di piazza di Spagna non regge, il concorso ippico migra al Galoppatoio

21-04-2018
Anna Somers Cocks lascia The Art Newspaper. Intervista su "Il Giornale dell'Arte"

04-04-2018
VIII edizione del Premio Silvia Dell'Orso: il bando (scadenza 30/9/2018)

29-03-2018
Comitato per la Bellezza: A Palazzo Nardini chiedono già affitti altissimi ai negozi

25-03-2018
Lettera aperta di Archeologi Pubblico Impiego - MiBACT ai Soprintendenti ABAP

25-03-2018
A Foggia dal 5 aprile rassegna Dialoghi di Archeologia

23-03-2018
Comitato per la Bellezza e Osservatorio Roma: Tre richieste fondamentali per salvare Villa Borghese e Piazza di Siena

17-03-2018
Comunicato ANAI sul tema delle riproduzioni fotografiche libere

Archivio news